Risoluzione dispute - consultazione UE su riforma multilaterale

 

La consultazione riguarda le possibili riforme a livello multilaterale del sistema di risoluzione delle controversie investitore-Stato.

Risoluzione dispute - Photo credit: toridawnrector via Foter.com / CC BY-SA

Investimenti - verso Corte permanente per risoluzione dispute

Ue-Canada - da CETA non solo vantaggi economici

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica per raccogliere opinioni da parte di tutti i soggetti interessati sulle possibili opzioni di una riforma in chiave multilaterale dei processi di risoluzione delle controversie sugli investimenti, compresa l'eventualità della creazione di una Corte multilaterale permanente

Contesto: perchè una riforma multilaterale

L'idea di riformare a livello multilaterale il sistema di risoluzione delle controversie relative agli investimenti è emersa per la prima volta nel 2014, quando, nel corso di una consultazione pubblica sulla protezione degli investimenti, un certo numero di stakeholder ha avanzato l'ipotesi che una riforma del sistema di risoluzione delle dispute di quel tipo fosse preferibile a diverse riforme bilaterali.

Nel 2015, all'interno di un concept paper dedicato al TTIP, la Commissione Ue ha poi proposto ufficialmente l'idea, che ha incontrato un decisivo sostegno tanto dal Parlamento europeo quanto dagli Stati membri.

La Commissione europea spinge, in particolare, per la creazione di una Corte permanente, sul modello di quella previsto dal CETA, l'accordo economico e commerciale raggiunto da Unione europea e Canada. Negli intenti di Bruxelles tale meccanismo dovrebbe essere di esempio per l'istituzione di un'unica struttura fissa da utilizzare nell'ambito di tutti i futuri accordi commerciali a livello globale, in sostituzione dell'attuale sistema ad hoc di risoluzione delle controversie Investitore-Stato, l'ISDS (Investor-State Dispute Settlement), oggi incluso in circa 3200 intese in vigore.

ISDS - Ue, piu' trasparenza per risoluzione controversie investitore-Stato

Bruxelles lancia la consultazione pubblica

Nel corso degli ultimi anni, spiega Bruxelles, sono emerse diverse proposte concrete per attuare tale riforma. Al contempo, l'idea di una riforma multilaterale del sistema sistema di risoluzione delle controversie investitore-Stato è in discussione in diversi Paesi terzi e in seno a varie organizzazioni internazionali che si occupano di investimenti, come l'OCSE, la Banca Mondiale, la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (United Nations Conference on Trade and Development, UNCTAD) e la Commissione delle Nazioni Unite per il diritto commerciale internazionale (United Nations Commission on International Trade Law, UNCITRAL).

E' in tale contesto che la Commissione ha lanciato una consultazione pubblica per raccogliere opinioni sull'attuale politica UE in materia di risoluzione delle controversie di investimento e sulle possibili opzioni di riforma multilaterale, tra cui l'eventuale creazione di una Corte globale permanente.

I risultati della consultazione pubblica contribuiranno ad alimentare la valutazione d'impatto che i servizi della Commissione stanno preparando sulle effettive opzioni da tenere in campo.

La consultazione rimarrà aperta fino al 15 marzo 2017.

Public consultation on a multilateral reform of investment dispute resolution

Photo credit: toridawnrector via Foter.com / CC BY-SA

Per leggere il contenuto prego
o