BEI: supporto finanziario agli obiettivi dell'Europa

 

BEI - Foto di ZinnekeIstituita nel 1958 dal trattato di Roma, la Banca europea per gli investimenti (BEI) è l'istituto di credito a lungo termine dell'Unione europea che concede prestiti al settore pubblico e privato per finanziare progetti atti a sostenere e realizzare gli obiettivi politici dell'UE.

In occasione del convegno sull'uso efficiente delle risorse, organizzato il 19 maggio scorso dalla Rappresentanza Italiana della Commissione europea nell'ambito della Green Week, il Dott. Gennaro Ramazio, Capo unità Enti Locali della Banca Europea per gli Investimenti, ha illustrato le tipologie di progetti finanziabili dall'istituto.

I fondi della BEI sono concessi a sostegno di interventi compatibili con le indicazioni e i target dell'UE, in particolare quelli tracciati dalla strategia Europa 2020 per la crescita sostenibile, intelligente ed inclusiva.

Nel 2010 la Banca europea ha finanziato progetti per 63 miliardi di euro in tutti gli Stati membri, di cui 8,8 miliardi sono stati destinati all'Italia.

I settori di investimento della BEI comprendono:

  • le regioni della Convergenza;
  • l'ambiente e le comunità sostenibili;
  • le PMI;
  • l'energia;
  • l'economia della conoscenza;
  • le reti TENS (trans-European networks).

Tra questi figurano, ad esempio, i 13 miliardi assegnati per la costruzione della Metropolitana di Roma, il progetto di sviluppo urbano di Milano, la razionalizzazione delle risorse idriche in Toscana, la costruzione della Centrale fotovoltaica di Montalto di Castro.

La BEI non finanzia, tuttavia, solo progetti di così grandi dimensioni. Particolare attenzione è destinata infatti ai Comuni minori, attraverso le società di sviluppo regionali, e alle piccole e medie imprese.
Con specifico riferimento agli enti locali, che sono limitati nelle possibilità di indebitamento dal rispetto del Patto di stabilità, la BEI mette a disposizione linee di credito dedicate gestite da intermediari scelti dall'amministrazione.

Inoltre, per agevolare la mobilitazione di fondi per gli investimenti in energia sostenibile a livello locale, la Commissione europea e la Banca europea degli investimenti hanno introdotto il meccanismo di sostegno tecnico ELENA (European Local Energy Assistance), finanziato attraverso il programma Intelligent Energy Europe.
Il sostegno di ELENA copre una quota del costo per l'assistenza tecnica necessaria per preparare e attuare il programma di investimento, dagli studi di fattibilità e di mercato ai piani aziendali agli audit energetici.

Banca europea degli investimenti

Per leggere il contenuto prego
o