PON Sicurezza per lo Sviluppo 2007-2013 - Fondo FESR

 
Il PON Governance e azioni di sistema 2007–2013 per l'Obiettivo Convergenza mira a "diffondere migliori condizioni di sicurezza, giustizia e legalità per i cittadini e le imprese, contribuendo alla riqualificazione dei contesti caratterizzati da maggiore pervasività e rilevanza dei fenomeni criminali e all'incremento della fiducia da parte della cittadinanza e degli operatori economici". Con il presente Programma l’Unione Europea e il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno stanziano per la sicurezza e lo sviluppo del Mezzogiorno € 1.158.080.874, di cui il 50% di contributo comunitario fondo FESR.

L'obiettivo globale di cui sopra verrà perseguito attraverso due filoni strategici fondamentali:

  • un primo filone prevede la realizzaione di azioni di sicurezza per il miglioramento del contesto in cui operano i soggetti economici, sia attraverso il contrasto alle aggressioni della criminalità alle strutture produttive (aree urbane e d extraurbane, aree industriali) e alle infrastrutture di comunicazione (grandi assi viari, porti, aereoporti), sia arginando i fenomeni distorsivi della libera concorrenza tra imprese (contraffazione di marchi o prodotti) al fine di promuovere, accanto allo sviluppo armonioso, equilibrato e sostenibile delle attività economiche, un alto grado di competitività e un generale miglioramento del tenore e della qualità della vita. Tali attività troveranno collocazione programmatica all'interno dell'obiettivo specifico "determinare una maggiore sicurezza per la libertà economica e d'impresa" riconducibile all'Asse 1;
  • un secondo filone, comunque direttamente collegato con quello della sicurezza, mira al miglioramento delle condizioni di legalità nelle Regioni CONV: le attività sono diversificate e mirano al maggiore rispetto delle regole in ambito economico/sociale e del mercato del lavoro, a una maggiore trasparenza nell'operato delle pubbliche amministrazioni anche nell'ambito della giustizia civile, a un controllo e a un monitoraggio più stringenti delle varie forme di allocazione di risorse per lo sviluppo sul territorio, a una riduzione delle varie forme di marginalità propedeutiche alla propensione al crimine, a un più efficiente utilizzo dei beni confiscati. L'obiettivo specifico che si intende perseguire attraverso la realizzazione di tali attività, ovvero "diffondere migliori condizioni di legalità e giustizia a cittadini e imprese anche mediante il miglioramento della gestione dell'impatto migratorio", rappresenta l'elemento strategico dell'Asse 2.
Questi gli Assi prioritari in cui si divide il Programma.
 
Asse 1 - Sicurezza per la libertà economica e d’impresa (€ 286.625.017 contributo FESR)
Obiettivi operativi:
  • Rendere il territorio meno aggredibile da fattispecie criminose che rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo economico, alla civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all’attrattività dei territori;
  • Garantire il libero e sicuro utilizzo delle vie di comunicazione (di natura infrastrutturale e telematica);
  • Tutelare il contesto ambientale;
  • Contrastare ogni forma di aggressione criminale diretta del libero mercato e della legale attività produttiva attuata mediante forme di concorrenza illecita;
  • Realizzare una formazione integrata tra operatori di sicurezza - a tutti i livelli - e altri soggetti che comunque operino nell’ambito della sicurezza.
Asse 2 - Diffusione della legalità (€ 269.253.803 contributo FESR)
Obiettivi operativi:
  • Realizzare iniziative in materia di impatto migratorio;
  • Tutela del lavoro regolare;
  • Garantire maggiore trasparenza negli appalti pubblici;
  • Contrastare il racket delle estorsioni e dell’usura;
  • Migliorare la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata;
  • Contenere gli effetti delle manifestazioni di devianza;
  • Potenziare la dotazione tecnologica della PA ai fini di migliorare l'efficienza e la trasparenza dei processi gestionali;
  • Diffondere la cultura della legalità;
  • Diffondere la cultura della legalità.  
Asse 3 - Assistenza tecnica (€ 23.161.617 contributo FESR)
Obiettivo dell'Asse è di consentire ai soggetti responsabili della programmazione, attuazione e sorveglianza del Programma una gestione efficiente ed efficace dello stesso nelle diverse fasi di realizzazione del PO: preparazione, gestione, monitoraggio, sorveglianza, valutazione, informazione, controllo e rendicontazione in ossequio a quanto previsto dai Reg. (CE) n. 1083/2006 e n. 1828/2006
(Fonte: MSE, PON Sicurezza per lo Sviluppo 2007-2013)
Per leggere il contenuto prego
o