TTIP – 15° round, progressi su cooperazione normativa

 

Tra i passi in avanti compiuti, la proposta di aggiornare l'accordo di riconoscimento reciproco in materia di buone prassi per la produzione dei farmaci.

EU-US

> TTIP - Malmstroem, esito accordo dipende da prossimo presidente USA

TTIP - negoziati Ue-USA, e' davvero la fine?

Si è concluso a New York il 15° round di trattative sul TTIP, il Partenariato transatlantico su commercio e investimenti che Bruxelles - per conto dei 28 Stati membri - e Washington stanno negoziando dal 2013.

Al centro dei colloqui, ha spiegato il capo negoziatore per l'Unione europea Ignacio Garcia Bercero, vi erano il consolidamento dei testi e l'eliminazione delle differenze nelle proposte sul tavolo. I due gruppi di negoziatori coinvolti, ha sottolineato il funzionario Ue, hanno discusso a lungo al fine di compiere “progressi significativi in vari settori”.

> Commercio - servizi, il punto sui negoziati del TiSA

Il comparto normativo ha occupato buona parte delle discussioni, in particolare i dossier relativi a:

  • coerenza regolamentare,
  • ostacoli tecnici al commercio,
  • salute delle piante e degli animali (SPS),
  • nove settori specifici  per la cooperazione normativa, individuati dalle parti prima dell'inizio dei colloqui, ovvero: automobili, prodotti farmaceutici, prodotti chimici, cosmetici, ICT, pesticidi, ingegneria, dispositivi medici e tessuti.

I progressi in alcuni di questi settori, ha detto Bercero, sono molto incoraggianti. In materia di cooperazione normativa, ad esempio, i negoziatori hanno proposto e discusso l'eventualità di aggiornare l'accordo in vigore dal 1999 sul riconoscimento reciproco del programma per il rispetto e l'esecuzione delle buone prassi di fabbricazione dei prodotti farmaceutici.

L'intesa tra Unione europea e Stati Uniti su questo specifico ambito stabilisce le condizioni a cui ciascuna parte accetta o riconosce i risultati delle procedure di valutazione della conformità ottenuti dalle autorità e dagli organismi responsabili dell’altra parte al fine di valutare la conformità ai requisiti della parte importatrice e collabora ad altre attività connesse.

Obiettivo dell'accordo, si legge all'articolo 2 del documento, è quello di “assicurare un effettivo accesso al mercato in tutto il territorio” europeo e statunitense per tutti i prodotti farmaceutici in commercio.

TTIP - negoziati Ue-USA, online in italiano documenti riservati

Una volta che i progressi compiuti nel corso dell'ultimo round stati saranno riferiti alle rispettive parti politiche, ha concluso Bercero, si deciderà sui prossimi passi. Dal lato Ue, i ministri del Commercio dei 28 si incontreranno a Bruxelles il prossimo 11 novembre.  

Photo credit: openDemocracy via Foter.com / CC BY-SA

Per leggere il contenuto prego
o