×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
03 Nov 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 1 817 286 580
Finalita'
Ammodernamento, Digitalizzazione, Diversificazione, Innovazione, Internazionalizzazione, Miglioramento competitività, Promozione, Ricerca, Risanamento finanziario, Sicurezza, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Lazio
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2729
  • Schede Agevolazioni : 36862
  • Utenti Network : 79315
  • Articoli : 11436
Left Column
Clients

Lazio: Programma Operativo Fondo europeo di Sviluppo Regionale - PR FESR 2021-2027

Foto di Tima Miroshnichenko da PexelsIl Programma Regionale per l'utilizzo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - (PR Fesr Lazio) per il periodo 2021-2027 rappresenta il principale strumento per lo sviluppo regionale per il miglioramento della competitività e dell’attrattività del territorio, sia con riferimento alle attività produttive, sia in termini di qualità della vita promuovendo la transizione a lungo termine verso un modello di sviluppo sostenibile, inclusivo e dinamico.

 

Il PR FESR 2021-27 della Regione Lazio si colloca in un ampio quadro strategico e legislativo di riferimento, in coerenza con le principali strategie europee e nazionali relative ai temi della transizione ecologica e digitale e rispondendo alle challenge derivanti dalle Raccomandazioni Paese e dall’Allegato D al Country Report 2019.

Il PR si pone, inoltre, in stretta sinergia di intervento e complementarità con il PNRR e gli altri programmi nazionali al fine di rafforzare gli interventi e ottimizzare in chiave addizionale la finalizzazione delle risorse.

Le priorità di investimento su cui si concentra la programmazione del PR FESR Lazio 2021-2027 sono cinque:

  • aumentare la competitività delle imprese, con investimenti in ICT, digitalizzazione, formazione e sostenibilità ambientale, investimenti diretti a potenziare le capacità del sistema regionale di ricerca, di innovazione e del trasferimento tecnologico;
  • sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori e per promuovere l’adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi;
  • agevolare gli scambi di merci e persone attraverso una mobilità urbana sostenibile, una minore congestione e migliori servizi di TPL, un cambiamento diretto a migliorare la qualità della vita dei cittadini;
  • realizzare spazi e luoghi di comunità per favorire e/o incrementare la coesione sociale, per valorizzare le attività turistiche e culturali che abbiano come risultato un incremento dell’inclusione sociale nei luoghi in cui si svolgono, favorendo, altresì, gli aspetti relativi alla sostenibilità ambientale e sociale finanziaria delle iniziative promosse, in accordo con il programma FSE+;
  • promuovere lo sviluppo socioeconomico nelle aree urbane medie, a cui si aggiunge Roma Capitale, con l’obiettivo di incentivare il rilancio economico, l’incremento dei servizi ai cittadini e favorire una giusta transizione verso un’EC e sostenibile. Si configura come un elemento di novità ed è rappresentato dall’introduzione di un Asse dedicato alla realizzazione di Strategie Territoriali in ambito urbano. Le Aree Interne, tuttavia, continueranno a rappresentare un elemento qualificante delle strategie regionali di contrasto alla marginalizzazione dei territori.

Priorità e Obiettivi

La struttura del PR FESR Lazio 2021-2027 si articola quindi in 5 Priorità, cui si aggiunge l’Assistenza Tecnica:

  • Priorità: 1. Europa più competitiva e intelligente;
  • Priorità: 2. Europa più verde;
  • Priorità: 3. Mobilità urbana sostenibile;
  • Priorità: 4. Europa più sociale e inclusiva;
  • Priorità: 5. Europa più vicina ai cittadini;
  • Priorità Assistenza tecnica.

Priorità: 1. Europa più competitiva e intelligente 

Obiettivo specifico: RSO1.2. Permettere ai cittadini, alle imprese, alle organizzazioni di ricerca e alle autorità pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione

Interventi previsti

La Regione Lazio intende contribuire a diffondere in modo ampio l’adozione e l’utilizzo delle tecnologie digitali nel tessuto imprenditoriale del Lazio e i vantaggi della digitalizzazione della PA per cittadini, comunità e imprese. Gli interventi potranno riguardare:

  • il sostegno al diffuso tessuto delle PMI regionali per gli investimenti in tecnologie digitali, mettendo a disposizione risorse per gli investimenti in beni materiali e immateriali, per servizi di consulenza, per l’orientamento e la formazione sull’utilizzo delle tecnologie digitali;
  • misure specifiche finalizzate al sostegno di investimenti per la digitalizzazione delle imprese culturali e creative e dei soggetti operanti nella valorizzazione e gestione del patrimonio artistico e culturale, in grado di generare una ricaduta positiva anche sull’attrattività e la competitività dell’offerta turistica regionale;
  • la digitalizzazione di processi della PA nelle sue diverse articolazioni, compresi i piccoli comuni del Lazio, diminuendo così la disuguaglianza tra differenti contesti territoriali.

