Decreto rinnovabili: le graduatorie del quinto bando

Incentivi rinnovabili - Foto di Bruno Glätsch da PixabayIl GSE pubblica le graduatorie delle domande inviate per partecipare ai registri e alle aste del quinto bando a valere sul decreto rinnovabili. 

Decreto rinnovabili: cosa c’è da sapere per accedere agli incentivi

Il GSE pubblica le graduatorie degli impianti iscritti ai registri e alle aste per il quinto dei sette bandi previsti dal decreto del 4 luglio 2019, meglio noto come decreto rinnovabili.

Le richieste di accesso agli incentivi per gli impianti ammessi devono essere presentate tramite il Portale FER-E entro 30 giorni solari dalla data di entrata in esercizio.

Le graduatorie del quinto bando

711 domande presentate per il quinto bando, di cui:

  • richieste in posizione tale da rientrare nel relativo contingente: si tratta di 581 domande; di queste, 17 richieste riguardano le aste (per 97,5 MW di potenza) e 564 l’iscrizione ai registri (per 200,2 MW di potenza);
  • richieste escluse per mancato pagamento dei costi d’istruttoria o per motivi riscontrati dal GSE nella documentazione: si tratta complessivamente 104 domande;
  • richieste in posizione non utile: 18; 
  • rinunce: 9.

Le graduatorie del quinto bando

Le graduatorie dei bandi precedenti

Il primo bando ha visto arrivare in totale 888 domande, di cui:

  • richieste in posizione tale da rientrare nel relativo contingente: si tratta di 335 domande; di queste, 24 richieste riguardano le aste (per 521,5 MW di potenza) e  311 l’iscrizione ai registri (per 66 MW di potenza);
  • richieste escluse per mancato pagamento dei costi d’istruttoria o per motivi riscontrati dal GSE nella documentazione: si tratta complessivamente di 125 domande;
  • richieste in posizione non utile: 385 domande; 
  • rinunce: 46.

Le graduatorie del primo bando

875 le domande presentate per accedere al secondo bando, suddivise a seconda della potenza dell'impianto e del gruppo di appartenenza:

  • richieste in posizione tale da rientrare nel relativo contingente: si tratta di 496 domande su 875 presentate; di queste, 26 richieste riguardano le aste (per 442,4 MW di potenza) e 470 l’iscrizione ai registri (per 79,2 MW di potenza);
  • richieste escluse per mancato pagamento dei costi d’istruttoria o per motivi riscontrati dal GSE nella documentazione: si tratta complessivamente di 111 domande;
  • richieste in posizione non utile: 232 domande; 
  • rinunce: 38.

Le graduatorie del secondo bando

687 le domande complessivamente inviate per il terzo bando, di cui: 

  • richieste in posizione tale da rientrare nel relativo contingente: si tratta di 492 domande; di queste, 20 richieste riguardano le aste (per 337 MW di potenza) e 472 l’iscrizione ai registri (per 96,8 MW di potenza);
  • richieste escluse per mancato pagamento dei costi d’istruttoria o per motivi riscontrati dal GSE nella documentazione: si tratta complessivamente di 114 domande;
  • richieste in posizione non utile: 72 domande;
  • rinunce: 10.

Le graduatorie del terzo bando

742 domande presentate per il quarto bando, di cui:

  • richieste in posizione tale da rientrare nel relativo contingente: si tratta di 546 domande; di queste, 16 richieste riguardano le aste (per 306,6 MW di potenza) e 530 l’iscrizione ai registri (per 159 MW di potenza);
  • richieste escluse per mancato pagamento dei costi d’istruttoria o per motivi riscontrati dal GSE nella documentazione: si tratta complessivamente 128 domande;
  • richieste in posizione non utile: 57; 
  • rinunce: 13.

Le graduatorie del quarto bando

Foto di Bruno Glätsch da Pixabay