Programma UE per le attività dei servizi finanziari e della revisione contabile

 

UE - immagine di Luis Miguel Bugallo Sánchez La Commissione Europea, con Decisione del Parlamento e del Consiglio del 16 settembre 2009, ha istituito un programma per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2010 e il 31 dicembre 2013, a sostegno delle attività svolte da organismi che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi politici della Comunità con riferimento alla convergenza in materia di vigilanza e alla cooperazione nel settore dei servizi finanziari e nel campo dell’informativa finanziaria e della revisione contabile. La dotazione finanziaria per l’attuazione della presente decisione per il periodo 2010-2013 è pari a 38,7 milioni di euro.

L’obiettivo generale del programma consiste nel migliorare l’operatività del mercato interno sostenendo il funzionamento, le attività o azioni di determinati organismi nei settori dei servizi finanziari, dell’informativa finanziaria e della revisione contabile.

Il programma contiene le seguenti attività:

  • attività a sostegno dell'attuazione delle politiche comunitarie mirate alla convergenza in materia di vigilanza;
  • attività di elaborazione o di apporto di contributi all'elaborazione di informazioni relative alle stesse.
I beneficiari di cui alla presente decisione sono i seguenti:

Sezione A
  • Beneficiari nel settore dell’informativa finanziaria:
    — European Financial Reporting Advisory Group (EFRAG),
    — International Accounting Standards Committee Foundation (IASCF).
  • Beneficiari nel settore della revisione contabile:
    — Public Interest Oversight Board (PIOB).
Sezione B
Organismi il cui obiettivo consiste nel fornire sostegno amministrativo al comitato delle autorità europee di regolamentazione dei valori mobiliari, al comitato delle autorità europee di vigilanza bancaria e al comitato delle autorità europee di vigilanza delle assicurazioni e delle pensioni aziendali o professionali:
— nel caso del comitato delle autorità europee di vigilanza bancaria (CEBS), CEBS Secretariat Limited, una limited company by guarantee di diritto britannico senza capitale azionario, con sede a Londra;
— nel caso del comitato delle autorità europee di regolamentazione dei valori mobiliari (CESR), un’organizzazione senza fini di lucro («association loi 1901»), con sede a Parigi;
— nel caso del comitato delle autorità europee di vigilanza delle assicurazioni e delle pensioni aziendali o professionali (CEIOPS), un’organizzazione senza fini di lucro tedesca, con sede a Francoforte sul Meno.

Possono beneficiare del programma anche altri organismi, a condizione che si tratti di persone giuridiche che svolgono attività senza fini di lucro con l'obiettivo di promuovere l'interesse pubblico, che perseguano scopi di interesse generale europeo e che non si trovino in una delle situazioni di cui all'articolo 93, paragrafo 1, all'articolo 94 e all'articolo 96, paragrafo 2, lettera a), del Regolamento finanziario.

La Commissione provvede al finanziamento a titolo del programma sotto forma di sovvenzioni e solo dietro presentazione di un adeguato programma di lavoro nonché di un bilancio stimato totale.
In particolare, per quanto riguarda il finanziamento dell'Efrag, dell'Iasfc e del Piob, la Commissione europea prevede sovvenzioni di funzionamento, concesse unicamente per finanziare i costi e le spese operativi dei beneficiari, comprese quelle per il funzionamento delle rispettive segreterie e la retribuzione dei dipendenti.

Invece, le strutture di sostegno dei comitati europei di vigilanza ricevono finanziamenti sotto forma di sovvenzioni per azioni concernenti le seguenti attività:
- progetti nel campo delle tecnologie dell'informazione;
- programmi di formazione e sistemi di stanziamento del personale dei revisori nazionali;
- organizzazione di conferenze, seminari, sessioni di formazione e riunioni di esperti;
- preparazione e diffusione di pubblicazioni nonché la preparazione e realizzazione di altre attività di formazione;
- lavori di ricerca nonché preparazione di studi;
- altre attività di sostegno specifico nel campo della contabilità, della revisione contabile, della convergenza o cooperazione in materia di vigilanza.

Nei limiti della suddetta dotazione, gli stanziamenti d’impegno per i beneficiari elencati nella sezione B sono di almeno 13.500.000 euro ,quelli per l’IASCF di non oltre 12.750.000 euro e quelli per l’EFRAG di non oltre 11.250.000 euro.

La Commissione, nell'ambito delle azioni di monitoraggio da svolgere, provvede affinché:
  • per ogni azione finanziata dal programma a titolo di sovvenzione per azioni, il beneficiario trasmetta ogni anno relazioni tecniche e finanziarie sullo stato di avanzamento dei lavori e una relazione finale dopo il completamento dell’azione;
  • per ogni programma di lavoro finanziato dal programma con una sovvenzione di funzionamento, il beneficiario trasmetta ogni anno una relazione di attività e una relazione finanziaria sull’esecuzione del programma di lavoro e una relazione finale a chiusura del periodo di ammissibilità al finanziamento comunitario.
DECISIONE N. 716/2009/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 settembre 2009
Per leggere il contenuto prego
o