Business forum Italia-Cina: nuovo appuntamento per le PMI

 

Business forum Italia Cina Parte oggi un nuovo appuntamento a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese italiane in Cina, con un focus specifico sulla Provincia del Guangdong e sulla città di Canton. L'iniziativa è promossa nell’ambito del Business Forum Italia-Cina.

Finanziamenti SIMEST per l’internazionalizzazione: da oggi il 50% è a fondo perduto

Al via oggi un nuovo appuntamento nell’ambito del Business Forum Italia-Cina (BFIC), l’organismo co-presieduto da Liu Liange, Presidente di Bank of China, e da Fabrizio Palermo, AD di Cassa Depositi e Prestiti, che punta a promuovere le relazioni economiche e avvicinare le comunità imprenditoriali dei due Paesi. 

L’iniziativa si è tenuta in occasione del sesto anno dall’istituzione del BFIC e testimonia il forte impegno dei due paesi nel rafforzare le relazioni commerciali bilaterali, anche in un periodo di oggettiva difficoltà a livello globale a seguito della diffusione della pandemia. 

Accordo sugli investimenti UE-Cina, Michel: UE è un player, non un campo di gioco

Opportunità di internazionalizzazione per PMI italiane in Cina

All’appuntamento di oggi - che si è svolto per la prima volta in modalità virtuale - hanno preso parte Yu Jianhua, vice-ministro del Commercio cinese, Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Affari Esteri, Carlo Ferro, Presidente dell’Istituto per il Commercio estero, e Barbara Beltrame, VicePresidente per l’internazionalizzazione di Confindustria.

Nell’ottica di aiutare le imprese italiane a diversificare i mercati di sbocco in territorio cinese, approfondendo la conoscenza di mercati diversi da Pechino e Shanghai, per esplorare opportunità di business e avviare nuove collaborazioni, l’edizione 2020 del Forum PMI ha previsto il coinvolgimento di oltre 150 imprese dell’area di Canton e della Provincia del Guangdong e di 50 imprese italiane dei settori industriali della meccanica, farmaceutica, mobile e automotive.

A conclusione del Forum, CDP ha organizzato per le aziende italiane partecipanti un appuntamento virtuale per presentare alle imprese italiane gli strumenti finanziari del Gruppo finalizzati al supporto dell’export e dell’internazionalizzazione. 

In particolare, alle aziende che operano nel mercato cinese, è stata illustrata la linea di finanziamenti in valuta locale, erogata a valere sull’emissione dei “Panda Bond”. CDP è stato, infatti, il primo Istituto Nazionale di Promozione a livello europeo a emettere questo tipo di obbligazioni sul mercato cinese. Lo strumento, che sta riscuotendo grande interesse per le aziende italiane presenti in Cina, va a integrare una serie di iniziative lanciate dal Governo italiano a supporto dell’export e dei processi di internazionalizzazione delle imprese italiane.

Italia-Cina: non solo Belt and Road nella nuova fase di cooperazione

Perchè il Guangdong e Canton sono importanti

Con una popolazione di circa 114 milioni di abitanti e un Pil di 1,47 trilioni di dollari, pari al 10,8% dell’intero PIL nazionale, la provincia cinese del Guangdong è la regione più ricca e più popolosa della Paese e si caratterizza per l’importante presenza dell’industria dell’elettronica e dell’IT.

La città di Canton, invece, con i suoi 15 milioni circa di abitanti è al centro di un agglomerato urbano che collega nove città con oltre 60 milioni di abitanti.

Entrambe le aree rappresentano interessanti punti di sbocco per le imprese italiane.

Investimenti cinesi e dialogo digitale UE-Cina: cosa rischia l’Europa

Per leggere il contenuto prego
o