Trento: il Piano energetico ambientale provinciale 2013-2020

 

Energia rinnovabileRidurre le emissioni inquinanti attraverso lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l'efficienza energetica. E' questa la priorità del Piano energetico ambientale provinciale 2013-2020, predisposto dall’Agenzia per l’Energia della provincia di Trento e adottato in via preliminare dalla Giunta insieme al relativo Rapporto ambientale. I due documenti sono stati depositati presso l’Agenzia provinciale per l’Energia per la consultazione da parte del pubblico; successivamente il Piano sarà trasmesso al Consiglio delle autonomie locali e alla competente commissione permanente del Consiglio provinciale, che - entro 30 giorni - esprimeranno il proprio parere.

Il Piano intende promuovere la ricerca e lo sviluppo delle attività di green economy, puntando sull’impiego delle tecnologie solari nella produzione di calore e di energia elettrica. Nel documento, inoltre, sono stati aggiornati gli obiettivi del precedente Piano energetico, in linea con le principali novità normative italiane ed europee.

In materia di efficienza energetica sono previsti incentivi per:

  • la riqualificazione energetica di interi edifici o aree urbane,
  • la creazione, con risorse pubbliche e private, di fondi di rotazione per facilitare gli interventi di riqualificazione e l'introduzione progressiva di valori più restrittivi sui consumi della nuova edilizia,
  • la promozione di verifiche energetiche nel settore del terziario e nell’industria e il controllo rigoroso delle certificazioni degli edifici.

Nel campo delle energie rinnovabili, invece, è previsto:

  • il sostegno alla realizzazione di impianti di teleriscaldamento a biomassa,
  • la promozione e valorizzazione della filiera locale del legno,
  • la semplificazione e ottimizzazione dell’iter autorizzativo per gli impianti di produzione da fonti rinnovabili.

Per quanto riguarda le reti, il Piano intende favorire l'ampliamento della rete di distribuzione di gas naturale e ad interventi per la riduzione delle perdite di trasporto e distribuzione dell’energia elettrica. Nel settore dei trasporti, invece, sono state individuate le direttrici da seguire nel raddoppio della ferrovia della Valsugana, nel potenziamento di bike e car sharing e nella promozione dei veicoli a basso impatto ambientale.

Tutti gli interventi - si specifica nel Piano - saranno accompagnati da iniziative di informazione, educazione e promozione che coinvolgano i Comuni e i cittadini direttamente.

Links

Documento preliminare alla elaborazione del Piano energetico ambientale 2013-2020 della Provincia autonoma di Trento

Delibera n° 2851/2012

Per leggere il contenuto prego
o