Decreto Agosto: guida alle misure e agli incentivi per i trasporti

 

Dl Agosto: misure per trasportiDai nuovi fondi per la compensazione dei danni subiti dal settore del trasporto marittimo di lungo raggio all'incentivo per la riqualificazione elettrica dei veicoli, dalla gestione del Mose di Venezia alle deduzioni forfettarie per gli autotrasportatori. Ecco le principali misure contenute nella legge di conversione del decreto Agosto (legge n. 126-2020), appena pubblicata in Gazzetta ufficiale, a sostegno del comparto trasporti. 

Covid-19: tutte le misure del decreto Agosto

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge di conversione del decreto Agosto (legge n. 126-2020), sono confermate una serie di misure finalizzate al rilancio dell'ecosistema trasporti, duramente colpito dalle conseguenze della pandemia di Covid-19

Trasporto ferroviario

Il decreto Agosto prevede alcune novità in materia di contributo alle imprese ferroviarie per i servizi di trasporto passeggeri e merci in regime di libero mercato, per compensare gli effetti economici subiti direttamente imputabili dall’emergenza Covid-19.

Nello specifico viene stabilito un contributo complessivo alle imprese pari a 1 miliardo e 190 milioni di euro, così ripartiti negli anni dal 2020 al 2034: 70 milioni di euro per l'anno 2020 e 80 milioni di euro annui dal 2021 al 2034. Le eventuali risorse residue, che non siano assegnate dal decreto ministeriale a compensazione dei danni rendicontati, sono destinate alle imprese per gli effetti economici subiti a partire dal 1° agosto 2020 e fino alla fine dell'anno.

Viene, inoltre, differito al 31 ottobre 2020 il termine entro cui le imprese devono rendicontare gli effetti economici subiti fino al 31 luglio 2020. 

Trasporto aereo 

Introdotte importanti modifiche alle disposizioni del dl Cura Italia per il settore aereo. Nello specifico, si riduce la quantificazione degli oneri per il 2020 e la relativa copertura finanziaria, portandola da 200 milioni di euro a 190,2 milioni di euro, e vengono quantificati gli oneri per il 2021 in 22,9 milioni di euro in termini di saldo netto da finanziare e in 14,3 milioni di euro in termini di fabbisogno e indebitamento netto.

Inoltre, il dl Agosto prevede che, nel nuovo limite di spesa di 9,8 milioni di euro per il 2020 e 22,9 milioni per l’anno 2021, può essere autorizzato il trattamento straordinario di integrazione salariale per crisi aziendale in favore delle aziende operanti nel settore aereo, in possesso del prescritto Certificato di Operatore Aereo (COA) e titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciata dall’Ente nazionale dell’aviazione civile, che hanno cessato o cessano l’attività produttiva nel corso dell’anno 2020 e che non sono sottoposte a procedure concorsuali alla data della stipulazione dell’accordo.

Sempre in tema di trasporto aereo sono previste due importanti linee strategiche. La prima prevede, in considerazione del protrarsi dello stato di emergenza connesso alla pandemia Covid-19 e al fine di assicurare l’efficienza, la sicurezza e la continuità del trasporto aereo di linea di passeggeri ed evitare un pregiudizio grave e irreparabile alle imprese, che il Ministero dello sviluppo economico sia autorizzato ad erogare a titolo di anticipazione un importo complessivo non superiore a 250 milioni di euro alle imprese titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciata dall'Enac.

La seconda, per le medesime finalità, dà al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti l'autorizzazione ad erogare a titolo di anticipazione un importo complessivo non superiore a 50 milioni di euro alle imprese aventi i requisiti previsti dall'articolo 198 del dl Rilancio, relativo alla istituzione di un fondo per la compensazione dei danni subiti dal trasporto aereo.

