Suez – per Italia benefici economici da raddoppio canale

 

L'ampliamento del Canale di Suez porterà all'Italia incrementi di traffico commerciale e risparmi significativi

Canale di Suez - Photo credit: Armada Española / Foter / CC BY-NC-SAL'opera, che viene inaugurata oggi dopo appena un anno di lavori, raddoppia per un tratto di 72 chilometri la portata del canale che permette la navigazione dal Mediterraneo all'Oceano Indiano senza bisogno di circumnavigare l'Africa.

Il canale di Suez

Quello di Suez è un canale artificiale navigabile situato in Egitto, ad ovest della penisola del Sinai, che unisce la città di Porto Said, sul mar Mediterraneo, a quella di Suez, sul Mar Rosso. Il canale, inaugurato il 17 novembre 1869, permette la navigazione diretta dal  Mar Mediterraneo all'Oceano Indiano, senza la necessità di circumnavigare l'Africa.

Originariamente, l'opera era lunga 164 chilometri, per 8 metri di profondità e 53 metri di larghezza; in seguito a lavori infrastrutturali effettuati nel 2010, la lunghezza del canale è stata estesa a 193,30 chilometri.

La struttura permette il passaggio dell’8% del traffico internazionale, con il 3% costituito da navi che trasportano petrolio e gas. Finora, il transito è stato organizzato in tre convogli alternati al giorno.

Il progetto di raddoppio

Voluto dal presidente Abdel Fattah al Sisi, il raddoppio del Canale di Suez rappresenta un'opera infrastrutturale di dimensioni faraoniche, conclusa in appena un anno di tempo. I lavori hanno portato alla realizzazione di un doppio canale per un tratto di 72 chilometri, al fine di permettere il doppio senso di circolazione alle navi. L'impresa ha consentito, inoltre, l'ampliamento della larghezza del canale di ulteriori 37 chilometri e la costruzione di una nuova via marittima da 35 chilometri per favorire il passaggio di petroliere.

L'opera, che viene inaugurata oggi, promette non solo di rilanciare l'economia dell'Egitto ma anche - e soprattutto - di incrementare e velocizzare il traffico commerciale dell'intera area mediterranea. Nello specifico, l'allargamento porta il passaggio delle navi da 49 a 97 al giorno e riduce il tempo di percorrenza da 18 a 11 ore.

Inoltre il nuovo Canale di Suez, diversamente da quello di Panama, non imporrà limiti nella dimensione delle navi che possono transitare.

SRM: Effetti positivi per l'Italia

Studi e Ricerche per il Mediterraneo (SRM) realizza studi, analisi e ricerche al fine di contribuire alla diffusione della conoscenza e della cultura economica oltre che creare valore aggiunto nel tessuto economico e sociale del Mezzogiorno.

Da una ricerca effettuata da SRM sugli effetti economici del raddoppio del Canale di Suez per i traffici del Mediterraneo, emergono previsioni positive anche per l'economia dell'Italia e, in particolare, del Sud del Paese.

Secondo lo studio, infatti, i porti italiani di trasbordo potrebbero vedere un incremento di circa 170mila container, con conseguente risparmio  per ogni nave/tratta di circa 10.500 euro per ogni vettore. L'impatto complessivo in risparmio annuale per l'insieme degli operatori italiani è valutato in circa 180 milioni di euro.

Link
Assafrica-Coface - assicurazione credito per internazionalizzazione imprese
Africa - opportunita' di business per imprese italiane

Per leggere il contenuto prego
o