Auto elettriche - ENEL e Ionity, parte la rete di ricarica ultrarapida

 

Auto elettricheENEL e Ionity - joint venture fra Bmw, Daimler, Ford e Volkswagen - sono pronte a installare la prima rete di stazioni di ricarica ultrarapida per le auto elettriche in Italia.

Mobilita’ sostenibile - cosa prevede il terzo pacchetto UE

Approda anche in Italia il progetto Ionity, lanciato a novembre scorso dalla joint venture fra Bmw, Daimler, Ford e Volkswagen per dare la carica alle auto elettriche in Europa.

Dopo l’ingresso nel consorzio di Tesla, Volvo, Fiat Chrysler, PSA/Opel e Jaguar-Land Rover, il progetto - che punta a costruire 400 stazioni di ricarica HPC (high power charging) in tutta Europa - arriva anche in Italia grazie all’accordo con ENEL.

ENEL e Ionity per la prima rete di ricarica ultrarapida in Italia

L’accordo di collaborazione siglato tra Ionity e la divisione di servizi energetici avanzati ENEL X punta ad installare entro la fine del 2019 fino a 20 siti di ricarica high-power con una potenza fino a 350 kW.

In base all'accordo ENEL offrirà a Ionity una soluzione “chiavi in mano” comprensiva dell’individuazione delle postazioni, l’acquisto, l’installazione e la manutenzione delle colonnine di ricarica in ciascun sito.

ENEL prevede di installare la prima stazione entro il 2018. Ionity gestirà interamente i siti, utilizzando lo standard di ricarica europeo CCS (“Combined Charging System”), con una capacità che raggiunge i 350 kW, garantendo quindi la compatibilità nella ricarica di veicoli elettrici attuali e futuri della maggior parte delle case automobilistiche.

Le stazioni HPC consentiranno la ricarica dei veicoli elettrici dei clienti di ENEL X e di qualsiasi altro fornitore di servizi di mobilità operante in Italia che desideri offrire servizi di ricarica tramite queste infrastrutture avanzate.

Le stazioni saranno integrate nel piano nazionale di ENEL per la realizzazione di una rete di infrastrutture di ricarica, che prevede fino a 14mila siti entro il 2022, e nell’intera rete di infrastrutture di ricarica presenti nel Paese.

Inoltre, le stazioni di ricarica HPC italiane faranno parte della rete europea di Ionity, consentendo agli utilizzatori di auto elettriche di avvalersi dei servizi di ricarica in uno qualsiasi di questi siti.

A regime, ciascuna stazione sarà in grado di caricare veicoli di nuova generazione a lunga percorrenza che possono viaggiare con una singola ricarica per oltre 300 chilometri e che dovrebbero essere lanciati sul mercato dalla fine del 2018 in poi.

Commenti

“Con questo importante accordo entriamo in una nuova fase futuristica della mobilità elettrica, con la creazione di una rete di stazioni di ricarica in grado di rispondere velocemente alla domanda energetica delle auto elettriche, riducendo drasticamente i tempi di ricarica. La rete consentirà di percorrere lunghe distanze, coniugando la sostenibilità ambientale con il piacere di una guida sportiva e sicura. In qualità di partner di Ionity, ENEL selezionerà le località italiane più adeguate ad ospitare stazioni high power per rifornire il segmento più alto del mercato delle auto elettriche. Il nostro obiettivo è di dare ulteriore impulso alla diffusione della mobilità elettrica nel Paese, assicurando l’integrazione di queste strutture ad alta prestazione con il Piano nazionale per l’e-mobility di Enel”, commenta Francesco Venturini, responsabile di ENEL X.

Marcus Groll, Chief Operating Officer di Ionity, dichiara: “Vogliamo che i viaggi a lunga percorrenza diventino una realtà per i veicoli elettrici in Europa. La nostra collaborazione con Enel X ci consente di realizzare una rete di ricarica potente che affronti la cosiddetta “range anxiety” che attualmente preoccupa gli utilizzatori di auto elettriche”.

Per leggere il contenuto prego
o