Turchia: nel 2020 nuove gare per progetti infrastrutturali sul Bosforo

 

Gara infrastrutture Turchia: Pixabay: falco en Pixabay Nel 2020 la Turchia dovrebbe lanciare due nuove consistenti gare per la realizzazione di ulteriori infrastrutture lungo lo Stretto del Bosforo. 

Export, indagine Cespi: 9 imprese su 10 sono soddisfatte della Turchia

Non si fermano i lavori infrastrutturali sullo stretto del Bosforo, una delle più trafficate arterie acquatiche del mondo e che rappresenta il confine tra la sponda europea e quella asiatica della città di Istanbul.

Nel 2020, infatti, dovrebbero essere avviate due nuove gare per la realizzazione di importanti progetti infrastrutturali che miglioreranno ulteriormente i collegamenti tra le due rive del Bosforo.

A fare l’annuncio, come riporta la Farnesina, è stato il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture turco, Cahit Turhan.

Export costruzioni: ANCE pubblica il Piano Attivita’ internazionali 2020

Un nuovo canale artificiale sul Bosforo

Gli appalti che dovrebbero essere affidati nel 2020 riguardano in particolare due imponenti infrastrutture.

Il primo appalto è relativo alla costruzione del “Canale Istanbul”, un nuovo canale artificiale a livello del mare che sarà lungo 45 km e largo 275 metri. 

La nuova infrastruttura sorgerà ad ovest del centro città, sul lato europeo di Istanbul, e avrà una capacità di transito giornaliera per 160 navi. L’opera dovrebbe essere conclusa in sette anni e, secondo stime governative, avrà un costo che oscilla tra i 13 ed i 20 miliardi di dollari.

Il principale obiettivo del nuovo Canale è quello di offrire una via alternativa al traffico di navi e petroliere nello Stretto del Bosforo che ad oggi, con il passaggio di circa 42mila navi l’anno, è tra le vie d’acqua più trafficate del mondo. 

Oltre alla costruzione della nuova infrastruttura costituita dal Canale, il progetto prevede anche la realizzazione di nuove aree residenziali con caratteristiche antisismiche, che sorgeranno lungo la nuova via d’acqua.

Piano Sud 2030: entro il 2021 appalti per oltre 33 miliardi

Il Grand Istanbul Tunnel

La seconda opera infrastrutturale per la quale dovrebbero essere bandite quest’anno le gare d’appalto, riguarda il Grand Istanbul Tunnel.

Si tratta del terzo tunnel subacqueo che attraverserà il Bosforo e che, con i suoi tre livelli, permetterà il passaggio sia di auto che treni. La nuova infrastruttura, infatti, sarà collegata anche alla metropolitana Yenikapı-Sefaköy.

Una volta completato, il Grand Istanbul Tunnel sarà utilizzato ogni da anno da oltre 6,5 milioni di persone e permetterà di viaggiare più agevolmente e in maniera più veloce tra la sponda asiatica e quella europea di Istanbul.

Internazionalizzazione - Turchia, prospettive di investimento per imprese italiane

Pixabay: falco en Pixabay  

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti