Cradle to Cradle Network: anche i rifiuti possono dar vita ad un nuovo inizio

 

Cradle to Cradle NetworkImmaginare, sin dalla progettazione di qualsiasi bene, il miglior modo per riutilizzarlo una volta esaurita la sua funzione: questo è il cardine del principio "Cradle to Cradle" (dalla culla alla culla) introdotto dal celebre testo di William McDonough e Michael Braungart, ma anche la base concettuale del progetto Cradle to Cradle Network, ideato da dieci regioni europee per condividere le migliori pratiche in materia di prevenzione e gestione dei rifiuti.

Finanziato con 3 milioni di euro dal Programma di cooperazione europea interregionale dell'Unione (Interreg IVC), il network nato lo scorso luglio a Limburg vede la partecipazione di Italia, Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Ungheria, Olanda, Romania, Slovenia.

L'iniziativa si propone di contribuire all'attuazione della Strategia Europa 2020 per la crescita inclusiva, sostenibile e intelligente attraverso la valorizzazione e la condivisione delle migliori applicazioni dei principi C2C, promuovendo un'innovazione sostenibile e favorendo il benessere sociale ed economico.

Gli obiettivi principali di C2C Network sono:

  1. lo sviluppo di una piattaforma europea per lo scambio di esperienze su C2C;
  2. l'elaborazione di piani d'azione che spieghino come pianificare politiche C2C e ne illustrino i potenziali vantaggi;
  3. la creazione di collegamenti tra le azioni perseguite nell'ambito del progetto C2C Network e gli obiettivi della politica regionale, soprattutto nel campo della competitività e dell'occupazione;
  4. il coinvolgimento di tutti gli attori interessati.

Dalle esperienze e dai progetti finora realizzati nelle diverse regioni sarà tratto il materiale per la pubblicazione di un manuale di pratica dei principi C2C e di quattro relazioni tematiche, dedicate rispettivamente a industria, edilizia, pianificazione territoriale e governance, cui sarà affidata anche la divulgazione dei piani d'azione futuri che il Network intende attuare entro il termine del progetto, previsto per la fine del 2011.

Tra le iniziative per la diffusione di C2C sono previsti anche seminari sui quattro temi citati, di cui il primo, dedicato alla pianificazione territoriale, ha affrontato come caso di studio anche il progetto italiano Nutrire Milano.

Si tratta di un'idea proposta da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, rappresentante per l'Italia nel Network, che consiste nella creazione di una zona rurale in ambito urbano, destinata sia alla produzione di alimenti che ad offrire ai cittadini uno spazio verde da esplorare.

C2C Network

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o