Piemonte: Programma operativo regionale 2007-2013 - Fondo FSE

 
La strategia piemontese per lo sviluppo delle risorse umane trae origine dalle linee strategiche coordinate per la crescita e l’occupazione messe a punto a livello comunitario. Le priorità individuate nel presente Programma promanano direttamente dal Documento di Programmazione Strategico Operativa.  La definizione della strategia di intervento tiene altresì conto dei pertinenti obiettivi della Comunità in materia di inclusione sociale, individuando la necessità di linee di azioni specifiche atte a migliorare l’occupabilità dei soggetti maggiormente esposti ai rischi di marginalizzazione. Le quote finanziarie a disposizione ammontano a 1.007.852.446 euro.

Finalità ed obiettivi del programma

La programmazione FSE in Piemonte sarà articolata con esclusivo riferimento a questi obiettivi:
  • sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l'adattabilità dei lavoratori;
  • favorire l'innovazione e la produttività attraverso una migliore organizzazione e qualità del lavoro;
  • sviluppare politiche e servizi per l'anticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e l'imprenditorialità;
  • aumentare l'efficienza, l'efficacia, la qualità e l'inclusività delle istituzioni del mercato del lavoro;
  • attuare politiche del lavoro attive e preventive, con particolare attenzione all'integrazione dei migranti nel mercato del lavoro, all'invecchiamento attivo, al lavoro autonomo e all'avvio di imprese;
  • migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di genere;
  • sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro;
  • elaborazione e introduzione delle riforme dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro per migliorarne l’integrazione e sviluppare l’occupabilità, con particolare attenzione all’orientamento;
  • aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza;
  • creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione;
  • promuovere la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti su base interregionale e transnazionale, con particolare attenzione allo scambio delle buone pratiche;
  • migliorare l’efficacia e l’efficienza dei Programmi Operativi attraverso azioni e strumenti di supporto.
Assi prioritari
 
Le strategie enunciate, sono declinate all’interno di sei Assi di intervento:
  • Asse I Adattabilità: 
    1) Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l'adattabilità dei lavoratori;
    2) Favorire l'innovazione e la produttività attraverso una migliore organizzazione e qualità del lavoro;
    3) Sviluppare politiche e servizi per l'anticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e l'imprenditorialità;
  • Asse II Occupabilità:
    1) Aumentare l'efficienza, l'efficacia, la qualità e l'inclusività delle istituzioni del mercato del lavoro;
    2) Attuare politiche del lavoro attive e preventive, con particolare attenzione all'integrazione dei migranti nel mercato del lavoro, all'invecchiamento attivo, al lavoro autonomo e all'avvio di imprese;
    3) Migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di genere;
  • Asse III Inclusione sociale: 
    1) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro;
  • Asse IV Capitale umano:
    1) Elaborazione e introduzione delle riforme dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro per migliorarne l’integrazione e sviluppare l’occupabilità, con particolare attenzione all’orientamento;
    2) Aumentare la partecipazione alle opportunità forma-tive lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza;
    3) Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla
    promozione della ricerca e dell’innovazione;
  • Asse V Transnazionalità e Interregionalità:
    1) Promuovere la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti su base interregionale e transnazionale, con particolare attenzione allo scambio delle buone pratiche;
  • Asse VI Assistenza tecnica:
    1) Migliorare l’efficacia e l’efficienza dei Programmi Operativi attraverso azioni e strumenti di supporto.

Ripartizione finanziaria per asse prioritario (in euro):

Assi prioritari

Contributo UE

Contributo nazionale pubblico

Totale contributo pubblico

I - Adattabilità

99.320.967 152.642.145 251.963.112

II - Occupazione

103.293.806 158.747.829
262.041.635

III - Inclusione sociale

31.782.710
48.845.487
80.628.197

IV - Capitale Umano

135.076.515
207.593.315
342.669.830
V - Transnaz. e Interreg.
11.918.516
18.317.058
30.235.574

VI - Assistenza tecnica

15.891.355
24.422.743
40.314.098

TOTALE

397.283.869
610.568.577
1.077.852.446
(Fonte: MSE, POR Regione Piemonte 2007-2013 - Fondo FSE )
Per leggere il contenuto prego
o