Piemonte: agevolazioni per il cinema digitale

 

Cinema - foto di SailkoApprovata una misura di finanziamento a sostegno di investimenti innovativi delle imprese per impianti di proiezione cinematografica digitale. La dotazione finanziaria iniziale è pari 1,5 milioni di euro, a valere sulle risorse del POR FESR.

Nell’ambito degli interventi di promozione e organizzazione di attività culturali, la Regione Piemonte ha disciplinato con Legge regionale 28 dicembre 2005, n. 17 le funzioni amministrative regionali e degli enti locali in materia di sale cinematografiche, basandosi sui seguenti principi generali e finalità:

  • centralità dello spettatore;
  • sviluppo e innovazione della rete di sale cinematografiche;
  • pluralismo ed equilibrio tra le diverse tipologie di esercizio;
  • valorizzazione della funzione dell’esercizio cinematografico per la qualità sociale delle città e del territorio.

In tale ottica, nell’ambito dell’attività I.1.3 del POR FESR, l'iniziativa ha l'obiettivo di promuovere la diffusione, presso le piccole e medie imprese (PMI) con unità operativa attiva ubicata in Piemonte, che esercitano attività di proiezione nell’ambito di sale cinematografiche industriali e parrocchiali, di impianti innovativi finalizzati a qualificare i servizi forniti per soddisfare le esigenze del mercato di riferimento ed in modo da contribuire all’incremento della produttività aziendale ed, in ultima analisi, della competitività delle PMI del settore.

In particolare, le PMI interessate potranno accedere alle agevolazioni concesse, nella forma di contributo a fondo perduto, in regime "de minimis", per l'acquisto di impianti ed apparecchiature per la proiezione cinematografica digitale 2K o 4K.

La gestione della misura è affidata a Finpiemonte S.p.A., individuato quale Organismo Intermedio del POR FESR.

Deliberazione della Giunta Regionale 22 luglio 2011, n. 42-2374 (BUR n. 33/2011)

Per leggere il contenuto prego
o