Toscana: l'iter del nuovo bando per l'imprenditoria giovanile e femminile - LR n. 28-2011

 

Women - foto di JobsearchLo scorso 6 settembre, è stato licenziato dalla terza commissione il Regolamento attuativo della nuova legge regionale in favore delle imprese costituite da giovani e da donne, approvata dal Consiglio a fine luglio scorso. Nella prossima seduta, la Giunta regionale approverà anche una delibera in cui saranno definite condizioni e modalità di partecipazione al futuro bando, per il quale è previsto uno stanziamento di 12 milioni di euro in 3 anni.

Il Regolamento della legge definisce le modalità operative per l’attuazione delle agevolazioni, per la realizzazione degli investimenti, di concessione, il raccordo con le banche, nonché i parametri per stabilire il potenziale economico dell’investimento e definire le imprese in espansione.

Rispetto al testo precedente (L.R. n. 21/2008), la nuova legge (L.R. n. 28/2011) amplia il suo raggio di azione, grazie, ad esempio, all’innalzamento del limite d’età dai 35 ai 40 anni e all’estensione degli incentivi ad altri soggetti “deboli” del mercato del lavoro, come donne e lavoratori in cassa integrazione di tutte le età.

Delle risorse stanziate per il prossimo bando, infatti:

  • il 50% sarà destinato al finanziamento di imprese gestite da giovani under 40,
  • il 30% servirà per il sostegno all’imprenditorialità femminile,
  • il 20% sarà dedicato alle aziende costituite da lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali.

La legge si rivolge alle imprese di tutti i settori economici, ad eccezione dell’agricoltura, che ha un proprio regolamento specifico per l'imprenditoria.

A cambiare è anche la modalità di erogazione degli aiuti, non più in conto capitale, ma sotto forma di contributo per l’abbattimento di interessi o prestazione di garanzie su finanziamenti e operazioni di leasing.
In particolare, si è stabilito inoltre che per il 90% le risorse copriranno i finanziamenti in conto interessi e le controgaranzie, mentre il restante 10% sarà riservato al finanziamento della partecipazione al capitale di rischio delle imprese.

Inoltre, secondo quanto anticipato dall’assessore regionale alle attività produttive, il nuovo soggetto gestore dell’iniziativa sarà Fidi Toscana.

“Siamo molto soddisfatti per la discussione in commissione, che ha portato all’approvazione all’unanimità del parere sul testo del regolamento”, ha commentato l’assessore. “Ciò consentirà di rispettare i tempi che ci eravamo prefissati e di arrivare all’operatività della legge entro il prossimo ottobre”.

________________

Con deliberazione n. 907 del 24 ottobre 2011, pubblicata sul BUR n. 45 del 9 novembre 2011, sono stati approvati i criteri e le modalità per l'attuazione degli interventi agevolativi di cui all’art. 6 della L.R. 21/2008, recante norme per la “Promozione dell’imprenditoria giovanile, femminile e dei lavoratori già destinatari di ammortizzatori sociali”, così come modificata dalla L.R. n. 28/2011.

Lo stanziamento complessivo stabilito per i suddetti interventi è di 12.200.000 euro per il periodo 2011-2013.

________________

Con Decreto n. 5195 del 22 novembre 2011, è stato reso operativo, a decorrere dal 15 dicembre 2011, il Regolamento degli interventi previsti dalla Legge regionale 21/2008.

Links

Modalità e criteri (BUR n. 45 del 9 novembre 2011, p. 26)

Decreto n. 5195 del 22 novembre 2011

Per leggere il contenuto prego
o