Regolamento UE 1312-2011: ottimizzare le risorse del FEASR

 

Campo - foto di DorisAntonyApprovato un Regolamento comunitario per migliorare l'uso dei finanziamenti del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR). Le nuove disposizioni modificano il precedente Regolamento n. 1698/2005, al fine di supportare gli Stati membri che si trovano, o rischiano di trovarsi, in gravi difficoltà in termini di stabilità finanziaria.

Il Regolamento, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea del 21 dicembre 2011, intende offrire un aiuto concreto agli Stati membri per far fronte all'attuale crisi, che ha seriamente compromesso la crescita economica e la stabilità finanziaria in tutti i Paesi.

Per agevolare la gestione dei finanziamenti comunitari e ridurre la pressione sulle risorse nazionali, il Parlamento e il Consiglio dell'UE hanno ritenuto necessario massimizzare e ottimizzare l’uso dei finanziamenti del Fondo per agricoltura e sviluppo rurale, consentendo l’incremento del tasso di partecipazione del FEASR:

  • fino al 95% della spesa pubblica ammissibile per le regioni ammesse a norma dell’obiettivo di convergenza, le regioni ultraperiferiche e le isole minori del Mar Egeo,
  • fino all’85% della spesa pubblica ammessa per le altre regioni che si trovano in gravi difficoltà in merito alla propria stabilità finanziaria.

Tali aliquote si applicheranno alla spesa ammissibile dichiarata ex novo in ciascuna dichiarazione certificata di spesa sostenuta nel periodo durante il quale uno Stato membro soddisfi una delle due condizioni previste:

  • l’assistenza finanziaria è resa disponibile a norma del regolamento (UE) n. 407/2010 del Consiglio, dell’11 maggio 2010, che istituisce un meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria, resa disponibile da altri Stati membri della zona euro prima dell’entrata in vigore di tale regolamento;
  • l’assistenza finanziaria a medio termine è resa disponibile conformemente al regolamento (CE) n. 332/2002 del Consiglio, del 18 febbraio 2002, che istituisce un meccanismo di sostegno finanziario a medio termine delle bilance dei pagamenti degli Stati membri,
  • l’assistenza finanziaria è resa disponibile conformemente al trattato che istituisce il meccanismo europeo di stabilità.

Gli Stati membri interessati dovranno presentare alla Commissione europea una domanda volta a modificare il proprio Programma di sviluppo rurale (Psr). La deroga si applicherà dalla data di approvazione, da parte della Commissione, delle modifiche del Psr fino a quando lo Stato soddisferà una delle condizioni per la richiesta. In ogni caso, la deroga è applicabile esclusivamente alla spesa sostenuta dagli organismi pagatori fino al 31 dicembre 2013.

Links

Regolamento recante modifica del regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio per quanto attiene a talune disposizioni relative alla gestione finanziaria per alcuni Stati membri che si trovano, o rischiano di trovarsi, in gravi difficoltà in merito alla loro stabilità finanziaria

Per leggere il contenuto prego
o