×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
04 Aug 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 1 024 214 643
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Emilia-Romagna
Tags
Fse plus emilia-romagna, Fondo sociale europeo, Fondo sociale europeo Plus, Occupazione, Lavoro, Inclusione sociale, Inclusione, Lavoro giovani, Occupazione giovanile, Occupazione femminile, Lavoro donne
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2196
  • Schede Agevolazioni : 36008
  • Utenti Network : 78514
  • Articoli : 1364
Left Column
Clients

Emilia-Romagna: Programma operativo Fondo Sociale Europeo Plus - PR FSE+ 2021-2027

FSE Plus Emilia-Romagna - Foto di: Foto di Oleksandr PidvalnyiIl Programma regionale FSE Plus della Regione Emilia-Romagna intende affrontare le profonde trasformazioni in atto e generare sviluppo sostenibile e inclusivo, accrescere le competenze dei singoli e della collettività.

 

La Regione ha definito il PR FSE+ in stretta coerenza con le principali strategie europee e nazionali, per dare piena attuazione territoriale alla Politica di Coesione e partecipare alla costruzione di un'Europa più intelligente, più verde, più connessa, più sociale e più vicina ai cittadini. 

La programmazione del Fondo Sociale Europeo Plus agisce prioritariamente per: 

  • contrastare la disoccupazione e creare le condizioni per una piena e buona occupazione  
  • aumentare la buona occupazione delle donne 
  • promuovere l’adattabilità dei lavoratori e delle imprese  
  • qualificare e rafforzare tutti i segmenti dell’infrastruttura educativa e formativa regionale  
  • investire nell'apprendimento permanente degli adulti 
  • investire nell’orientamento  
  • aumentare l’occupabilità delle persone 
  • investire su interventi di innovazione sociale 
  • assicurare un diritto allo studio universitario universale e inclusivo 
  • potenziare il sistema di welfare 
  • investire in un sistema di orientamento 
  • contrastare l’abbandono scolastico  
  • valorizzare i sistemi duali e l’apprendistato  

Priorità e obiettivi

La struttura del PR FSE Plus si articola in 4 Priorità, cui si aggiunge l’Assistenza Tecnica:

  1. Occupazione 
  2. Istruzione e formazione 
  3. Inclusione sociale 
  4. Occupazione giovanile 
  5. Assistenza Tecnica

Priorità 1 - Occupazione

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Misure integrate per l’accompagnamento all’inserimento, al reinserimento e alla mobilità professionale con particolare attenzione a intervenire in chiave preventiva della disoccupazione riducendo i costi individuali e sociali della disoccupazione e rendendo disponibili alle imprese le competenze necessarie per continuare ad investire e crescere;
  • Azioni di sistema e di rafforzamento delle capacità del partenariato della Rete attiva per il lavoro.

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che hanno un lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 47,10
  • Target finale (2019): 50

Obiettivo specifico: ESO4.3. Promuovere una partecipazione equilibrata di donne e uomini al mercato del lavoro, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l'accesso a servizi abbordabili di assistenza all'infanzia e alle persone non autosufficienti

Interventi previsti:

  • azioni orientative e formative mirate a contrastare gli stereotipi di genere nelle scelte formative e professionali e accompagnare le ragazze nella costruzione di percorsi formativi nelle discipline STEM; 
  • attività di formazione permanente per l'inserimento e la permanenza qualificata delle donne nel mercato del lavoro, per incrementare le competenze richieste per la transizione ecologica e digitale; 
  • azioni di accompagnamento e sostegno ai percorsi di crescita professionale, progressione di carriera e per l’avvio di impresa e l’autoimpiego capaci di valorizzare, arricchire e rendere spendibili i pregressi percorsi di istruzione; 
  • percorsi integrati, orientativi, formativi e di accompagnamento al lavoro finalizzati a sostenere le donne in particolari in condizione di svantaggio, quali le donne vittime di tratta e/o di violenza, nei percorsi di autonomia e inclusione. 

