Il programma EU4Health entra in vigore

 

Eu4HealthCon la pubblicazione del Regolamento 2021/522 sulla Gazzetta europea del 26 marzo, il nuovo programma europeo EU4Health entra ufficialmente in vigore, applicandosi in modo retroattivo dal 1 gennaio 2021.

Così l’UE vuole rafforzare le catene di approvvigionamento di medicinali

Taglio del nastro per EU4Health, il nuovo programma pluriennale dell’Unione europea che con i suoi 5,1 miliardi mira a rafforzare ed innovare i sistemi sanitari europei, anche alla luce dell'esperienza Covid.

Sulla Gazzetta ufficiale europea (GUE) del 26 marzo, infatti, è stato pubblicato il Regolamento 2021-522 del Parlamento e del Consiglio del 24 marzo 2021 che istituisce ufficialmente EU4Health, prevedendone l’applicazione retroattiva a partire dal 1 gennaio 2021.

Cos’è EU4Health?

Nato sulla scia della pandemia, EU4Health è il nuovo programma UE che si inserisce nell'ambito del Recovery Plan e del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 con l'obiettivo di aumentare la resilienza dei sistemi sanitari, promuovendo l'innovazione nel settore. Il programma, infatti, avrà il compito di colmare le lacune evidenziate dalla crisi del Coronavirus e garantire che i sistemi sanitari dell'UE siano sufficientemente resilienti per far fronte a nuove e future minacce per la salute.

In tale contesto EU4Health è il più grande programma sanitario mai varato dell'UE che va ad operare in un settore, quello della salute, in cui l'Europa è stata finora tradizionalmente debole. In altri termini, per usare le parole della Commissaria Stella Kyriakides, EU4Health è “il fondamento di un'Unione Europea della Salute resiliente e forte. È la nostra risposta alle lacune rivelate dalla pandemia Covid-19 e all'urgente necessità di modernizzare i sistemi sanitari dell'UE”.

Il programma ha una dotazione di 5,1 miliardi di euro, di cui almeno il 20% è destinato alla prevenzione delle malattie e alla promozione della salute.  

Il 12,5% del budget, invece, sarà utilizzato negli appalti che integrano le scorte nazionali di prodotti essenziali rilevanti per la crisi a livello UE e un altro 12,5% andrà a ​​sostegno degli impegni globali e delle iniziative sanitarieUn ulteriore 8% è destinato alle spese amministrative, mentre il resto dovrebbe essere assegnato nei prossimi anni.  

Eu4health sarà attuato tramite la definizione di programmi di lavoro annuali che definiscono, in particolare:

  • Le azioni da intraprendere, compresa la ripartizione indicativa delle risorse;
  • L’importo globale destinato alle operazioni di finanziamento misto;
  • Le azioni ammissibili.

Cosa prevede il programma EU4Health?

Il programma prevede tre obiettivi generali. Il primo è quello di proteggere i cittadini europei da gravi minacce sanitarie transfrontaliere e migliorare la capacità di gestione delle crisi attraverso la creazione di:

  • Riserve di forniture mediche per le crisi;
  • Una riserva di personale sanitario ed esperti che possono essere mobilitati per rispondere alle crisi in tutta l'Unione;
  • Una maggiore sorveglianza delle minacce per la salute

Il secondo obiettivo, invece, mira a rendere disponibili e accessibili prodotti come i medicinali, i dispositivi medici e altri strumenti rilevanti per le crisi sanitarie. Ma anche sostenere l'uso prudente ed efficiente degli antimicrobici, nonché promuovere l'innovazione medica e farmaceutica e una produzione più verde.

Infine il terzo obiettivo generale prevede di rafforzare i sistemi sanitari in modo che siano in grado di affrontare epidemie e sfide a lungo termine stimolando:

  • La prevenzione delle malattie e la promozione della salute in una popolazione che invecchia;
  • La trasformazione digitale dei sistemi sanitari;
  • L’accesso all'assistenza sanitaria per i gruppi vulnerabili.

Il programma sosterrà anche azioni legate alla sanità elettronica e alla creazione di un Spazio europeo per gli “health data” per promuovere uno scambio migliore e un accesso più ampio a diverse tipologie di dati sanitari come le cartelle cliniche elettroniche o i dati genomici, supportando sia la fornitura di assistenza sanitaria (il cosiddetto uso primario dei dati), sia la ricerca sanitaria e di policy making (cosiddetto utilizzo secondario dei dati).   

Grazie ad EU4Health, inoltre, sarà sostenuta la promozione dell'accesso a un'assistenza sanitaria di qualità, compreso l'accesso all'assistenza sanitaria sessuale e riproduttiva, il miglioramento della salute mentale e l'accelerazione della lotta contro il cancro.

I finanziamenti di EU4Health

Il programma fornirà diverse tipologie di finanziamenti, soprattutto sovvenzioni, premi e appalti.

Per quanto riguarda le sovvenzioni (grants), esse potranno essere utilizzate anche in combinazione con finanziamenti della Banca europea per gli investimenti (BEI), banche nazionali di promozione o altre istituzioni finanziarie pubbliche o di sviluppo, nonché in combinazione con finanziamenti da istituzioni finanziarie del settore privato e da investitori del settore pubblico o privato, anche attraverso partenariati pubblico-pubblico o pubblico-privato.

In genere le sovvenzioni non supereranno il 60% dei costi ammissibili per un'azione relativa a un obiettivo del programma o per il funzionamento di un organismo non governativo. Il contributo UE potrà raggiungere però l'80% dei costi ammissibili nel caso di azioni con un chiaro valore aggiunto per l'Unione che abbiano un'utilità eccezionale, dove:

  • Almeno il 30% del bilancio dell'azione proposta è assegnato agli Stati membri il cui reddito nazionale lordo (RNL) pro capite è inferiore al 90% della media dell'Unione;   
  • All'azione partecipano organismi di almeno 14 Stati membri, di cui almeno quattro con un RNL pro capite inferiore al 90% della media UE.

Chi può partecipare a EU4Health?

Al programma possono prender parte:

  • le persone giuridiche stabilite in uno stato UE, oppure in un paese terzo associato al programma (o in un paese terzo elencato nel programma di lavoro annuale); 
  • Le entità giuridiche create ai sensi del diritto dell'Unione o un'organizzazione internazionale.

Sono invece escluse le persone fisiche.   

Inoltre in casi eccezionali potranno partecipare anche quei soggetti giuridici stabiliti in un paese terzo non associato al programma, qualora tale partecipazione sia necessaria per il raggiungimento degli obiettivi di una determinata azione. In questo caso, chiaramente, tali soggetti sosterranno il costo della loro partecipazione.

I prossimi bandi del work programme Health di Horizon Europe

Le sinergie con gli altri programmi UE 2021-2027

L’ampia connessione e le notevoli sinergie tra programmi diversi che si rincorrono dentro la nuova programmazione europea 21-27, si riscontrano anche in EU4Health. Il programma sulla sanità, infatti, opererà in forte complementarietà con altri fondi UE come:

  • FSE+, per supportare l'accesso alla salute dei soggetti più vulnerabili;
  • FESR, per migliorare le infrastrutture sanitarie regionali;
  • RescEU, per la creazione di scorte di forniture mediche di emergenza. 

A questi si aggiungono infine Horizon Europe, per quanto riguarda la ricerca e l'innovazione sulla salute, e Digital Europe per quanto concerne invece la creazione di un'infrastruttura digitale necessaria per gli strumenti sanitari digitali.

Consulta il regolamento 2021/522 di EU4Health

Per leggere il contenuto prego
o