Fondi UE – call per progetti di incubazione nei settori moda e turismo

 

Progetti incubazione moda e turismo - Photo credit: UNIFORM StudioIl bando vuole sostenere la creazione di reti transnazionali di incubatori d’impresa per sostenere startup e PMI dei settori moda e turismo.

Legge Bilancio – UE, ok agevolazioni per investire in startup e PMI

Turismo - Legge 128-2017 per valorizzazione ferrovie e mezzi storici

L’EASME, Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese della Commissione europea, lancia, nell'ambito del Programma COSME, un invito a presentare proposte per progetti di incubazione nei settori della moda e del turismo.

Programma COSME

Dotato di un budget di oltre 2,2 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, il programma UE COSME intende incrementare la competitività delle imprese, con particolare riferimento alle PMI, incoraggiando la cultura imprenditoriale e promuovendo la creazione di nuove imprese.

La Commissione europea prevede che il programma contribuirà ad incrementare il Pil dell'Ue di 1,1 miliardi di euro ogni anno. L'accesso ai finanziamenti sarà più facile per gli imprenditori, in particolare per coloro che sono disposti ad avviare attività transfrontaliere, con un aumento di 3,5 miliardi di euro all'anno in prestiti aggiuntivi e/o in investimenti per le aziende europee.

Bando per progetti di incubazione nei settori moda e turismo

Obiettivo della call è sostenere la creazione di reti transnazionali di incubatori e acceleratori d’impresa che sappiano integrare la creatività delle imprese creative e culturali con la scienza e le ultime novità tecnologiche, fornendo al contempo il sostegno necessario alle PMI e alle startup che si occupano di moda e turismo.

Il bando, da 2,6 milioni di euro, si rivolge a soggetti pubblici e privati, anche dell’ambito no-profit. Ad esempio, potranno presentare il proprio progetto incubatori di imprese, acceleratori, laboratori, università o istituti scolastici, centri di ricerca e altre organizzazioni che forniscono sostegno alle PMI e alle startup, in particolare nella loro fase di avvio.

I beneficiari dovranno formare un consorzio (network), composto da almeno 4 soggetti di 3 Paesi diversi.

Creatività, cultura, internazionalizzazione e tecnologia sono i fattori chiave dei due ambiti di intervento in cui si articola la call:

  • FashionTech: l’obiettivo è sostenere quei progetti innovativi incentrati su prodotti e materiali, la vendita al dettaglio e il marketing;
  • Turismo: i progetti, in questo caso, dovranno favorire l’innovazione in specifici settori (turismo d’affari o culturale) o l’intera filiera culturale e creativa.

Le finalità trasversali ai due temi sono rafforzare la collaborazione transnazionale tra le reti di incubatori, acceleratori e le organizzazioni a cui si rivolge il bando e fornire un sostegno alle startup innovative e alle PMI per accrescere il loro ambito d’azione.

Prevista la concessione di contributi fino a un massimo del 75% delle spese ammissibili.

C’è tempo fino al 19 ottobre 2017 per presentare le domande.

> Tutte le info sul bando 

Per leggere il contenuto prego
o