Priorità: 2. Europa più verde 

Obiettivo specifico: RSO2.1. Promuovere l'efficienza energetica e ridurre le emissioni di gas a effetto serra

Interventi previsti

Gli interventi previsti nell'ambito di questo obiettivo si concentreranno principalmente sugli edifici più energivori, garantendo la massima efficacia in termini di costi e dando priorità ad approcci di ristrutturazione integrata e profonda. 

  • Interventi di efficienza energetica per il sistema pubblico e privato, finalizzati alla riduzione dei consumi finali di energia primaria degli edifici della PA e degli Enti afferenti alla medesima, di edifici pubblici, di interesse pubblico (es. musei) o appartenenti al patrimonio pubblico, delle strutture ricettive e alberghiere, dei siti industriali e delle singole imprese dei settori commercio, industria, logistica e terziario e dei mercati rionali coperti (impianti di illuminazione, refrigerazione ed energetici collettivi);
  • Interventi sul sistema produttivo, ovvero efficientamento energetico degli edifici per il sistema pubblico, riduzione dei consumi energetici dei processi industriali nonché recupero dell’energia persa nell’attività di processo della produzione, riduzione degli sprechi energetici dei processi industriali nei sistemi di generazione e distribuzione dei servizi energetici ai singoli impianti strumentali (centrali termiche, elettriche, frigorifere, ad aria compressa).

Gli interventi saranno orientati al rafforzamento della dotazione organica mediante il reclutamento di competenze tecnico-specialistiche nei settori interessati.

Obiettivo specifico: RSO2.4. Promuovere l'adattamento ai cambiamenti climatici, la prevenzione dei rischi di catastrofe e la resilienza, prendendo in considerazione approcci ecosistemici

Interventi previsti

Le azioni previste riguardano il contrasto al dissesto idrogeologico e la difesa della costa:

  • Interventi di prevenzione e gestione del rischio idrogeologico e dell’erosione costiera, che verranno realizzati soprattutto in prossimità di attività economiche e produttive e di più diffuso insediamento abitativo, varieranno in funzione delle dinamiche del dissesto e delle condizioni geomorfologiche di contorno e saranno mirati prioritariamente alla rimozione delle condizioni di rischio connesse ai fenomeni e, secondariamente, delle condizioni di sola pericolosità;
  • Gli interventi e opere per la difesa costiera saranno inquadrati nel contesto di un’azione integrata a medio e lungo termine, che deve considerare gli effetti diretti dell’erosione costiera e dei cambiamenti climatici. In base alle caratteristiche puntuali del territorio, si opererà attraverso strutture di difesa della costa naturali e artificiali, privilegiando criteri di sviluppo sostenibile e tutela ambientale in quanto la conservazione dei litorali sabbiosi ben sviluppati e il contrasto all’erosione costiera rappresentano, in genere, una strategia di difesa e di riduzione del rischio di inondazione dei territori costieri.

Inoltre, sulla base dei contributi provenienti dalle attività di Ricerca e Innovazione, l’azione incentiva una serie di misure finalizzate a ridurre l’esposizione al rischio della popolazione, delle infrastrutture e delle imprese promuovendo la prevenzione di tutte le tipologie di rischio e l’aumento della resilienza alle catastrofi.

Priorità: 3. Mobilità urbana sostenibile 

Obiettivo specifico: RSO2.8. Promuovere la mobilità urbana multimodale sostenibile quale parte della transizione verso un'economia a zero emissioni nette di carbonio

Interventi previsti

Si intende attivare un pacchetto di sub azioni fra loro complementari nell’ottica dello sviluppo di una mobilità urbana più sostenibile, anche come leva di miglioramento complessivo della qualità della vita dei cittadini (riduzione inquinamento dell’aria e acustico, riduzione delle congestioni e integrazione di nuovi servizi).

Nello specifico, le risorse saranno destinate ad interventi di:

  • mobilità “soft” e non inquinante, favorendo l’intermodalità e il rafforzamento della mobilità ciclistica attraverso la realizzazione di percorsi ciclabili urbani per favorire gli spostamenti quotidiani per studio e lavoro e di percorsi a finalità turistica, assecondando un fenomeno in costante crescita;
  • diffusione di trasporto pubblico urbano e suburbano ‘verde’, con l’acquisto di nuovi veicoli puliti e il ritiro dei mezzi più inquinanti verso soluzioni ad alta efficienza ambientale (zero emissioni) e del materiale rotabile su ferro sulle linee urbane e suburbane per assicurare un aumento dei posti disponibili, soprattutto per il pendolarismo, a integrazione degli interventi finanziati con le risorse del PNRR.

