Cosa finanzierà il prossimo work programme di EU4Health? L’UE lancia la consultazione pubblica

 

Source: EC - Audiovisual Service - Photographer: Aurore Martignoni Fino al 28 agosto imprese, istituzioni, ricerca e società civile possono dire la loro sulle priorità che dovranno essere finanziate dal work programme 2022 di EU4Health, il programma da 5,1 miliardi nato per rafforzare ed innovare i sistemi sanitari europei.

Cosa prevede il programma europeo EU4Health?

Dopo la pubblicazione del primo work programme annuale di EU4Health che elenca i bandi 2021 del programma, la Commissione europea è già al lavoro sul 2022. In linea con quanto previsto dal Regolamento, infatti, a inizio luglio Bruxelles ha lanciato una consultazione pubblica verso tutti gli stakeholder potenzialmente interessati al programma sulle priorità che dovranno essere affrontate il prossimo anno da EU4Health

A distanza di poche settimane dalla pubblicazione del primo work programme annuale di EU4Health che elenca i bandi 2021 del programma, la Commissione europea è già al lavoro sul 2022.

In linea con quanto previsto dal Regolamento, infatti, a inizio luglio Bruxelles ha lanciato una consultazione pubblica verso tutti gli stakeholder potenzialmente interessati al programma sulle priorità che dovranno essere affrontate il prossimo anno da EU4Health.

I temi della consultazione su EU4Health

Il questionario online - di facilissima compilazione - verte essenzialmente su due temi:

  • Le priorità e gli orientamenti strategici del programma di lavoro annuale;
  • Le esigenze da affrontare mediante il programma di lavoro annuale ed i risultati che devono essere raggiunti.

Sul primo fronte (i bisogni più urgenti da affrontare nella prossima programmazione 2022 e oltre), le risposte tra cui scegliere sono cinque:

  • Preparazione alla crisi;
  • Prevenzione delle malattie e promozione della salute;
  • Sistemi sanitari e personale sanitario;
  • Salute digitale;
  • Cancro.

Sul secondo invece (gli obiettivi più importanti da raggiungere con i finanziamenti EU4Health) gli stakeholder possono scegliere tra:

  • Prevenzione delle malattie e promozione della salute;
  • Prevenzione, preparazione e risposta alle minacce sanitarie transfrontaliere;
  • Migliorare la disponibilità, l'accessibilità e l'accessibilità dei medicinali, dei dispositivi medici e dei prodotti rilevanti per le crisi;
  • Integrare lo stoccaggio nazionale di prodotti essenziali rilevanti per la crisi;
  • Costituire una riserva di personale medico, sanitario e di supporto;
  • Rafforzare i dati sanitari, gli strumenti e i servizi digitali, la trasformazione digitale dell'assistenza sanitaria;
  • Migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria;
  • Sviluppo e attuazione della legislazione sanitaria dell'UE e sostegno al processo decisionale basato su dati oggettivi;
  • Sostenere il lavoro integrato tra i sistemi sanitari degli Stati membri;
  • Iniziative e cooperazione sanitaria internazionale.

Al sondaggio - cui possono partecipare anche i privati cittadini - si rivolge soprattutto a cinque categorie di portatori di interesse:

  • Organizzazioni che rappresentano i pazienti, la società civile e altre parti attive nella sanità pubblica e nelle questioni sociali;
  • Operatori sanitari;
  • Ricercatori, mondo accademico e reti di esperti;
  • Imprese e loro associazioni;
  • Autorità degli Stati membri.

Il questionario resterà online fino al 28 agosto 2021. I risultati saranno riassunti e pubblicati sulla pagina web dedicata e verranno presi in considerazione nel corso degli ulteriori lavori sul programma di lavoro 2022.

Source: EC - Audiovisual Service - Photographer: Aurore Martignoni 

Per leggere il contenuto prego
o