A questo si affiancano azioni di sistema e di sviluppo delle capacità progettate e realizzate con il coinvolgimento del partenariato economico e sociale per la costruzione e sperimentazione di modelli e strumenti di intervento funzionali a qualificare, rafforzare e innovare gli strumenti e i dispositivi per la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. 

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che migliorano l'occupabilità e/o lo stato sul mercato del lavoro:

  • Unità di misura: %
  • Valore di base o di riferimento: 58,35
  • Target finale (2019): 60

Obiettivo specifico: ESO4.4. Promuovere l'adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti, un invecchiamento attivo e sano, come pure ambienti di lavoro sani e adeguati che tengano conto dei rischi per la salute

Interventi previsti:

Gli interventi per l’innalzamento diffuso delle competenze dei lavoratori, degli imprenditori e delle imprese per accompagnare i cambiamenti in atto nel sistema economico e produttivo che si intendono finanziare riguardano: 

  • misure diffuse di innalzamento delle competenze per lo sviluppo delle filiere e dei sistemi produttivi di beni e sevizi che non si configurino come aiuti di stato; 
  • misure di formazione e sostegno ai professionisti; 
  • misure formative e di accompagnamento e supporto ai processi di innovazione e transizione ecologica e digitale; 
  • azioni formative e di accompagnamento delle politiche di specializzazione intelligente inclusi i nuovi cluster introdotti nella S3 (turismo ed economia circolare), anche per favorire l’attrattività degli investimenti, 
  • supporto dei processi di crescita e consolidamento di nuove imprese e delle start up; 
  • misure di formazione e sostegno per assicurare i livelli più elevati di salute e sicurezza sul lavoro, quale leva di una strategia integrata ed unitaria di intervento, coerente con quanto sottoscritto nel Patto per il Lavoro e per il Clima, per la qualità e tutela del lavoro nei diversi comparti dell'economia regionale, anche anticipandone le trasformazioni.

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che godono di una migliore situazione sul mercato del lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 54
  • Target finale (2019): 56

Priorità 2 - Istruzione e formazione

Obiettivo specifico: ESO4.5. Migliorare la qualità, l'inclusività, l'efficacia e l'attinenza al mercato del lavoro dei sistemi di istruzione e di formazione, anche attraverso la convalida dell'apprendimento non formale e informale, per sostenere l'acquisizione di competenze chiave, comprese le competenze imprenditoriali e digitali, e promuovendo l'introduzione di sistemi formativi duali e di apprendistati

Interventi previsti: 

  • percorsi di formazione terziaria non universitaria: percorsi realizzati da Istituti tecnici superiori (ITS), percorsi di Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) percorsi di Formazione superiore (liv. Eqf 5^ e superiore) fondati sulla collaborazione con le imprese, funzionali a formare competenze tecniche, tecnologiche organizzative e gestionali in grado di sostenere un’occupazione qualificata e accompagnare le imprese nei processi di innovazione, specializzazione intelligente, transizione ecologica e digitale, e a incrementare l’attrattività degli investimenti; 
  • percorsi di specializzazione e di alta formazione per formare competenze nuove e innovative, per il rafforzamento della filiera regionale delle industrie culturali e creative;
  • progetti finalizzati alla formazione e al trasferimento di alte competenze per sostenere i processi di innovazione e sviluppo delle imprese e dei sistemi produttivi regionali, in coerenza con la S3, realizzati nella collaborazione tra le università, gli enti di ricerca e le imprese. 

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che ottengono una qualifica alla fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 76,90
  • Target finale (2019): 80

Obiettivo specifico: ESO4.7. Promuovere l'apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale

Interventi previsti:

  • offerta modulare di formazione permanente accessibile e fruibile in modo personalizzato per l’acquisizione di competenze digitali, competenze trasversali e di base, competenze tecnico professionali riferite alle diverse funzioni e ai differenti sistemi di produzione di beni e servizi alle imprese e alle persone
  • formazione permanente per acquisire competenze per presidiare, comprendere e agire nelle organizzazioni di lavoro al fine di rafforzare la spendibilità dei titoli universitari: percorsi di formazione permanente per le alte competenze digitali e per la sostenibilità, percorsi di formazione permanente per le competenze manageriali, organizzative, gestionali

