Zone Franche Urbane - ZFU: decreto 21 gennaio 2014, agevolazioni estese a imprese Puglia

 

Puglia - foto di FreddyballoPubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto interministeriale del 21 gennaio 2014 che estende a 11 zone franche urbane della Puglia le agevolazioni fiscali previste dal decreto-legge n. 179/2012 (Dl Crescita 2.0).

 

Il testo introduce modifiche e integrazioni al decreto interministeriale del 10 aprile 2013, con cui venivano stabilite le modalità di accesso alle agevolazioni fiscali e contributive previste dal Dl Crescita 2.0 per le micro e piccole imprese delle zone franche urbane ricadenti nell'Obiettivo Convergenza e per quelle della provincia di Carbonia-Iglesias.

In particolare, il nuovo decreto prevede uno stanziamento pari a 60 milioni di euro, a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013, per ammettere alle agevolazioni fiscali le imprese operanti in 11 zone franche urbane ricadenti nel territorio della Regione Puglia:

  • ZFU di Andria;
  • ZFU di Barletta;
  • ZFU di Foggia;
  • ZFU di Lecce;
  • ZFU di Lucera;
  • ZFU di Manduria;
  • ZFU di Manfredonia;
  • ZFU di Molfetta;
  • ZFU di San Severo;
  • ZFU di Santeramo in Colle;
  • ZFU di Taranto.

Con apposito bando del Ministero dello Sviluppo economico saranno adottate le disposizioni di attuazione dell’intervento, che includono il modello per la richiesta degli incentivi e le indicazioni circa le modalità e i termini di presentazione della domanda.

Le agevolazioni previste dal dl 179-2012 sono:

  • esenzione dalle imposte sui redditi (IRPEF, IRES);
  • esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP);
  • esenzione dall’imposta municipale propria (IMU);
  • esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

Links

Decreto interministeriale del 21 gennaio 2014

Per leggere il contenuto prego
o