Toscana: revisione del Programma Operativo Regionale - POR FESR 2007-2013

 

Firenze - foto di Scott RaymondLa Giunta Regionale ha determinato la revisione del Programma operativo del Fondo di sviluppo regionale, prevedendo nuove risorse per le infrastrutture e il trasferimento tecnologico, le imprese, la ricerca e l’innovazione, in modo da dare una risposta adatta alle necessità dello sviluppo regionale. Il Programma per la Regione Toscana prevede una dotazione finanziaria tra le più consistenti tra le regioni italiane, ammontante a 1.126 milioni di euro.

Gli interventi per cui è previsto un aumento di finanziamento, presentati dall’assessore alle attività produttive, Gianfranco Simoncini, sono dedicati al supporto delle imprese; vi è stato uno spostamento di risorse da un filone di intervento (asse) all’altro, e una concentrazione delle risorse sugli interventi a sostegno delle capacità innovativa, di sviluppo, di ricerca delle imprese.

70 milioni di euro verranno impiegati per il supporto allo sviluppo economico e alla creazione di nuovi posti di lavoro. Tra le diverse azioni, si sosterrà la ricerca industriale ed il trasferimento tecnologico; verranno incentivate le iniziative indirizzate all’aggregazione, verranno creati nuovi strumenti di ingegneria finanziaria e il trasferimento tecnologico giocherà un ruolo di vitale importanza nel rilancio dell’economia regionale.

Sono stati confermati 97 milioni di euro per la realizzazione del sistema tramviario fiorentino, ed altri 27 milioni di euro verranno devoluti per il progetto People Mover, che permetterà di raggiungere l’aeroporto di Pisa in brevissimo tempo direttamente dalla stazione. La nuova ripartizione delle risorse per ciascun asse prevede:

  • Un incremento di di 70 milioni di euro (per un totale 469 milioni) per l’Asse 1 (Ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità);
  • Un incremento di 4,9 milioni di euro (per un totale 98 milioni) per l’Asse 2 (Sostenibilità ambientale);
  • La conferma dello stanziamento di 53 milioni di euro per l’Asse 3 (Competitività e sostenibilità del sistema energetico);
  • Una diminuzione di 66 milioni di euro per l’Asse 4 (Accessibilità ai servizi di trasporto e di telecomunicazioni), per un totale di 199 milioni;
  • Una riduzione di 8,3 milioni di euro, per un totale di 268 milioni per l’Asse 5 (Valorizzazione delle risorse endogene per lo sviluppo territoriale sostenibile).

Simoncini ha dichiarato che “Siamo convinti che queste modifiche offrano nuove opportunità e strumenti operativi sulla strada dell’attuazione degli obiettivi e delle scelte che la Toscana intende darsi con il nuovo Piano regionale di sviluppo”.

Per leggere il contenuto prego
o