UE: consultazione pubblica sulla sicurezza dei pagamenti elettronici

 

Credit card - foto di AvatarLa Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica per migliorare i pagamenti online ed effettuati con carte di credito. Potranno aderire all'iniziativa i cittadini europei, le organizzazioni e gli enti pubblici dell'UE rispondendo alle domande predisposte dalla Commissione in merito al Libro verde "Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti con carte, internet e dispositivi mobili".

Il Libro verde intende migliorare i pagamenti elettronici in termini di efficienza, sicurezza e competitività a vantaggio dei consumatori e delle aziende. Oggigiorno, infatti, l'utilizzo dei servizi di e-payments, e-commerce e m-payments (mobile payments) è in continua crescita, grazie alla diffusione di nuovi strumenti di comunicazione, come gli smartphone, e al progetto Single Euro Payments Area (SEPA).

SEPA è nata con l'intento di integrare i mercati finanziari europei, permettendo agli utenti di utilizzare gli strumenti di pagamento comuni (bonifici, addebiti diretti e carte di pagamento) all'interno dell'UE. Ma come rilevato dalla Commissione esistono tuttora alcuni problemi riguardanti:

  • l'accesso al mercato e l'entrata dei fornitori di servizi nuovi ed esistenti;
  • la sicurezza dei pagamenti e la protezione dei dati;
  • la trasparenza e l'efficacia della determinazione dei prezzi per i servizi di pagamento;
  • la normalizzazione tecnica;
  • l'interoperabilità tra i fornitori di servizi.

Inoltre, i pagamenti su internet e per mezzo di dispositivi mobili rappresentano ancora ambiti d'intervento relativamente nuovi, che richiedono la collaborazione degli Stati membri e dell'UE per garantire ai cittadini e alle imprese livelli di sicurezza adeguati. A questa esigenza si aggiunge la necessità da parte della Commissione di evitare la frammentazione del mercato interno, a causa dell'assenza di omogeneità da parte degli operatori nella fornitura dei propri servizi.

Negli ultimi mesi, infatti, la Commissione ha seguito con grande interesse la battaglia tra Google e Visa in merito ai cosiddetti servizi di "digital wallet", software che operano come i classici portafogli fisici durante le transazioni di e-commerce. Le tensioni tra i due colossi sono aumentate nel 2011, quando Google ha presentato l'applicazione eWallet per smartphone, in partenariato con MasterCard.

"Pagamenti elettronici sicuri, efficienti, competitivi e innovativi rappresentano un elemento essenziale affinché i consumatori, i commercianti e le imprese possano fruire appieno dei vantaggi del mercato unico, stimolando nel contempo la crescita del commercio elettronico", ha dichiarato il commissario per il Mercato interno e i servizi, Michel Barnier. La consultazione lanciata oggi è pienamente in linea con il mandato della Commissione per quanto riguarda la crescita e la creazione di posti di lavoro e si basa sui risultati già ottenuti nell'ambito dei pagamenti al dettaglio."

"L'inefficienza dei sistemi di pagamento nell'UE fa aumentare indebitamente i costi delle transazioni - ha proseguito il vicepresidente della Commissione europea, Joaquín Almunia - mettendo a repentaglio la competitività mondiale dell'economia europea e ne limita il potenziale di crescita. I consumatori, i commercianti e le imprese meritano servizi di pagamento in sintonia con il ventunesimo secolo: trasparenti, dotati di un vero valore aggiunto e in grado di sfruttare al meglio le tecnologie disponibili".

La consultazione rimarrà aperta fino all'11 aprile 2012.

Links

Consultazione pubblica

Libro verde

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti