FASI: Funding Aid Strategies Investments

Accordo BEI-CDP: 200 milioni agli enti locali per investimenti green

Foto di Alexas FotosLa Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Cassa Depositi e Prestiti (CDP) hanno siglato un’intesa per la concessione di prestiti agevolati agli enti locali con cui finanziare la transizione green.

CDP-BEI: accordi per stimolare gli investimenti a sostegno dell’economia italiana

Si tratta della prima operazione in Europa a favore di investimenti green di enti pubblici e locali di questo genere, che fa perno su una cooperazione già esistente tra i due Istituti. Oltre all’accordo da 200 milioni, CDP e BEI hanno firmato anche una seconda intesa che permetterà a Cassa Depositi e Prestiti di avvalersi dei servizi di advisory della BEI per aumentare la propria quota di finanziamenti a favore della sostenibilità ambientale.

L’intesa CDP-BEI per gli investimenti green degli enti locali

Entrando nel merito dell’accordo da 200 milioni siglato il 23 febbraio, si tratta di un’intesa particolarmente vantaggiosa per gli enti locali, visto che tradizionalmente la BEI è in grado di beneficiare di condizioni vantaggiose di raccolta dei capitali sui mercati internazionali, in termini di tassi di interesse.

Partendo da questa base, dunque, CDP svilupperà un prodotto finanziario interamente dedicato agli investimenti green, che consentirà di trasferire il vantaggio BEI ai beneficiari finali, garantendo un sensibile risparmio economico per gli Enti che intendono investire in infrastrutture sostenibili.

La linea di credito è rivolta, tra gli altri, a progetti green nell’ambito dell’edilizia scolastica e pubblica, della mobilità ciclistica, delle energie rinnovabili, del rimboschimento, smaltimento rifiuti e automezzi pubblici.

A fare la differenza nelle potenzialità riposte nello strumento è l’esperienza e la capillarità di CDP sul territorio, cosa che rende Cassa Depositi Prestiti “il nostro partner principale per sostenere la transizione ecologica in Italia”, ha spiegato Gilles Badot, Direttore BEI per le operazioni finanziare in Italia, nel commentare la firma.

“Questa operazione - ha aggiunto Badot - farà da apripista per promuovere ulteriori collaborazioni fra le due Istituzioni a sostegno degli investimenti green realizzati dal settore pubblico in Italia”.

Dello stesso avviso Massimo Di Carlo, Direttore Business CDP. “L’accordo siglato con BEI conferma la fruttuosa collaborazione tra le due Istituzioni nel saper creare opportunità di sviluppo per l’Italia sfruttando l’accesso a risorse europee”, ha dichiarato infatti Di Carlo, aggiungendo come “i fondi messi a disposizione rappresentano uno stimolo importante per permettere agli enti locali di accelerare la transizione ecologica, così come previsto anche dal PNRR, con investimenti vantaggiosi che avranno un impatto significativo sul territorio e sulle comunità”.

Investimenti green: l’advisory BEI a CDP

Oltre a firmare l’intesa sui prestiti agevolati da 200 milioni di euro, le due istituzioni hanno anche raggiunto un accordo in materia di competenze.

Si tratta di un’intesa che permetterà a CDP di avvalersi dei “servizi di advisory della BEI per aumentare la propria quota di finanziamenti a favore della sostenibilità ambientale, così come previsto anche dallo stesso Piano Strategico 2022-24. I servizi di consulenza della Banca dell’UE, sviluppati nell'ambito del ‘Green Gateway’, il programma lanciato dalla BEI e la Commissione Europea, contribuiranno a migliorare la valutazione dell'ammissibilità ed il monitoraggio dell’impatto dei progetti green e, al contempo, a rafforzare le conoscenze degli intermediari finanziari BEI nell’area della Tassonomia verde dell’UE”, spiegano da CDP.

Foto di Alexas Fotos