×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
24 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sanità, Servizi, Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Toscana, Prato

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Prato, Occupazione toscana, Fse toscana, Toscana
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1272
  • Schede Agevolazioni : 32526
  • Utenti Network : 72003
  • Articoli : 10827
Left Column
Clients

Prato: buoni servizio per donne impegnate in politiche attive del lavoro

Data chiusura
30 Jun 2010
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 25 941
Soggetto gestore
Provincia di Prato

Descrizione

Bando finalizzato all'assegnazione di buoni servizio per accudire minori e/o anziani a donne impegnate in attività volte a favorirne le possibilità di inserimento e permanenza nel mercato del lavoro.

L'obiettivo dell'intervento, finanziato a valere sul fondo FSE 2007/2013, è sostenere i processi per un’effettiva parità d’accesso e di permanenza all’interno del mercato del lavoro, di crescita professionale e di miglioramento di carriera delle donne attraverso azioni che intervengono sulla conciliazione tra tempo di lavoro e tempo di vita al fine di allontanare il rischio che gli impegni familiari comportino impedimento alla piena partecipazione al mercato del lavoro.

 

In particolare vengono concessi buoni servizio per l’acquisto, in un arco di tempo di 12 mesi a partire dalla data di assegnazione, di servizi accessori ai tradizionali servizi per minori e/o anziani, presenti sul territorio provinciale.

Possono presentare domanda di voucher le donne residenti e/o domiciliate in Provincia di Prato con figli minori da accudire con età fino a 13 anni e che non possano usufruire del servizio di Ludoteca appositamente istituito presso il Centro Integrato per la Formazione e le Politiche Attive del Lavoro e/o con anziani non autosufficienti a carico.

Devono inoltre trovarsi alternativamente in una delle seguenti condizioni occupazionali:

  • inoccupate/disoccupate iscritte ai sensi del D.Lgs. 181/00 e s.m.i;
  • beneficiarie di interventi di C.I.G. – Cassa Integrazione Guadagni;
  • occupate con contratto a tempo determinato di tipo subordinato di durata non superiore a 6 mesi;
  • occupate con contratto di lavoro parasubordinato (Contratti di Collaborazione Coordinata e Continuativa, Contratti a Progetto, Contratti di Collaborazione Occasionale);
  • lavoratrici autonome;
  • lavoratrici dipendenti.

Devono altresì essere:

  • inserite in un percorso di politica attiva del lavoro o di formazione professionale e non beneficiare di altri buoni servizio;
  • impegnate o in corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo, o in corsi autorizzati o corsi riconosciuti dall’Amministrazione Provinciale;
  • beneficiarie di voucher formativi;
  • inserite in un tirocinio ai sensi della L. 196/97;
  • impegnate in un percorso di orientamento di II livello (Bilancio delle Competenze ) presso il Centro per l’Impiego.

Il buono servizio, concepito come copertura parziale del costo dei servizi, avrà un importo massimo orario pari a 8 euro, a copertura parziale di un costo orario fissato per un minimo di 10 euro.

L’importo totale massimo erogabile a ciascuna beneficiaria è pari a 1.000 euro, pagabili per la durata del percorso o comunque per un periodo totale non superiore a 12 mesi.

Tale importo è indipendente dal numero di persone per le quali si richiede il servizio.

I voucher possono essere spesi per l’acquisizione dei seguenti servizi:

  1. per i figli minori: frequenza a servizi pubblici e privati, quali ad esempio: asili nido, scuole materne, baby-parking, baby sitting, servizi proposti nell’ambito di attività estive, pre e post scuola offerto da scuole materne ed elementari, centri diurni aggregativi ed educativi, altro;
  2. per gli anziani non autosufficienti:assistenza domiciliare socio-sanitaria, frequenza a Centri di accoglienza diurni per anziani e a strutture per la riabilitazione, altro.

Le domande devono pervenire entro le ore 13.00 del 30 giugno 2010 presso l’Ufficio Protocollo della Provincia di Prato, Via Ricasoli, 35 – 59100 Prato.

Sul plico dovrà sempre essere riportata la dicitura "Assegnazione buoni servizio (voucher) per accudire minori e/o anziani riservati a donne impegnate in attività di orientamento, formazione, riqualificazione professionale, tirocinio e ogni altra iniziativa di politica attiva del lavoro, volta a favorire l'integrazione professionale o a migliorare le possibilità di inserimento o la permanenza nel mondo del lavoro".

Le richieste di finanziamento valutate ammissibili saranno accolte secondo l’ordine di arrivo della domanda (fa fede il numero di protocollo apposto dal competente Ufficio Provinciale), fino ad esaurimento della disponibilità finanziaria.

Per maggiori informazioni consultare i Links.

Pubblicato
24 Jun 2010

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Sanità, Servizi, Sociale
Finalita'
Inclusione social, Cooperazione
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Toscana, Prato

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Premio, Borsa di studio
Tags
Prato, Occupazione toscana, Fse toscana, Toscana
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi