BEI: 800 milioni di euro per le Pmi attraverso Unicredit e Intesa San Paolo

 

euro simboloAmmonta complessivamente a 800 milioni di euro la cifra messa a disposizione dalla Banca Europea per gli Investimenti in favore delle Pmi italiane per il tramite dei due principali gruppi bancari del Paese, Unicredit e Intesa San Paolo. Sono finanziabili i progetti delle imprese attive in tutti i settori produttivi: agricoltura, artigianato, industria, commercio, turismo e servizi.

In particolare la BEI concede all’istituto di piazza Cordusio una linea di credito di 400 milioni di euro destinata a finanziare le sue società di leasing per gli interventi a sostegno delle piccole e medie imprese nostrane. I finanziamenti saranno gestiti da UniCredit leasing e UniCredit Fineco Leasing.

Lo stesso vale per Intesa San Paolo: altrettanti 400 milioni di euro, gestiti dalle due banche del gruppo, Mediocredito italiano e Leasint.

Saranno finanziati i nuovi progetti e quelli in corso non ancora ultimati.

Il prestito, che può arrivare a coprire il 100% dell’investimento, con un massimo di 12,5 milioni di euro per progetto, potrà riguardare:

  • l’acquisto, la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di fabbricati;
  • l’acquisto di impianti, attrezzature, automezzi o macchinari, le spese, gli oneri accessori e le immobilizzazioni immateriali collegate ai progetti, incluse le spese di ricerca, sviluppo e innovazione;
  • la necessità permanente di capitale circolante legata all’attività operativa.

L’operazione si inserisce nell’Accordo quadro tra BEI, ABI e Confindustria siglato il 19 maggio 2009.

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti