PROGRESS – Programma comunitario per l’occupazione e la solidarietà sociale (2007-2013)

 
Il programma, destinato a finanziare la realizzazione degli obiettivi UE nel settore dell'occupazione e degli affari sociali, costituisce un nuovo strumento di finanziamento che rimarrà attivo per tutto il periodo 2007-2013.

Obiettivi

  1. Migliorare la conoscenza e la comprensione della situazione degli Stati membri e degli altri paesi partecipanti mediante l’analisi, la valutazione e l’attento controllo delle politiche;
  2. Appoggiare lo sviluppo di strumenti e metodi statistici e di indicatori comuni suddivisi, se del caso, per sesso e gruppo di età, nei settori previsti dal programma;
  3. Sostenere e seguire l’attuazione della legislazione e degli obiettivi strategici della Comunità negli Stati membri e valutarne l'efficacia e l’impatto;
  4. Promuovere la creazione di reti, l’apprendimento reciproco, l’identificazione e la diffusione di buone prassi e di azioni innovative a livello europeo;
  5. Sensibilizzare maggiormente le parti interessate e il grande pubblico alle politiche e agli obiettivi comunitari attuati nel quadro di ciascuna delle cinque sezioni;
  6. Migliorare la capacità delle principali reti a livello europeo di promuovere, sostenere e sviluppare ulteriormente le politiche dell’Unione e i suoi obiettivi.

 Il programma si articola nelle seguenti sezioni o priorità tematiche:

1) OCCUPAZIONE - sostegno all'attuazione della strategia europea per l'occupazione (SEO):

  • migliorare la comprensione della situazione relativa all'occupazione e alle prospettive del settore;
  • valutare l'applicazione delle raccomandazioni e degli orientamenti europei per l'occupazione e loro impatto, analisi dell'interazione fra la SEO, la strategia generale socio-economica e altri quadri strategici; 
  • organizzazione di scambi sulle politiche, le buone prassi e gli approcci innovativi, promozione dell'apprendimento reciproco nel quadro della SEO; 
  • sensibilizzazione, diffusione di informazioni e promozione del dibattito sulle sfide e le politiche dell'occupazione, sull'attuazione di programmi nazionali di riforma.

2) PROTEZIONE SOCIALE E INTEGRAZIONE - sostegno all'applicazione del metodo di coordinamento aperto (OMC) nel settore della protezione sociale e dell'integrazione:

  • migliorare la comprensione dell'esclusione sociale, delle questioni connesse alla povertà e delle politiche di protezione sociale e integrazione (in particolare attraverso analisi e studio degli indicatori comuni OMC;
  • valutare le applicazioni e gli impatti dell'OMC nel settore della protezione sociale e dell'integrazione;
  • organizzazione di scambi sulle politiche, le buone prassi e gli approcci innovativi, promozione dell'apprendimento reciproco nel contesto della strategia per la protezione sociale e l'integrazione; 
  • sensibilizzazione, diffusione di informazioni e promozione del dibattito sulle principali sfide e questioni politiche sollevate nell'ambito dell'OMC nel settore della protezione sociale e dell'integrazione, in particolare fra ONG, attori regionali e locali, parti sociali e altri soggetti interessati; 
  • sviluppo della capacità delle principali reti UE di promuovere e ampliare gli obiettivi politici e le strategie dell'UE relativi alla protezione sociale e all'integrazione.

3) CONDIZIONI DI LAVORO - sostegno al miglioramento dell'ambiente e delle condizioni di lavoro, incluso la salute e la sicurezza sul lavoro e la conciliazione tra vita professionale e familiare:

  • migliorare la comprensione delle situazioni inerenti le condizioni di lavoro;
  • supporto all'applicazione del diritto UE in materia di lavoro; 
  • attuazione di azioni preventive e promozione della sicurezza e della salute sul lavoro; 
  • sensibilizzazione, diffusione di informazioni e promozione del dibattito sulle principali sfide e questioni politiche relative alle condizioni di lavoro, anche a livello di parti sociali e altri soggetti interessati.

4) DIVERSITA' E LOTTA CONTRO LA DISCRIMINAZIONE - sostegno all'applicazione efficace del principio della non discriminazione e promozione della sua integrazione in tutte le politiche UE:

  • migliorare la comprensione delle situazioni di discriminazione;
  • supporto all'applicazione della normativa UE in tema di lotta contro la discriminazione; 
  • sensibilizzazione, diffusione di informazioni e promozione del dibattito sulle principali sfide e questioni politiche relative alla discriminazione e all'integrazione della lotta contro la discriminazione in tutte le politiche UE, in particolare fra le ONG, le parti sociali e altri soggetti interessati;
  • sviluppo della capacità delle principali reti dell'UE di promuovere e ampliare gli obiettivi politici e le strategie dell'UE in questo ambito.

5) PARITA' FRA UOMINI E DONNE - sostegno all'applicazione efficace del principio della parità uomo-donna e promozione della sua integrazione in tutte le politiche UE:

  • migliorare la comprensione delle questioni di genere e delle integrazione possibili nelle politiche UE;
  • sostegno all'applicazione della normativa UE in tema di pari opportunità; 
  • sensibilizzazione, diffusione di informazioni e promozione del dibattito sulle principali sfide e questioni politiche relative alla parità uomo-donna e all'integrazione della dimensione di genere, in particolare fra le ONG, le parti sociali e altri soggetti interessati; 
  • sviluppo della capacità delle principali reti dell'UE di promuovere e ampliare gli obiettivi politici e le strategie dell'UE in questo ambito.

Azioni
Per ognuna delle sezioni elencate, potranno essere attivate e finanziate le azioni seguenti:

a) Attività analitiche:
- raccolta, elaborazione e diffusione di dati e statistiche;
- elaborazione e diffusione di metodologie e, se del caso, di indicatori o criteri di riferimento;
- realizzazione di studi, analisi e indagini e diffusione dei risultati;
- realizzazione di valutazioni e analisi dell’impatto e diffusione dei risultati;
- elaborazione e pubblicazione di guide, relazioni e materiale didattico tramite Internet o altri supporti mediatici.

b) Attività di apprendimento reciproco, sensibilizzazione e diffusione:
- identificazione e scambio di buone prassi, impostazioni ed esperienze innovative, organizzazione di valutazioni a pari livello e apprendimento reciproco mediante riunioni/workshop/seminari a livello nazionale, transnazionale o europeo;
- organizzazione di conferenze/seminari della presidenza del Consiglio UE;
- organizzazione di conferenze/seminari a sostegno dello sviluppo e dell’attuazione della normativa e degli obiettivi politici della Comunità;
- organizzazione di campagne e manifestazioni mediatiche;
- raccolta e pubblicazione di materiali al fine di diffondere informazioni e risultati del programma.

c) Sostegno ai principali operatori:
- sostegno alle spese di funzionamento delle principali reti a livello europeo le cui attività sono collegate all'attuazione degli obiettivi del programma;
- organizzazione di gruppi di lavoro costituiti da funzionari nazionali per seguire l’applicazione del diritto comunitario;
- finanziamento di seminari specializzati destinati a coloro che sono attivi nel settore, ai principali funzionari e ad altri operatori pertinenti;
- creazione di reti fra organismi specializzati a livello europeo;
- finanziamento di reti di esperti;
- finanziamento di osservatori a livello europeo;
- scambio di personale fra amministrazioni nazionali;
- cooperazione con istituzioni internazionali.

Beneficiari
Persone giuridiche, apparteneti ad autorità nazionali regionali e locali, servizi pubblici, organi patronali e sindacati, università e istituti di ricerca, esperti di valutazione, istituti statistici nazionali, ONG.

Per maggiori informazioni consultare il sito della Commissione Europea-DG Occupazione, Affari Sociali e Pari opportunità.

Per leggere il contenuto prego
o