Legge Stabilita' 2016 - novita' su TASI, IMU, IRES e imbullonati

 

Abolizione TASI e IMU su terreni agricoli, riduzione IRES, azzeramento IRAP per agricoltura e pesca, imbullonati fuori da rendita catastale

TASI - Author: larkandlarks / photo on flickr

La Camera dà il via libera alla legge di Stabilità 2016, che ora passa nuovamente al Senato per l'ok definitivo. Confermate l'abolizione della TASI sull'abitazione principale, le esenzioni IMU sui terreni agricoli e sui macchinari imbullonati, la riduzione IRES e l'azzeramento dell'IRAP per i settori agricoltura e pesca.

Abolizione TASI

E' il provvedimento più discusso della Legge di Stabilità 2016. L'abolizione della TASI, la tassa sulla prima casa, riguarderà sia i proprietari che gli inquilini. Un provvedimento che, da solo, vale circa 4 miliardi di euro e che causerà dei buchi nelle finanze dei Comuni che il Governo ha assicurato di voler colmare.

Rispetto agli annunci iniziali, il Governo ha fatto dietrofront sull'abolizione dell'imposta per castelli e case di lusso: il provvedimento prevede infatti l'esenzione dalla TASI sulle abitazioni principali, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie A1 (di tipo signorile in zone di pregio con caratteristiche superiori), A8 (ville, con parco e/o giardino, in zone di pregio con caratteristiche di livello superiore) e A9 (castelli o palazzi con pregi artistici o storici). Ma ci sarà una riduzione del gettito, poiché per queste tipologie di immobili si pagherà su tutto il territorio nazionale con un’aliquota unica al 4 per mille e una detrazione standard di 200 euro.

Resta invece l'imposta per la seconda casa, la cosiddetta Super-TASI, la maggiorazione sulla Tassa sui Servizi Indivisibili, pari a un’aliquota dello 0,8 per mille.

L'esenzione TASI vale anche per gli inquilini che destinano l'immobile ad abitazione principale, ovvero l'abitazione in cui hanno fissato la propria residenza o dimora abituale. Gli affittuari non dovranno più versare la quota di propria pertinenza. Per i proprietari dell’abitazione, che risulterà dunque classificata come seconda casa, resterà invece l’obbligo del versamento della propria parte di TASI.

Novità anche per gli immobili merce: l'aliquota TASI sui fabbricati costruiti e destinati alla vendita dall'impresa costruttrice è ridotta all'1 per mille, con facoltà dei Comuni di azzerarla o di elevarla fino a un massimo del 2,5 per mille.

Esenzioni IMU su terreni agricoli e macchinari imbullonati

L'obiettivo, si legge nella relazione illustrativa della Legge di Stabilità 2016, è ridisciplinare la tassazione relativa ai terreni agricoli. Sotto questo punto di vista il provvedimento all'esame del Senato propone novità importanti.

Viene disposta l'esenzione IMU assoluta dei terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, indipendentemente dalla loro ubicazione. Confermata l'esenzione prevista per i terreni che si trovano nei Comuni delle isole minori e per quelli a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale, a proprietà collettiva indivisibile e inuspicabile.

L'esenzione IMU sui terreni agricoli è correlata alla classificazione di montanità del Comune; in particolare, sono totalmente esenti i terreni situati nei Comuni classificati come totalmente montani, mentre in quelli parzialmente montani l'esenzione spetta solo per i terreni agricoli e per quelli non coltivati, posseduti o condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali.

Quanto ai fabbricati rurali di Trento e Bolzano, il testo prevede l'abrogazione della facoltà attribuita alle Province autonome di prevedere che tali immobili siano assoggettati all'IMU. Si tratta di un mero coordinamento normativo, considerato che tali Province hanno istituito l'IMI e l'IMIS in sostituzione dell'IMU.

Infine, a partire dal 2016, la determinazione della rendita catastale degli immobili a destinazione speciale e particolare (categorie dei gruppi D e E) sarà effettuata tramite stima diretta che tenga conto del suolo e delle costruzioni, nonché degli elementi strutturalmente connessi che ne accrescono la qualità e l'utilità dell'immobile nei limiti dell'ordinario apprezzamento. Saranno invece esclusi dalla stima diretta i cosiddetti macchinari imbullonati, ovvero tutti quei macchinari, congegni, attrezzature e altri impianti funzionali allo specifico processo produttivo.

Le esenzioni fiscali per gli imbullonati previste dalla manovra sono state illustrate in dettaglio con la circolare 2/E-2016 dell'Agenzia delle Entrate.

Fondo di solidarietà comunale

Alla luce delle minori entrate nelle casse comunali dovute alle esenzioni IMU e TASI, è previsto un incremento di 3 miliardi e 767 milioni di euro della dotazione del fondo di solidarietà comunale, che verrà ripartito tra le Regioni.

La quota di tale fondo viene elevata per i Comuni delle Regioni a statuto ordinario: dall'attuale 20% si passa al 30% per il 2016, al 40% per il 2017 e al 55% per il 2018.

Riduzione IRES e azzeramento IRAP agricoltura e pesca

Fra le novità della Legge di Stabilità, la riduzione dell'aliquota legale IRES di tre punti percentuali: dal 27,5% al 24% dal 2017.

La normativa prevede l'abolizione dell'aliquota IRAP per le imprese che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca e loro consorzi e per le cooperative ed i loro consorzi che forniscono in via principale, anche nell'interesse di terzi, servizi nel settore selvicolturale.

Photo credit: larkandlarks / Foter / CC BY-NC

Per leggere il contenuto prego
o