OpenSpending e Easy CTP – le mappe delle finanze pubbliche

 

World map - Photo credit: Free Grunge Textures - www.freestock.ca via Foter.com / CC BYOpenSpending è la banca dati open source sulle finanze pubbliche di tutto il mondo. Easy CPT semplifica il  monitoraggio dei conti pubblici territoriali italiani. 

Fondi europei - PE, no a vincoli su strumenti finanziari e sovvenzioni

Fondi europei – Programma complementare al PON Governance 2014-2020

OpenSpending: come nasce e a cosa serve

Pensata come una risorsa per tutti coloro che desiderano trovare informazioni e discutere questioni di finanza pubblicaOpenSpending è una piattaforma gratuita e open source che, tramite una immensa quantità di opendata, permette di analizzare a livello globale i numeri delle finanze pubbliche, in termini di budget, spesa, bilanci, appalti, ecc.

Originariamente lanciata nel 2009 come “Where does my money go” (Dove va il mio denaro), nel 2011 OpenSpending ha unito le forze con altri progetti simili e si è ampliata per diventare ciò che è attualmente.

Oggi, il database di OpenSpending dispone di 1104 set di dati per oltre 28 milioni di inserimenti. Questi numeri coprono attualmente le informazioni finanziarie di 75 Paesi nel mondo.

Oltre al sito principale, esistono oggi più di 30 siti locali (che interessano Paesi come il Brasile, il Nicaragua, il Camerun, la Bosnia, etc.) alimentati anch'essi dai dati di OpenSpending.

OpenSpending - Fonte openspending.org

Come collaborare

Esiste una community che alimenta il database di OpenSpending. I gestori del sito invitano tutti i possibili soggetti interessati da ogni parte del mondo a collaborare al progetto. Oltre a partecipare alle discussioni del forum, gli utenti registrati possono:

  • contribuire al cosidetto Pacchetto standard sui dati fiscali, ovvero set di dati con specifiche tecniche semplici e utili a descrivere i dati di bilancio e di spesa dei governi mondiali,
  • contribuire allo sviluppo di OpenSpending Next, la nuova versione della piattaforma attualmente in cantiere, che renderà disponibile una serie di strumenti per il caricamento, la ricerca, l'analisi e la visualizzazione dei dati,
  • caricare i propri dati, contribuendo così ad aumentare le fonti da cui provengono le informazioni finanziarie. Il processo è semplice: basta aprire un nuovo post con titolo, descrizione e modalità di interpretazione e fornire un link ai dati. A quel punto il team di OpenSpending analizzerà i dati e ne valuterà l'apporpriatezza. In caso di esito di valutazione positivo, la piattafoma disporrà l'acquisizione dei dati nel proprio database.

I dataset per l'Italia

Per l'Italia il database di OpenSpending contiene 23 serie di dati. Si va dalle serie di dati strettamente locali - relative a Comuni italiani, quali: Bologna, Trento e Cento (FE) - fino a quelle su dati regionali e nazionali, quali:

  • Conti Pubblici Territoriali – Entrate Conti pubblici regionali italiani
  • CPT Pubblica Amministrazione Italiana 2006-2010
  • Conti Pubblici Territoriali - Spese per Settore CPT - Settore Pubblico Allargato
  • Conti Pubblici Territoriali – Spese
  • Conti Pubblici Territoriali – Entrate
  • Conti Pubblici Territoriali – Ricavi
  • Aiuti di Stato ai settori finanziari approvati dalla CE
  • Appalti pubblici in Italia

Come si può notare la maggioranza dei dataset riguarda i Conti Pubblici Territoriali (CPT).

> OpensSpending - Dataset for Italy 

CPT: il database dell'Agenzia per la Coesione Territoriale

Proprio per monitorare i Conti Pubblici Territoriali esiste in Italia il Sistema CPT, gestito dall'Agenzia per la Coesione Territoriale, che misura i flussi finanziari pubblici a livello regionale. Per rendere facilmente accessibili le complesse informazioni elaborate dal questo sistema l'Unità Tecnica Centrale dei CPT ha recentemente ideato un ulteriore strumento di monitoraggio: Easy CPT.

Easy CPT ha l’obiettivo di mostrare, attraverso visualizzazioni grafiche di facile interpretazione, come si distribuiscono le diverse voci di spesa e entrata a livello di soggetto, territorio e settore utilizzando i dati CPT.

Lo strumento consente di visualizzare la composizione dei flussi finanziari tramite due differenti chiavi di accesso:

  • Spese: composizione della spesa pubblica nei differenti settori economici (ad es. sanità, trasporti,ambiente, ecc.);
  • Entrate: ripartizione dei flussi finanziari in entrata tra i vari soggetti pubblici (ad es. Amministrazioni centrali, Amministrazioni regionali, Imprese pubbliche locali, ecc.).

Piano Juncker – la Piattaforma di investimento EFSI per le PMI italiane

Composizione dei flussi finanziari per spese

Rispetto a ciascun settore considerato, con riferimento ai flussi di spesa, i dati CPT possono dare risposta ad alcune domande di prioritario interesse, quali:

- Quanto si è speso nelle Regioni per ogni cittadino
- Quali sono i soggetti responsabili delle spese effettuate? 
- Per che cosa hanno speso i singoli soggetti? 
- A quanto ammonta la spesa per gli investimenti

Per trovare le risposte a tali domande, basta selezionare il settore d’interesse dal grafico a torta di Easy CPT:

Easy CPT Spesa - Fonte: Agenzia Coesione Territoriale

Composizione dei flussi finanziari per entrate

Anche con riferimento alle entrate, i dati CPT possono dare, per ciascun soggetto considerato, risposta ad alcune interessanti domande, quali:

- Quanto, del flusso di entrate, viene incassato da ciascun soggetto pubblico
- Come sono ripartite le entrate in ciascuna Regione
- Quali voci compongono le entrate pubbliche? 

Per trovare le risposte, in questo caso è necessario selezionare il soggetto d’interesse dal grafico a torta messo a disposizione dall'Agenzia:

Easy CPT Entrate - Fonte: Agenzia Coesione Territoriale

Easy CPT - Agenzia Coesione Territoriale

Photo credit: Free Grunge Textures - www.freestock.ca via Foter.com / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o