Campania: Piano regionale di intervento per il patrimonio culturale

 

Porta NapoliPubblicato un bando per la definizione del Piano di intervento per la valorizzazione, conservazione, gestione e fruizione del patrimonio culturale regionale: le risorse a disposizione ammontano a 36 milioni di euro e le domande potranno essere presentate a partire dal 4 dicembre 2012 e fino al 4 marzo 2013.

Il Piano Regionale di Intervento (PRI) dev'essere composto da specifiche proposte progettuali che perseguano la valorizzazione, la conservazione, la gestione e la fruizione del patrimonio di interesse storico, artistico, architettonico e paesistico afferenti ad aree suscettibili di valorizzazione e gestione integrate, ai fini dell’incremento dell’offerta turistica campana.

Tali proposte devono riguardare, per ciascuno dei siti interessati e del relativo contesto, una serie di azioni coordinate, attraverso una messa in rete della progettazione e della gestione delle risorse locali, al fine di creare sistemi culturali integrati capaci di innescare sul territorio regionale sviluppo economico.

In particolare, i progetti devono prevedere:

  • interventi di restauro e recupero del patrimonio di valore storico, artistico, architettonico, archeologico e paesistico, strettamente funzionali alla fruibilità dello stesso patrimonio anche ai fini dell’incremento dei flussi turistici, quale completamento del processo di valorizzazione e diffusione dell’asset culturale;
  • azioni di valorizzazione, volte ad aumentare la conoscenza e la fruizione del patrimonio e a migliorarne le infrastrutture e i servizi di accessibilità, ad attivare o a potenziare servizi di accoglienza, nonché ad ampliare i servizi connessi all’offerta culturale;
  • azioni per la messa a sistema dei beni e azioni specifiche di avvio e gestione del sistema stesso.

Per ciascuna operazione, il cofinanziamento non potrà essere inferiore a 500mila euro e non potrà essere superiore ad 2,5 milioni, ivi comprese le azioni di messa a sistema.

Al bando possono partecipare:

  • la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania;
  • le Province nel cui territorio ricadono i beni/siti oggetto della proposta;
  • i Comuni della Campania.

La valutazione delle proposte sarà curata dagli uffici del Settore Beni Culturali.

Per leggere il contenuto prego
o