UE: progetti di ricerca per oltre 3 miliardi di euro con i Public Private Partnerships (PPPs)

 
Desert Cryogenics probe station.jpgInvestimenti in ricerca per 3,2 miliardi di euro saranno realizzati dal 2010 al 2013 attraverso i Partenariati Pubblico-Privato (PPPs), volti a sviluppare nuove tecnologie nei settori dell'industria manifatturiera, delle costruzioni e dell'automobile.  Metà dei fondi arriveranno dalla Commissione Europea attraverso il Settimo Programma Quadro. Ieri è stato annunciato che i primi bandi, con risorse per 268 milioni di euro, saranno pubblicati il prossimo 30 luglio.

L'annuncio è stato dato ad una conferenza a cui hanno partecipato oltre 800 rappresentanti delle imprese e della ricerca in Europa (cfr. la nostra Video Rassegna con il filmato dell'evento). I 268 milioni di euro di finanziamenti alla ricerca serviranno ad esempio a sviluppare:

  • tecnologie, materiali e processi di fabbricazione innovativi per produrre di più consumando meno materiali, meno energia e producendo meno rifiuti;
  • edifici più efficienti sotto il profilo energetico: si tratta sia delle nuove costruzioni sia degli edifici già esistenti, che dovrebbero essere resi ecologici, nonché di materiali e tecniche di costruzione nuovi;
  • auto più verdi e sistemi di trasporto più intelligenti, compresa l'elettrificazione del trasporto su strada e urbano, e la ricerca in tecnologie ibride.

Il commissario  UE per la scienza e la ricerca, Janez Potočnik, ha dichiarato " È attualmente assodato che l'investimento nella R&S non è un lusso da permettersi nei periodi favorevoli, bensì rappresenta una necessità nelle fasi difficili. Se oggi l'Europa realizza investimenti intelligenti in settori strategici, domani potrà contare su nuovi posti di lavoro e una crescita sostenibile. Tramite questi partenariati innovativi la Commissione e le imprese uniscono le proprie forze per promuovere lo sviluppo di tecnologie pulite e rendere l'Europa leader in questo settore. L'invio tempestivo degli inviti dimostra la nostra capacità di agire insieme rapidamente per rispondere alle richieste avanzate dal piano europeo di ripresa economica in materia di ricerca. ".

I primi inviti multitematici per la presentazione di proposte fanno parte di tre Partenariati Pubblico-Privato - PPP, strumento previsto nel piano di ripresa economica:
  • Fabbriche del futuro (1,2 miliardi di euro) — un'iniziativa definita per aiutare i produttori dell'UE, in particolare le piccole e medie imprese, ad adattarsi alle pressioni della concorrenza mondiale aumentando le loro conoscenze e l'uso delle tecnologie del futuro.
  • Edifici efficienti sul piano energetico (1 miliardo di euro) — un'iniziativa nata per promuovere le tecnologie verdi e lo sviluppo di sistemi e materiali efficienti sul piano energetico negli edifici europei.
  • Auto verdi (1 miliardo di euro) — un'iniziativa che pone l'accento sullo sviluppo di fonti di energia rinnovabile e non inquinante, sulla sicurezza e sulla fluidità del traffico nel settore automobilistico. "L'ecocompatibilità" è necessaria per raggiungere gli obiettivi comunitari e mondiali in materia di riduzione delle emissioni.
Public Private Partnerships - PPPs
Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti