×
Ricevi Bandi e News nella tua ...

oppure accedi con
Filters
×
Pubblicato
13 Aug 2022
Ambito
Locale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 159 637 445
Finalita'
Cooperazione, Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Trento
Left Column
×

Statistiche

  • Agevolazioni Attive : 2196
  • Schede Agevolazioni : 36008
  • Utenti Network : 78514
  • Articoli : 1364
Left Column
Clients

Provincia Autonoma di Trento: Programma operativo Fondo Sociale Europeo Plus - PR FSE+ 2021-2027

FSE Plus PA Trento - Foto di: ShironosovIl Programma provinciale FSE Plus della Provincia Autonoma di Trento intende contribuire al consolidamento e sviluppo di un’Europa più sociale e inclusiva attraverso l’attuazione di un insieme di interventi, rivolti prioritariamente alle persone e al conseguimento dei traguardi quantitativi per il 2030 in materia di occupazione, competenze e protezione sociale indicati dal relativo piano di azione della Commissione Europea.

 

Il Programma FSE+ 2021-2027 della Provincia si concentra sull’obiettivo di policy OP4 “Un’Europa più sociale e inclusiva”, all’interno del quale sono stati selezionati le seguenti priorità e obiettivi specifici:

  • ampliare le opportunità di lavoro in termini quantitativi e qualitativi
  • rafforzare le condizioni di contesto necessarie a conciliare il lavoro con la famiglia
  • aumentare la capacità di innovazione del territorio anche in ottica di filiera
  • investire sulle competenze, con un approccio innovativo e inclusivo
  • occupabilità e reinserimento sociale per soggetti fragili, a rischio esclusione sociale e deprivazione materiale
  • assistenza sociale e sanitaria diffusa e di prossimità

Priorità e obiettivi

La struttura del PR FSE Plus si articola in 4 Priorità:

  1. Occupazione 
  2. Istruzione e formazione 
  3. Inclusione sociale
  4. Assistenza tecnica

Priorità 1 - Occupazione

Obiettivo specifico: ESO4.1. Migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale

Interventi previsti

Le principali azioni che si intendono attivare riguardano:

  • Attivazione di percorsi formativi rivolti a persone disoccupate, espulse, sospese e/o in esubero dal lavoro finalizzati al potenziamento della ricerca attiva del lavoro, all'acquisizione e miglioramento delle competenze nell'ottica di migliorare l'accesso e/o ricollocazione nel mercato del lavoro, con particolare attenzione al miglioramento delle competenze di base e avanzate di tipo linguistico, al rafforzamento delle competenze digitali e/o imprenditoriali e/o a quelle in ambito green e bio, compresa la concessione di incentivi all’assunzione e/o integrazione degli incentivi nazionali, destinati in particolare ai disoccupati di lungo periodo e ai lavoratori svantaggiati;
  • Interventi finalizzati al potenziamento della ricerca attiva del lavoro da parte dei giovani disoccupati in cerca di prima o nuova occupazione, anche attraverso incentivi all’assunzione e/o integrazione degli incentivi nazionali, destinati in particolare ai giovani disoccupati in cerca di prima o nuova occupazione;
  • Interventi di formazione, mobilità e misure di accompagnamento, anche sotto forma di sussidi, per promuovere e sostenere la creazione d’impresa e/o garantire i passaggi generazionali delle PMI, in particolare di giovani, donne, e lavoratori adulti disoccupati a rischio di transito verso la disoccupazione di lungo periodo;
  • Rafforzamento dei percorsi di formazione di base e trasversale per l’apprendistato professionalizzante
  • Rafforzamento delle capacità di contributo attivo del partenariato nella programmazione ed attuazione di misure volte al miglioramento degli interventi realizzati e a rendere più efficace l’incontro tra il fabbisogno formativo e lavorativo emergente dal territorio e l’offerta di lavoro, nonché a definire percorsi formativi in grado di aumentare il livello di occupabilità dei destinatari.

Indicatori di risultato

Partecipanti che hanno un lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento:

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 32,10
  • Target finale (2029): 35,00

Obiettivo specifico: ESO4.3. Promuovere una partecipazione equilibrata di donne e uomini al mercato del lavoro, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l'accesso a servizi abbordabili di assistenza all'infanzia e alle persone non autosufficienti

La promozione delle pari opportunità e dell’equità sociale tra uomini e donne rappresenta per la Provincia un traguardo necessario per favorire la crescita occupazionale e rafforzare la coesione sociale.

Interventi previsti

  • Concessione di sovvenzioni individuali (Buoni di servizio) volte a favorire la conciliazione tra impegno lavorativo/formativo e cura in ambito familiare finalizzate ad acquisire servizi educativi di cura e custodia di minori, che siano erogati in forma complementare ai servizi erogati dalle realtà istituzionali operanti allo stesso titolo sul territorio provinciale, con anche la possibilità di utilizzo nel contesto dei nidi aziendali e interaziendali
  • Incentivi all’assunzione e/o integrazione degli incentivi nazionali, destinati alle donne disoccupate o in cerca di prima occupazione

Indicatori di risultato

Partecipanti che godono di una migliore situazione sul mercato del lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 10,40
  • Target finale (2029): 15,00

Priorità 2 - Istruzione e formazione

Obiettivo specifico: ESO4.6. Promuovere la parità di accesso e di completamento di un'istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall’educazione e cura della prima infanzia, attraverso l’istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all'istruzione e all'apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell'apprendimento per tutti e l'accessibilità per le persone con disabilità

L'obiettivo è dedicato a migliorare la qualità, le capacità d’inclusione e la resilienza del sistema educativo trentino.

Interventi previsti

  • Interventi volti a supportare la comunità educativa con gli strumenti tecnologici e le competenze digitali necessarie per utilizzare le tecnologie in modo efficace nelle attività di insegnamento e apprendimento, nell'ottica di sviluppare l'uso della tecnologia nella didattica e rafforzare la resilienza del sistema di istruzione e formazione
  • Formazione permanente rivolta ai docenti e agli altri operatori del sistema educativo trentino con la finalità di adottare approcci contemporanei all’insegnamento, all’apprendimento e alla governance dei sistemi educativi in coerenza con le novità in campo pedagogico, nonché su quelle determinate dagli sviluppi digitali e tecnologici che supportino le scuole nel rispondere all’evoluzione della domanda educativa, con una particolare attenzione anche all'apprendimento delle lingue straniere, anche attraverso programmi di mobilità e scambio con l'estero, finalizzate all'aumento del numero delle certificazioni linguistiche ottenute dai docenti
  • Interventi diretti al miglioramento della qualità dell’offerta formativa ed educativa al fine di elevarne la qualità e creare maggiori opportunità di inclusione, anche attraverso il rafforzamento di reti di istituzioni scolastiche e attività finalizzate a garantire una didattica efficiente e un'offerta formativa maggiormente coerente con i fabbisogni del mondo del lavoro
  • Interventi rivolti agli studenti per favorire lo sviluppo delle competenze chiave, ivi comprese le competenze di base e quelle necessarie per sostenere lo sviluppo personale e sociale, nonché di cittadinanza attiva, con particolare attenzione alle competenze digitali e a quelle linguistiche, anche attraverso interventi di mobilità, full immersion linguistica, scambi e percorsi professionalizzanti in Europa, finalizzati ad accrescere le opportunità di sviluppo lavorativo degli studenti in un'ottica internazionale
  • Interventi di accostamento linguistico alle lingue europee, in particolare inglese e tedesco, a favore di bambini nella fascia prescolare (0-6) nei nidi a gestione pubblica (diretta e indiretta) e nelle scuole dell’infanzia
  • Progetti formativi volti a favorire l’innalzamento del successo formativo contrastando la dispersione scolastica a favore di studenti con esigenze educative speciali o provenienti da contesti svantaggiati e a rischio di esclusione
  • Implementazione del sistema provinciale di certificazione delle competenze con lo sviluppo e/o miglioramento dei servizi di orientamento e di validazione e certificazione

Indicatori di risultato

Partecipanti che ottengono una qualifica alla fine della loro partecipazione all'intervento

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 87,00
  • Target finale (2029): 88,00

Obiettivo specifico: ESO4.7. Promuovere l'apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale

S'intendono ampliare le opportunità di formazione permanente e continua, tenendo anche conto dell’invecchiamento attivo della popolazione.

Interventi previsti

  • Interventi di formazione permanente rivolti alla cittadinanza, con anche eventuale tirocinio, volti a favorire il mantenimento e lo sviluppo dei livelli di competenze necessari per interagire e lavorare in modo efficace nel contesto economico attuale caratterizzato da un alto contenuto tecnologico e di conoscenza, nonché condizionato da logiche internazionali, con particolare attenzione agli interventi per promuovere l’internazionalizzazione del sistema economico trentino quali la formazione linguistica, la mobilità internazionale (tramite full immersion linguistica e tirocini all’estero), interventi personalizzati di sviluppo di competenze professionali specialistiche, nonché interventi volti a sviluppare le competenze digitali e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione in un’ottica di superamento del digital divide e attuate anche attraverso la diffusione di device tecnologici
  • Attivazione di servizi di informazione, accoglienza, orientamento, bilancio di competenze e mobilità, dislocati sull'intero territorio provinciale, finalizzati a favorire l'accesso da parte di tutti i cittadini alle opportunità esistenti sul territorio nell'ambito della formazione, riqualificazione professionale, mobilità, servizi e strumenti di supporto alla conciliazione famiglia-lavoro
  • Interventi volti alla promozione e diffusione delle competenze imprenditoriali e manageriali, nonché volti al rafforzamento delle competenze dei lavoratori, compresi i datori di lavoro e gli imprenditori individuali, in un'ottica di superamento del gap di genere e del technology gap nonché di gestione dell’invecchiamento, anche attraverso interventi di formazione, mobilità da attuare attraverso la sperimentazione di modalità didattiche e/o di finanziamento innovative

Indicatori di risultato

Partecipanti che godono di una migliore situazione sul mercato del lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 20,20
  • Target finale (2029): 25,00

Priorità 3 - Inclusione sociale

Obiettivo specifico: ESO4.8. Incentivare l'inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati

La Provincia autonoma di Trento intende favorire la realizzazione di percorsi integrati (che combinano diverse tipologie di attività quali ad esempio orientamento, formazione, tirocinio, accompagnamento) volti all’inclusione attiva sociale e lavorativa rivolti ai soggetti più fragili del territorio.

Interventi previsti

  • Interventi integrati finalizzati all'inclusione sociale e lavorativa a favore di soggetti disabili e/o con altri svantaggi, comprendenti misure quali orientamento, formazione, tirocinio (anche in ambiente protetto) e/o accompagnamento
  • Incentivi all’occupazione e/o integrazione degli incentivi nazionali destinati ai soggetti socialmente svantaggiati
  • Percorsi formativi professionalizzanti nell'ambito dell’innovazione sociale con la finalità di formare figure con un’alta specializzazione tecnica ma al contempo dotate di elevata flessibilità, di forti competenze di base e trasversali, capaci di adattarsi ai cambiamenti nonché, attraverso il loro operato, di innovare il sistema complessivo promuovendo una cultura inclusiva e disability friendly nei contesti lavorativi

Indicatori di risultato

Partecipanti che hanno un lavoro sei mesi dopo la fine della loro partecipazione all'intervento

  • Unità di misura: persone
  • Valore di base o di riferimento: 33,80
  • Target finale (2029): 36,00

Obiettivo specifico: ESO4.11. Migliorare l'accesso paritario e tempestivo a servizi di qualità, sostenibili e a prezzi accessibili, compresi i servizi che promuovono l'accesso agli alloggi e all'assistenza incentrata sulla persona, anche in ambito sanitario; modernizzare i sistemi di protezione sociale, anche promuovendo l’accesso alla protezione sociale, prestando particolare attenzione ai minori e ai gruppi svantaggiati; migliorare l’accessibilità, anche per le persone con disabilità, l’efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari e dei servizi di assistenza di lunga durata

La PAT intende valorizzare le potenzialità del raccordo tra servizi pubblici socio-assistenziali e il privato sociale, sostenendone le relazioni e i modelli collaborativi secondo una logica d’intervento volta a rafforzare le reti di prossimità all’interno del territorio provinciale. 

Interventi previsti

  • Consolidamento e accrescimento dell’offerta di servizi di assistenza integrata socio-sanitaria, anche di tipo domiciliare, a favore di persone anziane fragili, disabili e altri soggetti affetti da fragilità sanitaria, persone non autosufficienti, famiglie indigenti o in emergenza abitativa, anche attraverso la concessione di sovvenzioni individuali (buoni di accompagnamento), anche a carattere integrativo di altri aiuti economici percepiti dal richiedente, finalizzate a favorire e rafforzare l’accesso a tali servizi
  • Concessione di sovvenzioni individuali (buoni di servizio) a favore di famiglie a basso reddito o in condizione di particolare fragilità finalizzate a favorire e rafforzare l’accesso ai servizi educativi di cura e custodia di minori, erogati in forma complementare ai servizi erogati dalle realtà istituzionali operanti allo stesso titolo sul territorio provinciale, allo scopo di promuovere la conciliazione tra impegno lavorativo/formativo e prevenirne l’esclusione sociale
  • Interventi di capacity building volti a rafforzare le competenze del personale che opera nel comparto sociale, sanitario e assistenziale trentino nell’ottica di un rafforzamento e di una maggiore integrazione dei servizi rivolti alla popolazione trentina, con particolare attenzione a quelli rivolti ai soggetti fragili e svantaggiati
  • Sviluppo di processi di empowerment rivolti ai rappresentanti delle parti economiche e sociali e agli stakeholder a vario titolo coinvolti nell’attuazione delle azioni previste dal Programma, con particolare riferimento all’ambito sociale e di inclusione attiva. 

Indicatori di risultato

Percentuale di famiglie a basso reddito o in condizione di particolare fragilità soddisfatte dei buoni di servizio

  • Unità di misura: percentuale
  • Valore di base o di riferimento: 80,40
  • Target finale (2029): 83,00

Priorità 4 - Assistenza tecnica

La priorità Assistenza Tecnica ha lo scopo di rafforzare le funzioni di programmazione e attuazione del Programma, migliorandone l’efficienza gestionale e l’efficacia realizzativa volta al conseguimento degli obiettivi previsti.

Settori di intervento

  • Informazione e comunicazione
  • Preparazione, attuazione, sorveglianza e controllo
  • Valutazione e studi, raccolta dati

Budget

Le risorse a disposizione del Programma provinciale FSE Plus ammontano a 159.637.445.

Dotazioni finanziarie totali per fondo e cofinanziamento nazionale

Ripartizione fondi FSE+ Trento

Link

Programma PR FSE Plus 2021-2027

Provincia Autonoma di Trento

Pubblicato
13 Aug 2022
Ambito
Locale
Settori
Affari marittimi, Agroalimentare, Alimentare, Audiovisivo, Commercio, Costruzioni, Cultura, Energia, Farmaceutico, Ict, Industria, Pubblica amministrazione, Sanità, Servizi, Sociale, Trasporti, Turismo
Stanziamento
€ 159 637 445
Finalita'
Cooperazione, Formazione, Inclusione social, Innovazione, Promozione, Sviluppo
Ubicazione Investimento
Trento
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Trova Bandi