Banda ultralarga: Infratel completa mappatura aree grigie e nere

 

Infratel e monitoraggio banda ultralarga: photocredit Gerd AltmannInfratel completa l’attività di aggiornamento della mappatura delle aree del territorio definite “nere” e grigie”. Gli investimenti in banda ultralarga realizzati dagli operatori risultano inferiori alle attese.

Banda ultralarga - Open Fiber, 2mila cantieri nel 2019

La società in house del Ministero dello Sviluppo economico, che fa parte del Gruppo Invitalia, ha infatti concluso la consultazione su queste due tipologie di aree, anche con l'obiettivo di stabilire se siano necessari ulteriori interventi pubblici nell'ambito della Strategia italiana per la banda ultralarga.

Le aree mappate nella consultazione, iniziata a gennaio di quest'anno e conclusasi a metà maggio, sono quelle in cui gli operatori sono finora intervenuti con propri programmi infrastrutturali o hanno interesse a farlo nei prossimi tre anni.

Banda ultralarga – ok a concessione Open Fiber per terza gara aree bianche

Sono oltre 19,8 milioni gli indirizzi civici localizzati nelle aree grigie e nere - che ricadono in 4.250 Comuni per un totale di 25,8 milioni di abitazioni - su cui gli operatori ascoltati nel corso della consultazione hanno fornito i dati.

Il quadro che ne emerge rivela un 2018 in cui la realizzazione della copertura di rete è stata pari al 78% di quella prevista nella consultazione del 2015 e che, pertanto, risulta inferiore rispetto a quanto si era dichiarato.

Il risultato è che nel 2018 rimangono ancora scoperti circa 3,2 milioni di indirizzi civici, mentre si attesta al 32,7% la quota di civici “neri” - quelli che presentano almeno due infrastrutture distinte - che sono ad oggi in grado di erogare concretamente servizi over 100 Mbit al secondo e che potranno evolversi vero 1 Gbit/s.

I passi successivi prevedono adesso la sottoscrizione da parte degli operatori di specifici accordi contrattuali, in linea con gli orientamenti europei, che contengano impegni di copertura dichiarati, ma anche l’avvio di tavoli tecnici sulle aree dichiarate a copertura di tecnologie FWA e VDSL con velocità superiore ai 100Mbit/s. I tavoli saranno lanciati da Infratel, coinvolgeranno gli operatori presenti in queste aree e avranno l’obiettivo di approfondire gli aspetti tecnici della questione.

Consulta il documento

Photocredit: Gerd Altmann da Pixabay 

Per leggere il contenuto prego
o