Chat with us, powered by LiveChatEsperti in comunità energetiche rurali cercasi - FASI
FASI - Funding Aid Strategies Investments

Esperti in comunità energetiche rurali cercasi

|Novità
05 settembre 2022

Comunità energetiche - Foto di Gustavo FringIl Rural Energy Community Advisory Hub (RECAH) lancia una call per selezionare esperti che possano fornire assistenza tecnica alle comunità energetiche rurali. Obiettivo: far crescere il numero delle comunità energetiche nelle aree rurali.

I bandi per le comunità energetiche rinnovabili

RECAH, acronimo di Rural Energy Community Advisory Hub, è un’iniziativa della Commissione europea per potenziare lo sviluppo di progetti di comunità energetiche sostenibili nelle aree rurali del Vecchio Continente. 

L'Advisory Hub supporta la comunità rurale e i progetti di transizione energetica per identificare le migliori pratiche, fornisce assistenza tecnica alle comunità energetiche rurali selezionate e offre opportunità di networking agli stakeholder locali. Attività condotte in tandem con la rete del Patto dei Sindaci dell'UE, la Rete Europea per lo Sviluppo Rurale e l'Energy Community Repository, altra iniziativa della Commissione Europea dedicata alle comunità energetiche. 

Per potenziare le attività di assistenza tecnica nei confronti delle comunità energetiche rurali RECAH ha lanciato una Call for Experts che intende identificare esperti disponibili che potrebbero supportare e fornire l’assistenza tecnica necessaria alle comunità energetiche rurali. Supporto che coinvolgerà un'ampia gamma di servizi adeguati alle esigenze delle singole comunità in una serie di ambiti:

  • investimenti e assistenza finanziaria,
  • consulenza tecnologica,
  • supporto legale,
  • supporto alla comunicazione,
  • sviluppo di capacità e conoscenza.

Il processo di fornitura dell'assistenza tecnica prevede un incontro iniziale con la comunità energetica rurale, lo sviluppo di un piano di lavoro e una breve relazione che descrive l'assistenza tecnica fornita, a cui l'esperto contribuirà.

Gli interessati hanno tempo fino al 31 dicembre per rispondere alla Call for Experts.

Foto di Gustavo Fring


;