Porti e crociere

Per mitigare gli effetti negativi della diffusione del Covid-19, il decreto estende a decorrere dal 1° agosto 2020 e fino al 31 dicembre 2020, alle imprese che esercitano attività di cabotaggio, di rifornimento dei prodotti petroliferi necessari alla propulsione ed ai consumi di bordo delle navi, nonché adibite a deposito ed assistenza alle piattaforme petrolifere nazionali, l’esenzione dagli oneri previdenziali e assistenziali prevista per gli armatori e il personale iscritti nei registro internazionale.

La copertura finanziaria della misura prevede una cifra pari a 35 milioni di euro, di cui 28 milioni per l’anno 2020 e 7 milioni di euro per l’anno 2021.

Aumentano da 30 a 50 milioni di euro le dotazioni del fondo per la compensazione dei danni subiti dal settore del trasporto marittimo di lungo raggio dovuti alla riduzione dei ricavi tariffari tra febbraio e dicembre 2020. 

A proposito di misure di sostegno agli operatori portuali e alle imprese che operano nel settore portuale e marittimo, si prevede:

  • la facoltà per le Autorità di sistema portuale di riconoscere un contributo, pari almeno a 90 euro per ogni turno lavorativo prestato in meno rispetto al corrispondente mese dell'anno 2019, riconducibile alle mutate condizioni economiche degli scali del sistema portuale italiano conseguenti all'emergenza coronavirus;
  • lo stanziamento di 24 milioni di euro per compensare gli ormeggiatori della mancata riscossione, ascrivibile alla pandemia, dei corrispettivi relativi ai servizi effettuati nel periodo compreso tra febbraio e ottobre 2020;
  • la destinazione di 20 milioni di euro per la riduzione dei canoni delle concessioni portuali.

Inoltre, le banchine e le aree scoperte dei porti adibite al servizio passeggeri, compresi i crocieristi saranno esentate dal pagamento dell’IMU.

Venezia 

Il decreto Agosto istituisce l’Autorità per la Laguna di Venezia, attribuendo ad essa la natura di ente pubblico non economico di rilevanza nazionale. Alcune delle sue funzioni sono:

  • l'approvazione del programma triennale per la tutela della laguna di Venezia, del programma unico integrato e del programma di gestione e manutenzione dell'opera Mose,
  • lo svolgimento di attività di progettazione e gestione degli interventi di salvaguardia in ambito lagunare ed il coordinamento e alta sorveglianza sugli interventi di salvaguardia dell'ambito lagunare.
  • la promozione di attività di studio e la ricerca volti alla salvaguardia di Venezia e della sua laguna, favorendo le attività di ricerca applicata, di informazione e didattica.

Veicoli elettrici

Il dl Agosto introduce, in via sperimentale, un incentivo economico per coloro che, entro il 31 dicembre 2021, installano un sistema di riqualificazione elettrica su alcune categorie di veicoli - categorie internazionali M1, M1G, M2, M2G, M3, M3G, N1 e N1G, immatricolati originariamente con motore termico - e procedono alla relativa omologazione del veicolo modificato.

La misura prevede:

  • il riconoscimento di un contributo pari al 60% del costo sostenuto per la riqualificazione del veicolo fino ad un massimo di 3500 euro;
  • un contributo, sempre pari al 60%, delle spese relative all'imposta di bollo per l'iscrizione al pubblico registro automobilistico (PRA), all'imposta di bollo e all'imposta provinciale di trascrizione.

Il budget a disposizione della misura è pari a 3 milioni di euro per l'anno 2020 e 12 milioni di euro per l'anno 2021.

Strada e trasporto su gomma

Incrementata di 400 milioni di euro per il 2020 la dotazione del Fondo per il trasporto pubblico locale (TPL). La somma è ripartita con  decreto del Ministro delle infrastrutture di concerto con quello del MEF, da adottarsi entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, previa intesa in sede di  Conferenza Unificata.

Un nuovo Fondo, con una dotazione di 200 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023, è istituito nello stato di previsione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e per la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli con problemi strutturali di sicurezza.

Con il dl Agosto nasce anche un fondo, con un budget di 20 milioni di euro per l’anno 2020, destinato alle imprese esercenti i servizi di trasporto di persone su strada mediante autobus e non soggetti a obblighi di servizio pubblico, per compensare i danni subiti in ragione dei minori ricavi registrati, in conseguenza delle misure di contenimento e di contrasto all’emergenza da Covid-19. Il periodo di riferimento va dal 23 febbraio al 31 dicembre 2020.

Sempre in materia di trasporto passeggeri su strada, si amplia lo stanziamento a 53 milioni di euro per l'anno 2020. Si aggiunge, inoltre, una quota pari a 30 milioni di euro delle risorse da destinare al rimborso di rate o canoni di leasing relativi all’acquisto di nuovi autobus effettuati tra gennaio 2018 e febbraio 2020.

Sale a a 35 milioni di euro per l’anno 2020 il fondo, originariamente pari a 5 milioni di euro, destinato alla concessione, fino all'esaurimento delle risorse, di un buono viaggio, da utilizzare per gli spostamenti effettuati a mezzo del servizio di taxi  e NCC utilizzabili per i trasferimenti cittadini dalle categorie sociali svantaggiate con un ampliamento della platea dei fruitori a coloro che versano in stato di difficoltà.

Prorogato dal 31 luglio al 31 ottobre 2020 il termine per il versamento della tassa automobilistica, senza l'applicazione di sanzioni e interessi, per i veicoli concessi in locazione a lungo termine senza conducente. Questo termine riguarda i periodi tributari in scadenza nei primi nove mesi del 2020, in luogo del primo semestre 2020.

Incrementata di 5 milioni di euro l'autorizzazione per la deduzione di spese non documentate come misura di riduzione del reddito imponibile in favore dell’autotrasporto. Si prevede poi, il riversamento all’entrata del bilancio delle somme eccedenti, rimaste nella disponibilità dei soggetti a cui erano state assegnate, incassate a decorrere dal 1° gennaio 2019 per la riduzione compensata dei pedaggi autostradali, per la sua riassegnazione ad iniziative dell’Albo nazionale degli autotrasportatori.

> Decreto Agosto: tutte le misure a favore del turismo

Autotrasporti e agevolazioni 2020

Sulla base delle risorse messe a disposizione dal dl Agosto, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha intanto reso noti gli importi delle misure agevolative riguardanti le deduzioni forfetarie per spese non documentate riconosciute a favore degli autotrasportatori, riguardanti il periodo d’imposta 2019.

Grazie all’incremento dei fondi disposto dall’articolo 84 del dl n. 104-2020, le agevolazioni previste per gli autotrasportatori nel 2020, restano invariate rispetto a quelle stabilite per l’anno precedente.

Nello specifico:

  • per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto terzi) la deduzione forfetaria per spese non documentate nella misura di 48 euro, che spetta una sola volta per ogni giorno di trasporto, indipendentemente dal numero dei viaggi;
  • per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede la ditta spetta una deduzione pari al 35% di quello riconosciuto per gli stessi trasporti oltre il territorio comunale, ossia 16,8 euro.

A proposito di quest'ultima tipologia, la deduzione va riportata nei quadri RF e RG dei modelli Redditi Pf 2020 e Redditi Sp 2020, utilizzando nel rigo RF55 i codici 43 e 44 e nel rigo RG22 i codici 16 e 17. Tali codici si riferiscono, rispettivamente, alla deduzione per i trasporti interni al Comune e a quella per i trasporti oltre tale ambito. 

Autotrasporto: gli incentivi per il rinnovo del parco veicolare

Consulta il testo della legge di conversione del decreto Agosto - Legge n. 126-2020

ll testo del decreto Agosto coordinato con la legge di conversione

Per leggere il contenuto prego
o