Priorità: 4. Europa più sociale e inclusiva 

Obiettivo specifico: RSO4.6. Rafforzare il ruolo della cultura e del turismo sostenibile nello sviluppo economico, nell'inclusione sociale e nell'innovazione sociale

Interventi previsti

Il PR FESR intende favorire lo sviluppo di progetti finalizzati alla valorizzazione di siti culturali e turistici di proprietà pubblica e progetti per la creazione di spazi e luoghi condivisi da destinare a uso collettivo e a fini socioculturali.

Nel quadro della programmazione di settore in ambito culturale e turistico, si intende promuovere il turismo sostenibile e inclusivo e il recupero di luoghi culturali al fine di creare occasioni di inclusione sociale, anche attraverso il coinvolgimento del terzo settore e il supporto alle imprese sociali.

  • Recupero di siti culturali e/o turistici, la cui gestione può essere affidata a specifici target di destinatari (es. imprese giovanili o che favoriscono percorsi lavorativi per disabili e soggetti fragili) e supporto ad attività sociali e culturali in grado di favorire l’empowerment di comunità locali e lo sviluppo di nuove forme di collaborazione;
  • Incremento della partecipazione culturale dei cittadini, sollecitando altresì l’avvio di pratiche di cittadinanza attiva che vedranno come protagonisti i soggetti del terzo settore, le associazioni del territorio, il tessuto economico locale e i residenti;
  • Interventi di capacità amministrativa destinati ad attività di creazione o rafforzamento di network locali, nonché  sperimentazioni volte al coinvolgimento e alla corresponsabilizzazione di comunità locali nella gestione e valorizzazione degli spazi: l’attivazione di forme ed esperienze di empowerment dei residenti e del terzo settore, con specifico riferimento alle aree in cui si procede al recupero dei siti/immobili selezionati.

Priorità: 5. Europa più vicina ai cittadini

Obiettivo specifico: RSO5.1. Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree urbane

Interventi previsti

Si intende promuovere lo sviluppo, oltre che dell’area metropolitana di Roma, delle aree urbane medie (Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo), o meglio delle conurbazioni urbane, promuovendo la cooperazione tra autorità locali e la costruzione di strategie di sviluppo territoriale che devono contribuire al rilancio ed alla resilienza dei sistemi socioeconomici del Lazio.

Le risorse contribuiscono, in sinergia con altri fondi e strumenti (quali ad esempio PNRR) a:

  • promuovere la trasformazione digitale, favorendo le soluzioni ICT pubbliche, servizi e applicazioni rivolti ai cittadini;
  • favorire la rigenerazione urbana, il riuso delle aree degradate o dismesse, la riqualificazione delle periferie, l’inclusione culturale, la sicurezza urbana;
  • rendere le attività del turismo e dell’offerta culturale maggiormente resilienti, innovative e diversificate mediante la valorizzazione degli attrattori culturali e naturali nonché rafforzando il turismo nazionale e di prossimità;
  • facilitare il processo di transizione energetica nelle aree urbane.

Priorità 5 - Assistenza Tecnica

Le attività di assistenza tecnica sono finalizzate a supportare la gestione efficace del Programma attraverso una molteplicità di strumenti che garantiscono il perseguimento degli obiettivi fissati,  fornendo il sostegno tecnico e amministrativo alle strutture incaricate di attuare una o più parti del Programma, inclusi gli Organismi Intermedi.

Gli interventi saranno volti a ridurre i tempi di espletamento di ciascuna fase connessa alla gestione dei fondi ed a semplificare e snellire le procedure. 

Budget

Le risorse a disposizione del Programma regionale FESR ammontano a 1.817.286.580 euro.

Di queste:

  • 964.000.000 euro saranno destinati alla priorità 1;
  • 510.000.000 euro saranno destinati alla priorità 2;
  • 116.681.550 euro saranno destinati alla priorità 3;
  • 23.000.000 euro saranno destinati alla priorità 4;
  • 140.000.000 euro saranno destinati alla priorità 5;
  • 63.605.030 euro saranno destinati all’assistenza tecnica.

Dotazioni finanziarie totali per fondo e cofinanziamento nazionale

Link

Programma FESR 2021-2027 Regione Lazio

Regione Lazio

Pubblicato
03 Nov 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 1 817 286 580
Finalita'
Ammodernamento, Digitalizzazione, Diversificazione, Innovazione, Internazionalizzazione, Miglioramento competitività, Promozione, Ricerca, Risanamento finanziario, Sicurezza, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Lazio
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o