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che migliorano l'occupabilità e/o lo stato sul mercato del lavoro:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 58,90
  • Target finale (2019): 60

Priorità 3 - Inclusione sociale

Obiettivo specifico: ESO4.8. Incentivare l'inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati 

Interventi previsti:

La Regione intende programmare un’offerta di misure integrate e personalizzate orientative, formative e di accompagnamento al lavoro, progettate e realizzate nel partenariato tra attori pubblici e privati, istituzioni, imprese ed enti del Terzo settore, per l’inclusione sociale attraverso il lavoro.

A questi interventi si affiancano misure di sostegno al Diritto allo studio universitario dei giovani capaci, meritevoli e in difficili situazioni economiche per contrastare le disuguaglianze nell’accesso alle opportunità formative e sostenere le pari opportunità nella costruzione di qualificati percorsi professionali e lavorativi. La Regione inoltre prevede l’attivazione di azioni di sistema e rafforzamento delle capacità fondate sul rafforzamento delle reti di collaborazione pubblico-privato per la qualificazione degli strumenti e dei dispositivi di intervento e la piena valorizzazione dell’apporto di tutti gli attori al fine di massimizzare l'efficacia degli interventi di inclusione sociale delle persone svantaggiate. 

Indicatori di risultato:

Partecipanti in un percorso di istruzione o di formazione alla fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 17,20
  • Target finale (2019): 18

Partecipanti che hanno un lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento: 

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 24,90
  • Target finale (2019): 27

Obiettivo specifico: ESO4.11. Migliorare l'accesso paritario e tempestivo a servizi di qualità, sostenibili e a prezzi accessibili, compresi i servizi che promuovono l'accesso agli alloggi e all'assistenza incentrata sulla persona, anche in ambito sanitario; modernizzare i sistemi di protezione sociale, anche promuovendone l'accesso e prestando particolare attenzione ai minori e ai gruppi svantaggiati; migliorare l'accessibilità l'efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari e dei servizi di assistenza di lunga durata, anche per le persone con disabilità

Interventi previsti:

La Regione intende potenziare il proprio sistema di welfare attraverso misure che a partire dalle bambine e dai bambini permettano l’equità nell’accesso ai percorsi educativi, contrastando le disuguaglianze all’origine che possono alimentare ulteriormente l’esclusione sociale. In particolare, per sostenere il più ampio e paritario accesso e la piena fruizione di servizi educativi sostenibili e di qualità, contrastare le povertà educative, rafforzare la piena inclusione di tutte le bambine e i bambini e degli adolescenti, favorire la conciliazione tra vita e lavoro e la partecipazione delle donne al mercato del lavoro, si intendono attivare: 

  • misure economiche alle famiglie per l’abbattimento delle rette agli asili nido e misure economiche per sostenere la partecipazione alle opportunità educative extrascolastiche quali i centri estivi: servizi di qualità rivolti ai bambini costituiscono un supporto fondamentale per rendere più solidi i loro percorsi educativi e per contrastare le disuguaglianze nell’accesso ai servizi con particolare riferimento alle famiglie in stato di maggior difficoltà economica e al fine contrastare marginalità ed esclusione dal mercato del lavoro delle donne; 
  • azioni e servizi per il rafforzamento e la qualità dei servizi di sostegno ai bambini e alle bambine nonché agli adolescenti con bisogni specifici (a titolo di esempio i bambini/adolescenti BES e/o certificati).

La Regione intende inoltre supportare azioni innovative dirette a promuovere un’economia sociale più competitiva con l’obiettivo di incentivare lo sviluppo di soluzioni alternative, più efficaci e sostenibili di quelle preesistenti, per rispondere ai bisogni della collettività insoddisfatti, migliorando i risultati in termini sociali. Il PR FSE+ della Regione può contribuire attivamente allo sviluppo di soluzioni innovative, attraverso la promozione di una cultura dell’apprendimento e di una comunità della conoscenza, lo sviluppo delle capacità e delle strutture dell’innovazione, l’identificazione dei settori prioritari per la sperimentazione sociale e l’innovazione. 

Indicatori di risultato:

Percentuale di bambini 0-3 anni appartenenti a famiglie aventi requisiti ISEE per l’abbattimento della retta che beneficiano del sostegno:

  • Unità di misura: %
  • Valore di base o di riferimento: 60
  • Target finale (2019): 95

Priorità 4 - Occupazione giovanile

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale; (FSE+) 

Interventi previsti:

La Regione intende sostenere interventi finalizzati a promuovere il successo formativo dei giovani, contrastare la dispersione scolastica, accompagnare i giovani nell’inserimento qualificato nel mercato del lavoro, contrastando il fenomeno dei NEET attraverso un’offerta formativa capace di valorizzare le attitudini e le propensioni dei singoli, personalizzare le risposte formative ed educative, promuovere la continuità dei percorsi individuali e favorire l’apprendimento nei contesti di lavoro.

In particolare, saranno finanziati:

  • Percorsi formativi di IeFP per il conseguimento di qualifiche professionali di III e IV livello EQF capaci, nella personalizzazione, di corrispondere alle attitudini dei giovani e di accompagnarli nell’acquisizione di competenze e qualificazioni coerenti con la domanda delle imprese; 
  • Misure formative a sostegno dell’inserimento e dell’ingresso qualificato nel mercato del lavoro attraverso interventi che valorizzino i sistemi duali e l’apprendistato, anche accompagnate da sostegni e incentivi alle imprese; 
  • Azioni di orientamento alle scelte educative, formative e professionali e supporto alle transizioni per promuovere il successo formativo dei giovani ed accompagnarli nei propri percorsi in coerenza con le loro attitudini ed aspettative nella piena collaborazione tra i soggetti coinvolti (istituzioni, autonomie educative e imprese, ecc); 
  • Azioni di orientamento al lavoro e all’imprenditorialità nella piena collaborazione tra i soggetti coinvolti con particolare riferimento alla rete attiva per il lavoro e supporto alle transizioni.

Indicatori di risultato: 

Partecipanti che ottengono una qualifica alla fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 82,40
  • Target finale (2019): 84

Partecipanti che hanno un lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: Persone
  • Valore di base o di riferimento: 34,60
  • Target finale (2019): 36

Priorità 5 - Assistenza Tecnica

Le attività di assistenza tecnica rappresentano un imprescindibile elemento di supporto alla gestione del Programma, fornendo strumenti e metodi che permettono di assicurarne uno svolgimento efficace e coerente con gli obiettivi prefissati. Obiettivo della Priorità è pertanto quello di assicurare una conoscenza approfondita delle tematiche oggetto del programma ed il sostegno alle strutture amministrative e tecniche impegnate nell’attuazione e nella gestione del Programma per garantire efficacia e tempestività nell’utilizzo delle risorse.

Budget

Le risorse a disposizione del Programma regionale FSE Plus ammontano a 1.024.214.643 euro

Di queste: 

  • quasi il 50% delle risorse, 502 milioni di euro, saranno destinate all’occupazione, a partire da quella giovanile e con un’attenzione specifica a quella femminile;
  • 288 milioni di euro saranno investiti per interventi di inclusione sociale, per contrastare diseguaglianze e marginalità;
  • 202 milioni di euro saranno utilizzati per qualificare e rafforzare ulteriormente l’infrastruttura educativa e formativa regionale;
  • più di 32 milioni di euro saranno infine dedicati alla gestione del programma.

Dotazioni finanziarie totali per fondo e cofinanziamento nazionale

Link

Programma PR FSE Plus 2021-2027

Regione Emilia-Romagna

Pubblicato
04 Aug 2022
Ambito
Regionale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 1 024 214 643
Finalita'
Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Emilia-Romagna
Tags
Fse plus emilia-romagna, Fondo sociale europeo, Fondo sociale europeo Plus, Occupazione, Lavoro, Inclusione sociale, Inclusione, Lavoro giovani, Occupazione giovanile, Occupazione femminile, Lavoro donne
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi