Con la piattaforma Business Matching di CDP e MAECI è più facile trovare clienti esteri

Foto di Tumisu da Pixabay Grazie alla piattaforma digitale Business Matching realizzata da Esteri e CDP, le imprese italiane interessate all’Asia potranno entrare in contatto con potenziali partner selezionati per loro da un raffinato algoritmo. Se il match proposto interessa, si potrà fare un B2B online, accompagnati anche da un interprete.

Esportare con l’e-commerce: gli ultimi dati e le iniziative dell’ICE da conoscere

Lo strumento è di quelli destinati a migliorare potenzialmente di molto la proiezione delle imprese italiane (soprattutto le PMI) sui complessi mercati asiatici. La piattaforma Business Matching appena lanciata dalla Farnesina e dal Gruppo CDP, infatti, abbina le imprese italiane a quelle estere iscritte nel portale, in base alle loro caratteristiche ed esigenze. A lavorare agli abbinamenti vi è un algoritmo che, in base alle informazioni comunicate dalle imprese, sarà in grado di proporre potenziali partner.

Per ora gli operatori esteri che sarà possibile trovare su Business Matching sono solo quelli di Cina, Giappone e India. A partire però dal prossimo anno, la piattaforma allargherà la sua operatività al Sud-est asiatico e progressivamente ad altri Paesi, sulla base delle priorità espresse dalla Cabina di Regia per l’Internazionalizzazione coordinata dal MAECI insieme al Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE).

Come funziona il Fondo 394 SIMEST per l'internazionalizzazione?

Come funziona Business Matching

Il portale (in otto lingue) prevede un'iscrizione gratuita dell’impresa italiana, invitata a indicare le proprie esigenze di business e il profilo delle controparti estere che desidera incontrare. 

A parte un primo periodo durante il quale la piattaforma si “riempirà” di profili e contenuti, una volta che Business Matching sarà entrata a regime, le aziende italiane iscritte inizieranno a ricevere periodicamente la notifica di possibili abbinamenti con le controparti e la relativa percentuale di affinità sulla base del proprio profilo.

Dentro alla piattaforma sarà quindi possibile visionare le informazioni sull’impresa estera e scegliere se accettare o meno il contatto proposto dall’algoritmo.

A quel punto, in caso di esito positivo, si potrà fissare un incontro virtuale in uno spazio dedicato (virtual room) all’interno della piattaforma con disponibilità di un interprete.

A latere della funzione di matching, la piattaforma offre anche alle imprese registrate la possibilità di partecipare a eventi e webinar per approfondire temi di interesse su Paesi e mercati e mette a disposizione - grazie al lavoro di un team editoriale - news, storie di successo e interviste con esperti dei principali settori target.

Alta l’attenzione sulla cybersecurity, con il portale che infatti - confermano da CDP - è allineato ai più alti standard di sicurezza informatica.

Alla piattaforma Business Matching si potrà accedere sia dai siti web di CDP e SIMEST, sia attraverso il portale del MAECI dell’export e dell’internazionalizzazione Export.Gov.it.

Con Access2Procurement, l’UE aiuta le imprese a partecipare alle gare internazionali

Foto di Tumisu da Pixabay