Ue: Quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014–2020

 

Sicurezza sul lavoroLa Commissione europea ha presentato un nuovo Quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014–2020, che individua le principali sfide per l’Ue in questo settore.

Le sfide individuate nel Quadro sono tre:

  1. migliorare l'attuazione delle norme in materia di salute e sicurezza esistenti, in particolare rafforzando la capacità delle microimprese e delle piccole imprese di mettere in atto misure di prevenzione;
  2. migliorare la prevenzione delle malattie professionali;
  3. tenere conto dell’invecchiamento della forza lavoro dell'Ue.

Per affrontare tali sfide la Commissione europea ha individuato una serie di azioni suddivise in sette obiettivi strategici:

  1. consolidare ulteriormente le strategie nazionali in materia di salute e sicurezza;
  2. fornire un sostegno concreto alle piccole e microimprese per aiutarle a soddisfare meglio le norme in materia di salute e sicurezza;
  3. migliorare l'applicazione del Quadro da parte degli Stati membri, per esempio attraverso la valutazione dell'efficienza degli ispettorati del lavoro nazionali;
  4. semplificare la legislazione esistente, con l’obiettivo di eliminare dove necessario gli oneri amministrativi inutili, preservando contemporaneamente un livello elevato di protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori;
  5. affrontare l'invecchiamento della forza lavoro europea e migliorare la prevenzione delle malattie professionali;
  6. migliorare la raccolta dei dati statistici per sviluppare strumenti di monitoraggio;
  7. rafforzare il coordinamento con le organizzazioni internazionali, come l'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e altri partner.

Gli strumenti che saranno utilizzati per il perseguimento di tali obiettivi sono:

Il Quadro strategico sarà ora trasmesso al Parlamento europeo, al Consiglio dei Ministri dell'Ue, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle Regioni.

Per il 2016 è prevista una revisione del Quadro sulla base dei risultati del processo di valutazione globale della legislazione Ue in materia di salute e sicurezza sul lavoro, disponibili entro la fine del 2015.

Links
Quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014–2020

Per leggere il contenuto prego
o