Toscana: contributi per garantire l’accesso alle scuole d’infanzia

 

Nursery - foto di Gary CookÈ stata siglata lo scorso 30 agosto, a Firenze, un’intesa tra Regione, Ufficio Scolastico Regionale, Anci e Uncem, che stabilisce lo stanziamento di 5 milioni e mezzo di euro da utilizzare per l’inserimento nelle scuole d’infanzia di bambini collocati nelle liste d’attesa. L’accordo giunge in seguito al mancato trasferimento di risorse statali in misura tale da coprire il fabbisogno effettivo delle famiglie toscane.

Con questa intesa, l’amministrazione regionale vuole, da un lato, accogliere nuove richieste d’iscrizione e, dall’altro, permettere ai bambini iscritti nelle sezioni finanziate nei due anni scolastici precedenti di completare il ciclo triennale delle scuole d’infanzia.

L’insufficienza dei fondi ministeriali, infatti, si è già presentata nelle annualità 2009/2010 e 2010/2011. Tuttavia, ha sottolineato Stella Targetti, vicepresidente di Regione Toscana, lo sforzo di quest’anno (1,9 milioni di euro a valere sul bilancio del 2011 e 3,6 milioni di euro sul bilancio del 2012) si è rivelato più impegnativo di quelli precedenti, a causa degli ulteriori tagli che l’amministrazione ha dovuto affrontare.

Per i contributi destinati alle nuove richieste, la precedenza sarà data alle strutture situate nelle zone interamente montane. In merito alla creazione delle nuove sezioni, invece, le risorse saranno emesse con priorità graduata a favore di scuole pubbliche, istituti comunali e strutture private paritarie. In totale, saranno 2.500 i bambini che verranno inseriti grazie ai fondi previsti dall’accordo.

_______________

A seguito del citato Protocollo di intesa sottoscritto in data 30 agosto 2011, la Regione Toscana, con Decreto Dirigenziale n. 3607/2011 pubblicato sul BUR n. 37 del 14 settembre 2011 (pag. 33), ha approvato il provvedimento di assegnazione dei contributi regionali grazie ai quali sarà possibile attivare 98 sezioni aggiuntive presso le scuole dell´infanzia statali e comunali, ove troveranno accoglienza circa 2.500 bambini che altrimenti sarebbero rimasti in lista di attesa. I soggetti ammessi a contributo sono 57 e i Comuni ove verranno realizzate le sezioni sono 64.

I rappresentanti legali, o loro delegati, dei Comuni e delle scuole (nel caso in cui i beneficiari dei contributi siano gli istituti scolastici) o i soli rappresentanti legali dei Comuni, o loro delegati (nel caso in cui i beneficiari dei contributi siano gli stessi) dovranno prendere appuntamento con il Settore Infanzia - uffici regionali di Piazza dell´Unità Italiana a Firenze - per la sottoscrizione della convenzione finalizzata alla gestione e rendicontazione dei contributi regionali.

In particolare:

  • per le sezioni i cui assegnatari dei contributi siano gli istituti scolastici, i Comuni e gli istituti scolastici devono sottoscrivere con la Regione Toscana, entro il giorno 15 ottobre 2011, lo schema di convenzione di cui all’allegato B;
  • per le sezioni i cui assegnatari dei contributi siano i Comuni, questi ultimi devono sottoscrivere con la Regione Toscana, entro il giorno 15 ottobre 2011, lo schema di convenzione di cui all’allegato C;
  • i soggetti assegnatari dei contributi devono inviare al Settore Infanzia la dichiarazione di avvio di attività delle sezioni ammesse a contributo entro 15 giorni dalla data di inizio delle attività, con il modello di cui all’allegato D;
  • i soggetti assegnatari dei contributi devono inviare al Settore Infanzia entro il 30 settembre 2012 la rendicontazione dei contributi assegnati con le modalità stabilite dagli schemi di convenzione di cui agli allegati B e C;
  • i soggetti assegnatari dei contributi devono utilizzare, per la sottoscrizione del contratto di lavoro a tempo determinato con il personale docente, ove ciò sia applicabile, il modello di cui all’allegato E.

Documentazione allegata:

- Decreto Dirigenziale n. 3607/2011

- Elenco dei soggetti ammessi a contributo

- Allegato B - Schema di convenzione da sottoscriversi dai Comuni e gli istituti scolastici per le sezioni i cui assegnatari dei contributi siano gli istituti scolastici

- Allegato C - Schema di convenzione da sottoscriversi dai Comuni per le sezioni i cui assegnatari dei contributi siano le stesse amministrazioni comunali

- Allegato D - Modello per la dichiarazione di inizio di attività delle sezioni che i soggetti assegnatari dei contributi devono inviare al Settore Infanzia entro e non oltre 15 giorni dalla data di inizio delle attività

- Allegato E - Modello di contratto di lavoro a tempo determinato da utilizzarsi, ove ciò sia applicabile, dai soggetti assegnatari dei contributi, per il personale docente

Per leggere il contenuto prego
o