TEN-T - Reti di Trasporto Transeuropee

 
La Commissione Europea, DG Energia e Trasporti, con Regolamento (CE) N° 680/2007 del 20 Giugno 2007, istituisce uno strumento europeo di finanziamento a favore di progetti d'interesse comune nel settore delle reti transeuropee dei trasporti (Ten-T).

Obiettivi
Il Programma è volto al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • sviluppo delle infrastrutture al fine di promuovere l'interconnessione delle reti nazionali di trasporto;
  • attuazione di misure necessarie per la graduale realizzazione di una rete ferroviaria interoperabile;
  • attuazione di misure necessarie per promuovere il trasporto a la lunga distanza, a corto raggio e la navigazione interna ;
  • attuazione di misure necessarie per integrare il trasporto ferroviario e il trasporto aereo.

Azioni
Lo strumento finanzia le seguenti azioni:

  • progetti prioritari ( tra i quali: autostrade del mare; asse ferroviario Atene - Sofia - Budapest - Vienna - Praga - Norimberga/Dresda; asse ferroviario Danzica - Varsavia - Berna/Bratislava - Vienna; asse ferroviario Lione/Genova - Basilea - Duisburg - Rotterdam/Anversa; autostrada Danzica – Berna/Bratislava – Vienna; asse stradale/ferroviario Irlanda / Regno Unito / Europa continentale “Rail Baltica” ; asse ferroviario Warsaw - Kaunas - Riga - Tallinn “Eurocaprail”);
  • progetti volti ad eliminare le strozzature, in particolare nel quadro dei progetti prioritari;
  • progetti presentati o sostenuti congiuntamente da almeno due Stati membri, in particolare quelli che riguardano sezioni transfrontaliere;
  • progetti che contribuiscono alla continuità della rete e all'ottimizzazione della sua capacità;
  • progetti che contribuiscono al miglioramento della qualità del servizio offerto sulla RTE-T e che, attraverso interventi infrastrutturali, favoriscono la sicurezza e la protezione degli utenti e assicurano l'interoperabilità tra le reti nazionali;
  • progetti che riguardano lo sviluppo e la realizzazione dei sistemi di gestione del traffico nell'ambito del trasporto ferroviario, stradale, aereo, marittimo, fluviale e costiero e che garantiscono l'interoperabilità fra le reti nazionali;
  • progetti che contribuiscono al completamento del mercato interno; 
  • progetti che contribuiscono al riequilibrio delle modalità di trasporto, privilegiando quelle più rispettose dell'ambiente, quali i trasporti per vie di navigazione interne.

Beneficiari
I beneficiari del programma possono essere le persone giuridiche.

Per maggiori informazioni consultare il sito della Commissione Europea.

Per leggere il contenuto prego
o