FRI - DM 3 luglio 2015, finanziamenti agevolati per imprese e cooperative sociali

 

Imprese sociali

Si attende il decreto attuativo del MISE con criteri e modalità di accesso alle agevolazioni

In Gazzetta ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 3 luglio 2015 che istituisce un regime di aiuto per la diffusione e il rafforzamento dell'economia sociale, a valere sul Fondo Rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI).

All'inizio di agosto il CIPE ha stanziato 200 milioni per le cooperative e le imprese sociali attraverso il FRI. La disciplina del nuovo regime di aiuto è affidata al decreto del 3 luglio 2015, pubblicato il 26 settembre in Gazzetta ufficiale, che prevede finanziamenti agevolati per programmi di investimento finalizzati alla creazione o allo sviluppo di imprese sociali avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione.

Le imprese e le cooperative sociali devono disporre di una delibera di finanziamento adottata da una banca per la copertura finanziaria del programma di investimenti proposto. Al finanziamento agevolato, di durata non superiore a 15 anni e con un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno, deve infatti affiancarsi un finanziamento ordinario a tassi di mercati erogato da un istituto di credito.

I programmi di investimento, da ultimare entro 36 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento, devono prevedere spese ammissibili non inferiori a 200mila euro e non superiori a 10 milioni di euro.

I finanziamenti agevolati sono erogati dalla banca in non più di sei soluzioni, più l'ultima a saldo, in relazione agli stati di avanzamento del programma, fatta salva l'eventuale erogazione in anticipazione.

Criteri e modalità per l'accesso ai finanziamenti saranno stabiliti con successivo decreto del Ministero dello Sviluppo economico, di concerto con i Ministeri dell'Economia e del Lavoro. I termini per la presentazione della domanda di agevolazione, invece, saranno definiti con provvedimento della Direzione generale per gli incentivi alle imprese del MISE.

In ogni caso, le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

Link
MISE: Circolare 3677-C-2015, riconoscimento startup innovative a vocazione sociale-SIAVS

Impresa sociale: un fondo rotativo per finanziamenti agevolati

Author: Fgull / photo on flickr

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o