FASI: Funding Aid Strategies Investments

Approvato il POR FESR Piemonte 2021-2027

 

POR FESR e FSE+ Piemonte 2021-2027Dopo l'ok della Commissione UE al nuovo Programma operativo del Fondo sociale europeo Plus (POR FSE+), che conta già diversi bandi attivi, arriva anche il via libera alla programmazione del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (POR FESR) 2021-27.

Intervista a Paolo Furno di Regione Piemonte sui bandi FESR 21-27 per le imprese

Di seguito una panoramica sui POR FESR e POR FSE+ del Piemonte che stanziano complessivamente oltre 2,8 miliardi di euro per il settennato 2021-2027.

Cosa finanzia il POR FESR Piemonte 2021-2027?

L'11 ottobre la Commissione europea ha approvato ufficialmente il Programma operativo regionale del Fondo europeo per lo sviluppo regionale 2021-27, che stanzia quasi 1,5 miliardi di euro, oltre 500 milioni in più rispetto al periodo 2014-20.

Articolate in 4 obiettivi, le risorse del PR Piemonte FESR 2021-2027 serviranno a sostenere attività di ricerca, sviluppo e innovazione, la competitività e transizione digitale delle imprese piemontesi (oltre 800 milioni), la transizione ecologica e la mobilità urbana sostenibile (475 milioni di euro) con misure specifiche nel campo dell’energia, progetti di sviluppo territoriale delle comunità locali (140 milioni di euro) e interventi di potenziamento delle competenze (20 milioni di euro in sinergia con il Fondo sociale europeo Plus).

"La manifattura d’eccellenza, l’automotive, l’aerospazio, la chimica, i semiconduttori sono alcuni dei settori in cui si andrà a investire per un gioco di squadra con il sistema imprenditoriale piemontese quanto mai utile per far crescere il nostro tessuto produttivo”, hanno dichiarato gli assessori regionali Andrea Tronzano (Sviluppo delle attività produttive) e Fabrizio Ricca (Internazionalizzazione).

“Una cifra importante, della quale poco meno di 500 milioni di euro saranno destinati a progetti nel campo della transizione ecologica, della mobilità urbana sostenibile e dell’energia, temi oggi più che mai cruciali alla luce dei cambiamenti climatici in atto e della crisi energetica con la quale ci stiamo confrontando.  Fondi che ci permetteranno di scaricare a terra altri progetti, in aggiunta a quelli presentati a valere sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e che ci consentiranno di proseguire sulla strada della transizione ecologica. Vogliamo costruire un nuovo Piemonte più sostenibile e più digitale con l’obiettivo di far crescere l’economia della nostra regione”, ha dichiarato l'assessore all'Ambiente, energia e innovazione, Matteo Marnati.

Il testo ufficiale del programma sarà disponibile a breve sui siti istituzionali.

Consulta le slide

Cosa finanzia il POR FSE+ Piemonte 2021-2027. Ecco i bandi aperti

Per il settennato 2021-27 il Programma operativo del Fondo sociale europeo Plus - approvato durante l'estate dalla Commissione europea - può contare su un budget di oltre 1,3 miliardi di euro, ripartiti tra 5 priorità:

  • Priorità I - Occupazione (173,5 milioni di euro)
  • Priorità II - Istruzione e formazione (circa 354 milioni di euro)
  • Priorità III - Inclusione sociale (386 milioni di euro)
  • Priorità IV - Occupazione giovanile (352 milioni di euro)
  • Priorità V - Assistenza tecnica (oltre 52,7 milioni di euro)

La Priorità I prevede interventi per migliorare l'accesso al mercato del lavoro, con particolare attenzione all'occupazione femminile, che vanno di pari passo con le misure a sostegno dei sistemi di istruzione e formazione (Priorità II), dell'accesso ai servizi socio-sanitari (Priorità III) e dell'occupazione giovanile (Priorità IV).

La Priorità V, invece, prevede attività a favore dell’efficacia e dell’efficienza del programma.

Al momento i bandi FSE+ Piemonte attivi finanziano:

Consulta la scheda di sintesi del programma

Consulta le slide

Complementarietà e sinergie con il PNRR

La complementarietà tra gli interventi previsti dai due POR è un aspetto fondante della nuova programmazione di fondi europei 2021-2027.

Entrambe i programmi si 'richiamano' a vicenda, come nel caso delle misure destinate al rafforzamento delle competenze delle persone, previste sia dal POR FESR che dal Programma FSE+.

Non mancano poi le sinergie con il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), nel campo delle politiche attive del lavoro, della transizione digitale delle imprese, del trasferimento tecnologico, ecc.

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o