Terna e Avvenia lanciano una call per soluzioni innovative nell’efficienza energetica

 

Call EES - Energy Efficiency for Sustainability - Foto di Castorly Stock da PexelsAperta fino al 21 ottobre la call lanciata da Terna S.p.A. e Avvenia the Energy Innovator S.r.l. per individuare soluzioni di alto profilo tecnologico per l’efficicenza energetica.

Guida al superbonus: interventi ammessi, cessione del credito e sconto in fattura

Con un approccio open all’innovazione Terna e Avvenia mirano all’incremento dell’efficienza dei processi industriali, core e non-core, del gruppo ricercando soluzioni innovative, ma già ad un adeguato stato di maturità, in grado di soddisfare la domanda interna dell’azienda e nel contempo arricchire e migliorare i servizi proposti al mercato.

La call for innovation EES - Energy Efficiency for Sustainability è rivolta a startup, PMI, Micro Imprese e persone fisiche che sappiano proporre: 

  • Sistemi hardware e software di gestione e ausilio per le microreti (microgrid) a basso impatto ambientale, per migliorare il sistema di interconnessione dei carichi elettrici e delle fonti di generazione distribuita;
  • Sensoristica innovativa per il monitoraggio online dei parametri ambientali indoor (temperatura, umidità, lux, CO2, presenza, ecc.) dotata di protocolli di comunicazione e automazione interfacciabili con sistemi di gestione avanzati (es.: BEMS, BACS, BIMS); il tutto finalizzato all’efficientamento energetico dei building e in particolare del sistema edificio-impianti (climatizzazione, riscaldamento, ausiliari, illuminazione, ecc.);
  • Algoritmi evoluti di analytics che, tramite sistemi innovativi, riescano efficacemente a valorizzare i dati già presenti sulla piattaforma provenienti dal monitoraggio sul campo. I modelli generati dall'elaborazione dei dati diagnosticati devono essere in grado di prevedere le performance degli impianti a servizio dell’industria e del mondo servizi. Ciò permetterà di impostare parametri per la creazione di simulazioni, effettuare manutenzione predittiva e creare input per l’interazione con gli impianti;
  • Storage termochimici del freddo a servizio della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) per il mantenimento in temperatura di celle frigorifere a bordo di furgoni elettrici per il trasporto a corto raggio;
  • Storage termochimici del caldo a servizio dell’industria per l’accumulo di calore da vapore ad alta pressione e temperatura, che siano in grado di restituire vapore ad alta entalpia;
  • Produzione di gas tecnici da recupero di cascami termici, ingegnerizzazione di sistemi per la produzione di gas tecnici (O2, H2, N2, etc.) attraverso il recupero di potenziale termico in uscita da forni industriali

Le startup e le imprese più promettenti, 10 al massimo, presenteranno la propria realtà ed il progetto messo a punto per la call davanti a Terna ed eventualmente altri stakeholder.

Domande entro il 21 ottobre

Idrogeno, superbonus, PNIEC: l’energia nel Recovery Plan

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti