×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
30 Nov 1999

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Bancario, Assicurativo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia, Milano

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Milano, Startup lombardia, Lombardia
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1325
  • Schede Agevolazioni : 32111
  • Utenti Network : 70719
  • Articoli : 20609
Left Column
Clients

Milano: bando Welcome Business

Data apertura
04 Sep 2012
Data chiusura
04 Oct 2012
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 510 000
Soggetto gestore
CCIAA Milano

Descrizione

Incentivi ai talenti all’estero che rientrino in Italia per costituire la loro impresa a Milano.

L’obiettivo dell’iniziativa è valorizzare le competenze professionali dei giovani che hanno maturato esperienze di studio o lavoro all’estero e che intendano ritornare in Italia e costituire un’attività imprenditoriale nella città di Milano.

 

Possono accedere ai contributi i soggetti che alla data di pubblicazione del bando:

  • abbiano un’età non superiore a quella dei soggetti beneficiari indicati dalla “Legge Controesodo” 238/2010;
  • ai trovino stabilmente all’estero da almeno due anni;
  • abbiamo maturato, da laureati, esperienze lavorative fuori dall’Italia, per la durata di almeno 24 mesi continuativi; oppure
  • abbiano frequentato, ottenendo una laurea o una specializzazione post lauream, un corso di studi fuori dall’Italia, per la durata di almeno 24 mesi continuativi; oppure
  • abbiano frequentato, ottenendo una laurea o una specializzazione post lauream, un corso di studi fuori dall’Italia, per la durata di almeno 12 mesi e che in aggiunta abbiano maturato, da laureati, esperienze lavorative fuori dall’Italia, per la durata di almeno altri 12 mesi continuativi.
  • intendano avviare, entro sei mesi dalla data di assegnazione del contributo, un’attività d’impresa con sede legale e/o operativa nella città di Milano, in una delle seguenti forme societarie: società di persone, società di capitali o società cooperative. Il soggetto che presenta domanda al bando per la valutazione finalizzata all’assegnazione del premio e del contributo, dovrà detenere almeno il 51% della società costituita;
  • risultino domiciliati e/o residenti in Italia entro tre mesi dall’avvio dell’attività imprenditoriale.

I due enti promotori assegneranno un contributo a fondo perduto a copertura parziale delle spese per investimenti materiali ed immateriali riconducibili alla realizzazione di tale idea imprenditoriale (start-up d’impresa), al netto di IVA e di altre imposte e tasse.

In aggiunta, e a valere su fondi propri, il Comune di Milano assegnerà un premio per le migliori idee imprenditoriali da realizzare nella Città di Milano del valore di € 20.000 (al lordo delle imposte e tasse ai sensi delle norme vigenti).

Il premio ed il contributo vengono assegnati in forma unitaria e indivisibile. I beneficiari del premio coincideranno con i beneficiari del contributo. Il ritiro del Premio comporterà la realizzazione dell’idea imprenditoriale premiata e la realizzazione della stessa nella Città di Milano.

Le spese ammissibili sono:

  • studi di fattibilità, ricerche di mercato, oneri di costituzione e spese notarili(fino al 30% del totale delle spese rendicontate);
  • consulenze tecniche o scientifiche per lo sviluppo del prodotto/servizio(fino al 30% del totale delle spese rendicontate);
  • servizi di incubazione e/o accelerazione;
  • contratti di collaborazione con enti di ricerca;
  • servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari;
  • check-up tecnologici, sperimentazioni;
  • spese per la tutela della proprietà industriale;
  • acquisto e sviluppo di sistemi informatici di gestione (hardware e software), e per le applicazioni internet;
  • realizzazione di siti e sistemi web propri dell’azienda, erogazione di propri servizi web su Internet, attivazione di procedure di commercio elettronico;
  • spese per il piano di comunicazione;
  • spese per acquisto di impianti e macchinari, attrezzature tecnologiche, attrezzature industriali e commerciali e arredi con esclusione dell’IVA e di tutti gli altri oneri accessori.
  • costo del personale dipendente assunto dall’impresa con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato. I lavoratori assunti non devono essere coniugi, discendenti, ascendenti o parenti in linea collaterale fino al secondo grado del titolare, dei soci o degli amministratori d’impresa;
  • la retribuzione del socio che detiene la maggioranza, (fino al 30% del totale delle spese rendicontate)

Sono inoltre ammissibili le seguenti spese in conto gestione (con contribuzione massima al 50%):

  • acquisto di materie prime, semilavorati, prodotti finiti, scorte entro il limite massimo del 30% dell’ammontare complessivo dell’investimento agevolato;
  • locazione dell'immobile nel quale si effettuano gli investimenti (solo in presenza di preventivo del Locatore, o autodichiarazione del costo da sostenere),
  • utenze (riscaldamento, telefono, acqua, energia elettrica);
  • assicurazioni;
  • manutenzione (pulizia/assistenza PC).

Le spese in conto gestione possono riferirsi solo relativamente ai primi 24 mesi di tempistica di realizzazione dell’investimento.

Per essere ammessi al bando, i progetti devono rispettare un livello minimo di investimento pari a € 50.000. Il tetto massimo di contributo concedibile da Comune di Milano e Camera di Commercio è stabilito nella somma di € 40.000. Il livello di agevolazione all’iniziativa, incluso il premio e il contributo, non potrà comunque superare il 75% del totale dei costi ammissibili a contributo.
Il Comune di Milano e la Camera di Commercio coprono una percentuale degli investimenti sostenuti pari al 60% o al 50% della spesa.

Le domanda potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 4 settembre 2012 fino alle ore 17.00 del 4 ottobre 2012.

Tutte le richieste di partecipazione al bando devono essere presentate esclusivamente in forma telematica. Le domande saranno inviate al Comune di Milano, utilizzando la modulistica che sarà resa disponibile sul Portale del Comune di Milano e della Camera di commercio di Milano alla voce Bandi, solo ed esclusivamente al seguente indirizzo di posta certificata:
plo.bandi@postacert.comune.milano.it

L’assegnazione del contributo avverrà sulla base dell’esito della valutazione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili.

A seguito di istruttoria formale, entro massimo 60 giorni dalla data di chiusura del bando, verranno emessi i provvedimenti amministrativi di approvazione delle graduatorie. Il Comune di Milano e la Camera di Commercio di Milano contestualmente pubblicheranno sui rispettivi siti internet le graduatorie contenenti l’elenco dei proponenti e dei progetti d’impresa selezionati.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
30 Nov 1999

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Agricoltura, Alimentare, Audiovisivo, Bancario, Assicurativo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Sanità, Servizi, Trasporti, Turismo
Finalita'
Start-up, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Lombardia, Milano

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Milano, Startup lombardia, Lombardia
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi