Internazionalizzazione: la Manovra 2022 stanzia risorse per il Fondo 394 e l’ICE

 

Photocredit: Sabine Krzikalla en Pixabay La nuova Legge di Bilancio interviene positivamente sul fronte dell’internazionalizzazione, rendendo stabili nel tempo le risorse del Fondo 394 di SIMEST e quelle del Fondo per la promozione integrata.

Cosa prevede la Legge di bilancio 2022?

Oltre alla molte di risorse messe sul tavolo (più di 8 miliardi di euro in cinque anni), il dato più significativo per l’internazionalizzazione previsto dalla Manovra 2022 è, infatti, proprio la stabilizzazione nel tempo di uno strumento come il Fondo 394-81, divenuto ormai fondamentale per la proiezione delle imprese italiane sui mercati esteri.

A ciò si affianca una sistematizzazione delle modalità di programmazione dell’attività promozionale dell’ICE, da leggersi sempre nell’ottica di una programmazione di medio-lungo periodo degli strumenti pubblici a sostegno delle imprese italiane che competono all’estero.

Cosa prevede la Legge di Bilancio 2022 per il Fondo SIMEST

Sul fronte internazionalizzazione, il testo della finanziaria su cui in questi giorni è partito l’esame del Senato, gioca di sponda con il PNRR, assicurando risorse per gli anni a venire, una volta esauritesi quelle del Piano.

La Manovra infatti stanzia su base pluriennale, sia risorse per il Fondo 394, sia per il Fondo per la promozione integrata che, a partire dal decreto Cura Italia, assicura la componente a fondo perduto dei finanziamenti SIMEST.

Complessivamente, dal 2022 al 2026, parliamo di 8,25 miliardi di euro di cui 7,5 miliardi per il Fondo 394 e 750 milioni al Fondo per la promozione integrata.

Questo significa che per ciascuno degli anni dal 2022 al 2026, la dotazione del Fondo rotativo a favore delle imprese italiane che operano sui mercati esteri è incrementata di 1,5 miliardi all’anno, mentre quella del Fondo per la promozione integrata di 150 milioni all’anno.

In quest’ultimo caso però parliamo di un fondo perduto che, a differenza delle precedenti aperture del Fondo SIMEST e anche di quella attuale (finanziata con il PNRR), diventerà del 10% massimo dei finanziamenti concessi da SIMEST.

Per approfondire: Il Fondo SIMEST ha ancora risorse disponibili. Ecco come fare domanda

Cosa prevede la Manovra 2022 per l’ICE e la Cabina di regia

Oltre ai fondi SIMEST, la legge di Bilancio 2022 interviene anche su altri strumenti per l'internazionalizzazione. Da un lato infatti il testo aggiorna la composizione della Cabina di regia per l’internazionalizzazione, in conseguenza dell’inclusione di Confapi.

Dall’altro invece riorganizza e sistematizza le modalità di programmazione dell’attività promozionale dell’ICE-Agenzia, prevedendo che la programmazione dello stanziamento promozionale dell’ICE sia effettuata su base triennale mediante un decreto del Ministro degli affari esteri (d’intesa con i Ministri dello sviluppo economico e dell’agricoltura).

Infine, il testo prevede che il Fondo per la promozione degli scambi e l'internazionalizzazione sia incrementato di 1 milione di euro per l'anno 2024, 63,72 milioni per l'anno 2025, 69,33 milioni per l'anno 2026, 73,72 milioni euro per l'anno 2027, 76,32 milioni di euro per l'anno 2028 e infine 81,32 milioni a decorrere dall'anno 2029.

Con il Fondo pubblico di Venture Capital gestito da SIMEST, più risorse e maggiori agevolazioni per le imprese italiane

Photocredit: Sabine Krzikalla en Pixabay 

Per leggere il contenuto prego
o