Programma Spazio alpino: a Milano il punto sulle strategie di sviluppo 2014-2020

 

Alpi - foto di _ Night Flier _Italia, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Liechtenstein e Slovenia: sono i paesi coinvolti nella seconda fase del programma europeo Spazio alpino, che per il settennato che si conclude nel 2013 aveva a disposizione 130 milioni di euro, di cui 45 milioni destinati all'Italia. Capofila per il nostro paese, la Regione Lombardia, che da sola aveva una dotazione finanziaria di circa 11 milioni di euro. E proprio in Lombardia, a Milano, si è tenuta la conferenza internazionale per mettere a fuoco le strategie di sviluppo 2014-2020.

I progetti che saranno elaborati - in continuità con le iniziative in corso, che si esauriscono con il 2013 - si svilupperanno lungo tre assi:

  • competitività e attrattività dell'area di cooperazione;
  • accessibilità e connettività;
  • ambiente e prevenzione dei rischi.

Alla conferenza internazionale del 21 febbraio ha fatto seguito oggi un incontro tecnico per mettere a confronto le proposte regionali e quelle di altri soggetti, che saranno poi presentate, in modo condiviso, al Consiglio europeo.

"La conferenza di Milano", ha dichiarato l'assessore regionale al Territorio Nazzareno Giovannelli, ''rappresenta uno snodo centrale per la stesura del nuovo programma operativo 2014-2020, andando ad avviare una riflessione nella definizione dei programmi, nell'assegnazione e nel reperimento delle risorse, in vista anche del supporto dei Governi nazionali".

Sei gli obiettivi fondamentali del programma comunitario:

  • incoraggiare l'innovazione e l'imprenditorialità e rafforzare la capacità di ricerca e innovazione delle pmi;
  • aumentare uno sviluppo territoriale equilibrato, che renda spazio alpino un luogo attraente in cui vivere, lavorare e investire;
  • sviluppare l'accessibilità dello spazio alpino e gestire le conseguenze economiche e ambientali dei sistemi di trasporto;
  • accrescere l'accessibilità dei servizi e della connettività nel territorio;
  • prevenire e mitigare i pericoli naturali e tecnologici e gestirne le conseguenze, con particolare attenzione alle ripercussioni dei cambiamenti climatici.

Links

Programma Spazio Alpino

Regione Lombardia - Programma Spazio Alpino

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti