×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
05 Jun 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Costruzioni, Sociale
Finalita'
Ammodernamento, Sicurezza
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Emilia-Romagna

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Tromba d'aria, Eventi alluvionali, Emilia-romagna, Ammodernamento, Sicurezza, Privati, Contributo
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 1272
  • Schede Agevolazioni : 32526
  • Utenti Network : 71994
  • Articoli : 1204
Left Column
Clients

Emilia-Romagna: ripristino immobili a uso abitativo danneggiati da tromba d'aria maggio 2013 ed eventi alluvionali gennaio 2014

Data chiusura
08 Aug 2014
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 35 000 000
Soggetto gestore
Regione Emilia-Romagna

Descrizione

Bando per la concessione di contributi per gli interventi di ripristino della funzionalità degli immobili ad uso abitativo danneggiati dalla tromba d'aria del 3 maggio 2013 e dagli eventi alluvionali  del 17-19 gennaio 2014.

Con Ordinanza n. 1 del 7 novembre 2018, pubblicata sul Bur n. 354 del 7 novembre 2018, è stato approvato l'accertamento delle risorse non utilizzate e un ulteriore stralcio di interventi di messa in sicurezza idraulica e la ridefinizione di interventi già finanziati.

 

Finalità

Concessione di contributi per i danni a parti comuni di immobili ad uso abitativo, ad unità immobiliari adibite ad abitazione principale del proprietario o di un terzo, comprese le unità abitative rurali, ai beni mobili essenziali e funzionali all’uso abitativo ubicati nelle abitazioni principali danneggiate, e ai beni mobili registrati conseguenti alla tromba d’aria del 3 maggio 2013 nelle province di Bologna e Modena e agli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014 nella provincia di Modena.

Beneficiari

I soggetti che hanno subito danni aventi un nesso di causalità con gli eventi alluvionali o la tromba d’aria, in base ai seguenti criteri:

  • per la tromba d’aria del 3 maggio 2013, possono presentare domanda di contributo i soggetti che hanno segnalato i danni ai beni immobili mediante la scheda B allegata alla nota del Direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile prot. 16079 del 10/12/2013 e dai soggetti che hanno subito, a seguito di tale evento, danni ai beni mobili ubicati nelle abitazioni danneggiate e ai beni mobili registrati la cui segnalazione non è stata prevista dalla procedura di ricognizione; 
  • per gli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014, possono presentare domanda di contributo i soggetti che hanno segnalato i danni mediante la scheda B allegata alla nota del Presidente della Regione Emilia-Romagna.

_________________________________________

Con Ordinanza n. 8 del 24 luglio 2014, pubblicata sul Bur n. 229 del 24 luglio 2014, sono state apportate modifiche al bando in oggetto. 

Finalità

Concessione di contributi per i danni a parti comuni di immobili ad uso abitativo, ad unità immobiliari adibite ad abitazione principale del proprietario o di un terzo ai beni mobili essenziali e funzionali all’uso abitativo ubicati nelle abitazioni principali danneggiate, e ai beni mobili registrati conseguenti alla tromba d’aria del 3 maggio 2013 nelle province di Bologna e Modena e agli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014 nella provincia di Modena.

Beneficiari

I soggetti che hanno subito danni aventi un nesso di causalità con gli eventi alluvionali o la tromba d’aria, in base ai seguenti criteri:

  • per la tromba d’aria del 3 maggio 2013, possono presentare domanda di contributo i soggetti che hanno segnalato i danni ai beni immobili mediante la scheda B allegata alla nota del Direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile prot. 16079 del 10/12/2013 e dai soggetti che hanno subito, a seguito di tale evento, danni ai beni mobili ubicati nelle abitazioni danneggiate e ai beni mobili registrati la cui segnalazione non è stata prevista dalla procedura di ricognizione. Possono presentare altresì domanda di contributo, limitatamente all'abitazione principale, i soggetti che hanno segnalato danni ai beni immobili ad uso produttivo a condizione che l'abitazione non sia collegata o ubicata in tali immobili;
  • per gli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014, possono presentare domanda di contributo i soggetti che hanno segnalato i danni mediante la scheda B allegata alla nota del Presidente della Regione Emilia-Romagna.  Possono presentare altresì domanda di contributo, limitatamente all'abitazione principale, i soggetti che hanno segnalato danni ai beni immobili ad uso produttivo a condizione che l'abitazione non sia collegata o ubicata in tali immobili.

_________________________________________

Con Ordinanza n. 10 del 27 agosto 2015, pubblicata sul Bur n. 229 del 27 agosto 2015, è stata approvata la rimodulazione della provvista finanziaria destinata alla copertura dei contributi.

L'onere derivante per la copertura dei contributi spettanti di cui al bando in oggetto, inizialmente stimato in 50.000.000 euro, è rimodulato a 35.000.000 euro

Per i danni all’abitazione il contributo è riconosciuto, comunque entro il massimale di € 85.000, nella misura del 100% applicata sul minor valore tra:

  • l’importo dei danni riportati nella scheda di segnalazione B (sezione totale danni ai beni immobili), con una tolleranza in aumento del 10% sull’importo totale segnalato; 
  • l’importo indicato nella perizia asseverata, da presentare solo in caso di danni segnalati per importi superiori a € 15.000; ove alla data di presentazione della domanda di contributo sia già stata sostenuta la spesa per la riparazione totale dei danni e questa sia pari o inferiore a € 15.000, non è necessaria la perizia asseverata; 
  • la spesa effettivamente sostenuta per il ripristino, IVA inclusa.

Per i beni mobili danneggiati/distrutti, il contributo è riconosciuto, comunque entro il massimale di € 15.000, nella misura del 100% applicata sul minor valore tra:

  • l’importo riportato nella scheda di segnalazione B (sezione beni mobili), con una tolleranza in aumento del 10% sull’importo totale segnalato; 
  • la spesa effettivamente sostenuta, IVA inclusa, per il ripristino o l’acquisto di beni equivalenti a quelli distrutti o danneggiati e non riparabili; 
  • un importo parametrico, entro il massimale di € 15.000, determinato, in base al numero e alla tipologia dei locali allagati, e calcolato in: € 5.000 per la cucina o, in alternativa, € 6.000 per la sala con angolo cottura, € 2.000 per le camere e il salotto fino ad un massimo di 3, € 1.000 per il bagno fino a un massimo di 2, € 2.000 per eventuali pertinenze (es.: garage, cantina, lavanderia) e limitatamente ad una sola di esse.

Per i danni alle parti comuni, il contributo è riconosciuto, comunque entro il massimale di € 85.000, nella misura del 100% applicata sul minor valore tra:

  • l’importo dei danni riportati nella scheda di segnalazione B (sezione totale danni ai beni immobili), con una tolleranza in aumento del 10% sull’importo totale segnalato; 
  • l’importo indicato nella perizia asseverata, da presentare ai sensi dell’articolo 8 solo in caso di danni segnalati per importi superiori a € 15.000,00; ove alla data di presentazione della domanda di contributo sia già stata sostenuta la spesa per la riparazione totale dei danni e questa sia pari o inferiore a € 15.000,00, non è necessaria la perizia asseverata; 
  • la spesa effettivamente sostenuta per il ripristino, IVA inclusa.

Per i danni ai beni mobili registrati conseguenti alla tromba d’aria del 3 maggio 2014, per i quali non è stata prevista la procedura di segnalazione danni, il contributo è riconosciuto, entro il massimale di € 25.000 per ciascun bene mobile registrato. Per i danni ai beni mobili registrati conseguenti agli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014, il contributo è riconosciuto, entro il massimale di € 25.000 per ciascun bene mobile registrato, nella misura del 100% del minor valore tra:

  • l’importo riportato nella scheda di segnalazione B (sezione beni mobili registrati) con una tolleranza in aumento del 10 % sull’importo segnalato; 
  • la spesa sostenuta, IVA inclusa, per l’acquisto di un bene equivalente a quello distrutto o danneggiato e non riparabile, ovvero la spesa sostenuta per la riparazione, IVA inclusa; 
  • il valore commerciale del bene alla data dell’evento calamitoso secondo il listino ufficiale Eurotax Giallo del mese di gennaio 2014 per gli eventi alluvionali del 17-19 gennaio 2014 o del mese di maggio 2013 per la tromba d’aria del 3 maggio 2013. Nel caso di beni immatricolati in date antecedenti l’ultima di riferimento del listino ufficiale Eurotax Giallo, la quotazione del bene verrà calcolata decurtando per ogni anno il decremento di valore indicato per gli ultimi 2 anni disponibili fino a una soglia minima di 1000 euro.

Per i danni alle abitazioni e alle parti comuni di un immobile di importo indicato nelle schede di segnalazione superiore ad € 15.000, alla domanda di contributo deve essere allegata la perizia asseverata da un professionista iscritto in apposito albo; ove alla data di presentazione della domanda di contributo sia già stata sostenuta una spesa totale pari o inferiore a € 15.000.

La domande dev'essere inviata entro il termine perentorio del 31 luglio 2014 al Comune nel cui territorio sono ubicati i beni immobili e i beni mobili danneggiati o erano presenti alla data degli eventi calamitosi i beni mobili registrati tramite PEC, a mano o spedita a mezzo posta.

_________________________________

Con Ordinanza n. 8 del 24 luglio 2014, pubblicata sul Bur n. 229 del 24 luglio 2014, sono state apportate modifiche al bando in oggetto. Le domande possono essere presentate entro l'8 agosto 2014.

I Comuni provvedono entro 90 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande di contributo alla relativa istruttoria.

Per ulteriori informazioni consultare i Links.

_____________________________

Con Ordinanza n. 8 del 24 luglio 2014, pubblicata sul Bur n. 229 del 24 luglio 2014, sono state apportate modifiche al bando in oggetto. 

Con Ordinanza commissariale n. 12 del 4 novembre 2014, pubblicata sul Bur n. 321 del 5 novembre 2014, sono state approvate l'assegnazione e liquidazione dei contributi ai Comuni di Bastiglia, Bomporto, Camposanto, Modena e San Prospero nonché ai Comuni di Castelfranco Emilia e Mirandola di somme, a titolo di acconto, per la copertura dei contributi di cui al bando in oggetto. 

Con Ordinanza n. 13 del 6 novembre 2014, pubblicata sul Bur n. 324 del 6 novembre 2014, sono state apportate puntualizzazioni in merito all'Ordinanza n. 12/2014.

Con Ordinanza commissariale n. 15 del 24 novembre 2014, pubblicata sul Bur n. 338 del 24 novembre 2014, è stata approvata l'assegnazione e liquidazione di contributi ai Comuni di Argelato, Bentivoglio, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale in provincia di Bologna di somme, a titolo di acconto, per la copertura dei contributi di cui al bando in oggetto. 

Con Ordinanza n. 3 del 13 marzo 2015, pubblicata sul Bur n. 53 del 13 marzo 2015, è stata approvata la direttiva disciplinante i criteri, l’entità e le modalità per il riconoscimento dei contributi previsti dal bando in oggetto. 

Con Ordinanza n. 10 del 27 agosto 2015, pubblicata sul Bur n. 229 del 27 agosto 2015, è stata approvata la rimodulazione della provvista finanziaria destinata alla copertura dei contributi.

Con Ordinanza n. 13 del 7 ottobre 2015, pubblicata sul Bur n. 260 dell'8 ottobre 2015, è stata approvata l'assegnazione e liquidazione dei contributi alle Province di Bologna e Modena. 

Pubblicato
05 Jun 2014

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Dimensione beneficiari
Non Applicabile
Organizzazione
Privato
Settori
Costruzioni, Sociale
Finalita'
Ammodernamento, Sicurezza
Ubicazione Investimento
Europe, Italy, Emilia-Romagna

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Tromba d'aria, Eventi alluvionali, Emilia-romagna, Ammodernamento, Sicurezza, Privati, Contributo
Per leggere il contenuto prego
o

Trova Bandi