AIIB - al via operazioni Banca asiatica per infrastrutture

 

La Banca asiatica di investimento per le infrastrutture è ufficialmente operativa

Inaugural Ceremony - photocredit AIIB

Le riunioni inaugurali del Consiglio dei governatori e del Consiglio di amministrazione della Banca asiatica di investimento per le infrastrutture hanno dato il via alla fase di operatività dell'istituto.

Consiglio dei governatori e Consiglio d'amministrazione al lavoro

Il Consiglio dei governatori, che si è riunito per la prima volta il 16 e 17 gennaio, ha dichiarato ufficialmente aperta l'attività della banca. Hanno partecipato all'incontro 30 governatori, che rappresentano oltre il 74% del capitale allocato. Insieme a loro, anche gli osservatori di 27 Paesi che stanno ancora completando il processo di adesione all'istituto.

Durante la riunione i governatori hanno approvato lo statuto, le regole e i codici di comportamento della Banca e hanno eletto Jin Liqun primo presidente dell'AIIB, che manterrà il suo ruolo per un periodo di cinque anni. Contestualmente, i governatori hanno nominato il Consiglio di amministrazione della Banca, che si è insediato a Pechino il 17 gennaio.

Il Consiglio di amministrazione è composto da 12 direttori, di cui 9 rappresentano i membri regionali e gli altri 3 rappresentano i membri non regionali. Appena insediatosi a Pechino, il Cda ha convocato la sua prima riunione, presieduta dal neo eletto presidente Jin Liqun.

Nel corso dell'incontro il Consiglio di amministrazione ha approvato le politiche chiave necessarie all'avvio delle attività della banca, tra cui:

  • il piano aziendale e il bilancio 2016,
  • le politiche dell'AIIB in materia di compensazione e benefici, finanza e prezzi, appalti pubblici e privati, operazioni di finanziamento,
  • la politica ad interim per l'informazione pubblica.

Il Consiglio ha infine discusso la bozza del quadro strategico ambientale e sociale, prevedendone l'approvazione finale entro la fine di febbraio, oltre che il processo e il calendario per l'ammissione di nuovi membri.

Il Consiglio di amministrazione dovrebbe riunirsi ogni trimestre.

La Banca asiatica di investimento per le infrastrutture

Processo di creazione

Le discussioni tra i potenziali membri fondatori (Prospective Founding Members, PFM) sulla creazione dell'AIIB sono iniziate con il primo Chief Negotiators' Meeting (CNM) - la riunione dei principali negoziatori - a Kunming (Cina) a novembre 2014.

I colloqui sulla proposta di statuto sono stati avviati al secondo CNM, che si è tenuto a Mumbai, in India, gennaio 2015. Lo statuto è stato ulteriormente discusso nel corso della terza e e della quarta riunione, che si sono tenute, rispettivamente, ad Almaty (Kazakistan), a marzo 2015, e a Pechino (Cina), ad aprile 2015. Il testo finale dello statuto è stato infine adottato il 22 maggio 2015 al quinto meeting negoziale, a Singapore.

I rappresentanti dei 57 potenziali membri fondatori si sono riuniti il 29 giugno 2015 a Pechino per una cerimonia di firma dello statuto. A firmare effettivamente il documento in quell'occasione sono stati 50 Paesi: Australia, Austria, Azerbaijan, Bangladesh, Brasile, Brunei Darussalam, Cambogia, Cina, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Islanda, India, Indonesia, Iran, Israele, Italia, Giordania, Kazakistan, Repubblica di Corea, Kirghizistan, Laos, Lussemburgo, Maldive, Malta, Mongolia, Myanmar, Nepal, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Oman, Pakistan, Portogallo, Qatar, Regno Unito, Russia, Arabia Saudita, Singapore, Spagna, Sri Lanka, Svezia, Svizzera, Tagikistan, Turchia, Uzbekistan e Vietnam. Gli altri 7 - Danimarca, Filippine, Kuwait, Malesia, Polonia, Sud Africa e Thailandia - hanno firmato il testo tra il 21 agosto e il 31 dicembre 2015, coincidente con il termine ultimo per il riconoscimento dello status di membro fondatore.

Approccio e finalità

L'AIIB definisce il proprio modus operandi con tre parole chiave:

  • snello, con un piccolo ed efficiente team di gestione e del personale altamente qualificato;
  • pulito, con un'organizzazione etica a tolleranza zero per la corruzione;
  • verde, grazie ad un'istituzione costruita sul rispetto per l'ambiente.

Ubicata a Pechino, l'AIIB è un'istituzione finanziaria multilaterale progettata per fornire sostegno finanziario per lo sviluppo delle infrastrutture in Asia.

Investendo nel settore infrastrutturale e in altri comparti produttivi del continente, la banca intende:

  • promuovere lo sviluppo economico sostenibile,
  • creare ricchezza,
  • migliorare la connettività,
  • potenziare la cooperazione regionale e il partenariato con le altre istituzioni di sviluppo multilaterali e bilaterali.
Per leggere il contenuto prego
o