Delega fiscale - Decreto legislativo 147-2015 per crescita e internazionalizzazione

Delega fiscale

Il testo entrerà in vigore il 7 ottobre, ma alcune norme richiederanno provvedimenti attuativi

Potenziamento del ruling, interpello preventivo per i grandi investimenti, agevolazioni per il rientro dei cervelli in Italia. Sono alcune delle novità previste dal decreto legislativo n. 147-2015 in materia di fiscalità internazionale, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 22 settembre.

Il testo rientra tra i provvedimenti attuativi della legge n. 23-2014, che delega il Governo ad approvare una serie di misure per rendere il sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita. In particolare, il decreto legislativo n. 147-2015 mira a ridurre i vincoli previsti per le operazioni transfrontaliere e a creare un quadro normativo stabile e trasparente per gli investitori.

Alcune delle misure previste dal Dlgs saranno operative da subito, tra cui la norma sulla deducibilità dei costi per operazioni con controparti domiciliate in paradisi fiscali.

Altre novità richiedono successivi provvedimenti del Ministero dell'Economia e dell'Agenzia delle Entrate, come le norme sui ruling internazionali, l'interpello preventivo per i grandi investimenti e l'agevolazione fiscale per il rientro dei "cervelli" in Italia.

Ruling internazionali

Tra le maggiori novità introdotte dal decreto vi è il rafforzamento dei ruling internazionali, cioè gli accordi preventivi tra fisco e imprese. Tali accordi potranno riguardare ambiti quali:

  • la disciplina dei prezzi di trasferimento infragruppo,
  • l’attribuzione di utili e perdite alle stabili organizzazioni,
  • la valutazione preventiva dei requisiti che configurano una stabile organizzazione situata nel territorio italiano,
  • l’individuazione delle norme sull’erogazione o la percezione di dividendi, royalties, interessi e altri componenti reddituali a o da soggetti non residenti.

Tali accordi saranno vincolanti nel periodo d'imposta durante il quale sono stipulati e nei quattro successivi.

La richiesta di accordo preventivo dovrà essere presentata al competente Ufficio dell'Agenzia delle Entrate, con le modalità che saranno stabilite con un successivo provvedimento del direttore dell'Agenzia stessa.

Interpello sui nuovi investimenti

Il decreto prevede inoltre l'istituto dell'interpello a favore delle società che vogliano ottenere maggiori certezze sui profili fiscali dei propri piani di sviluppo prima di effettuare nuovi investimenti in Italia. La possibilità di presentare un'istanza di interpello è ammessa, però, solo per investimenti di valore pari ad almeno 30 milioni di euro.

Nello specifico, i soggetti interessati dovranno presentare un business plan che descriva l’ammontare dell’intervento, i tempi e le modalità di realizzazione, l’incremento occupazionale e i riflessi stimati sul sistema fiscale italiano all’Agenzia delle Entrate, da cui riceveranno una risposta scritta e motivata entro 120 giorni, prorogabili di ulteriori 90 in caso di necessità di ulteriori informazioni.

Le modalità applicative della misura saranno definite con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del Dlgs 147-2015.

Rientro dei cervelli in Italia

Su richiesta del Parlamento il CdM ha previsto una norma che incentiva fiscalmente il rientro in Italia di lavoratori con qualifiche elevate.

La misura è riservata ai soggetti che:

  • non siano stati residenti in Italia nei cinque anni precedenti l'accesso all'agevolazione,
  • svolgano una attività lavorativa prevalentemente nel territorio italiano,
  • rivestano ruoli direttivi o comunque una qualifica per la quale sia richiesta un'alta specializzazione e il titolo di laurea,
  • si impegnino a permanere in Italia per almeno due anni.

L'agevolazione consiste in una riduzione del 30%, per cinque anni, del reddito imponibile prodotto sul territorio italiano.

Con decreto del Ministero dell'Economia, da emanarsi entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del Dlgs, saranno adottate le disposizioni di attuazione della misura.

Link
CdM - completata attuazione Delega fiscale
Delega Fiscale - ok a norme per internazionalizzazione imprese
Decreto legislativo n. 147-2015

Author: //www.flickr.com/photos/[email protected]/">efile989 photo on flickr