Banda larga – il Catasto nazionale delle infrastrutture

 

Il Catasto nazionale delle infrastrutture mira a incentivare gli investimenti sulla rete a banda ultralarga

Banda larga

Banda ultralarga - il primo bando per le aree bianche di sei Regioni

Banda ultralarga – il Piano degli investimenti nelle aree bianche

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto che istituisce il Sistema informativo nazionale federato delle infrastrutture (SINFI) diventano accessibili tutte le informazioni relative alle reti pubbliche di comunicazioni e alle infrastrutture presenti sul territorio nazionale, sia nel sottosuolo che nel sopra suolo. Il Catasto nazionale delle infrastrutture sarà gestito dal Ministero dello Sviluppo economico, che mira in questo modo ad accelerare i tempi per lo sviluppo delle reti a banda ultralarga e a produrre risparmi sui costi di posa della fibra.

Banda larga – in arrivo il fondo per collegare l'Europa

L'istituzione del Catasto nazionale delle infrastrutture rientra tra le misure previste dal Piano nazionale per la banda ultralarga ed è in linea con la direttiva europea 61-2014, che definisce le regole per la costituzione, la consultazione e l’aggiornamento dei dati territoriali detenuti dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti proprietari o concessionari di infrastrutture di gas, luce, acqua e telecomunicazioni.

In base al decreto, tutte le amministrazioni pubbliche titolari e detentrici delle informazioni, gli operatori di rete e i gestori di infrastruture fisiche, relativamente alle reti pubbliche di comunicazioni e infrastrutture fisiche di propria competenza, sono tenuti a contribuire alla costituzione e all'aggiornamento del SINFI, mediante invio, validazione della correttezza e aggiornamento dei dati, utilizzando la modulistica prevista.

Gli obblighi decorrono a partire dal novantesimo giorno dalla pubblicazione per gli operatori di rete e dal centottantesimo giorno dalla data di pubblicazione per le pubbliche amministrazioni.

Entro 45 giorni dall'entrata in vigore del provvedimento, infine, un decreto ministeriale costituirà, presso il MISE, un Comitato di coordinamento e monitoraggio composto da rappresentanti dei Ministeri e delle autorità competenti, di AGID, delle Regioni e dei Comuni.

> Decreto 11 maggio 2016 - Istituzione del SINFI

Photo credit: Karolina Grabowska.STAFFAGE

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti